Domenica 17 Gennaio 2021 | 14:07

Il Biancorosso

L'intervista
Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Foggianel foggiano
San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

 
BariLotta al virus
Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Arrestato: non volevo uccidere

LECCE - «Non volevo uccidere. Non sono così pazzo». Sono queste le parole che Andrea Taurino, il pirata della strada che ieri sera, a bordo di una vettura, ha travolto due ciclisti sulla Casalabate-Squinzano uccidendone uno - Franco Amati, di 67 anni - e ferendo l’altro, avrebbe detto al proprio legale, Marco Pezzuto, poco prima di essere trasferito in carcere. Parole che Taurino avrebbe pronunciato in uno stato confusionale, tra le lacrime e sotto shock per aver appreso poco prima della morte di uno dei ciclisti che aveva travolto - sembra volutamente, per vendicarsi degli epiteti che i due gli avevano rivolto dopo un sorpasso spericolato - per poi fuggire subito dopo.

Il 33enne pregiudicato di Trepuzzi (Lecce), arrestato in flagranza di reato, comparirà lunedì prossimo davanti al gip del tribunale di Lecce per l’interrogatorio di convalida dell’arresto. Sottoposto al test tossicologico, nelle sue urine sono state rinvenute tracce di oppiacei. Il suo legale ha annunciato l’intenzione di chiedere, al termine dell’interrogatorio di convalida, una perizia psichiatrica per accertare un eventuale stato di tossicodipendenza cronica del giovane e se al momento dell’investimento, alla guida di una Fiat 500 di proprietà di un extracomunitario impiegato nell’azienda agricola di famiglia, fosse in grado di intendere e volere. Taurino è accusato di omicidio volontario e tentato omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    gianfranco

    24 Gennaio 2016 - 21:45

    Arrestatelo e date le chiavi ai parenti dei due ciclisti investiti. Uno che va dritto contro un gruppo di ciclisti VOLEVA UCCIDERE, altro che chiacchiere. In galera, subito e senza sconti di pena.

    Rispondi