Mercoledì 19 Febbraio 2020 | 08:32

NEWS DALLA SEZIONE

L'inaugurazione
Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

 
La nomina
David di Donatello 2020, al molfettese Mastromauro il miglior cortometraggio

David di Donatello 2020, al molfettese Mastromauro il miglior cortometraggio

 
L'idea
Le copertine multicolor dei libri trasformano la facciata della Biblioteca di Biccari

Le copertine multicolor dei libri trasformano la facciata della Biblioteca di Biccari

 
La storia
Altamura, la sfida di Michele: «Io, laureato dentista nonostante la sordità»

Altamura, la sfida di Michele: «Io, laureato dentista nonostante la sordità»

 
L'inventore
C’è un robot lucano che elimina le zanzare: «Forse la tecnologia servirà per la Xylella»

C’è un robot lucano che elimina le zanzare: «Forse la tecnologia servirà per la Xylella»

 
L'allarme
Addio ricci di mare: sono a rischio estinzione, colpa del mare più caldo di 3 gradi

Addio ricci di mare: sono a rischio estinzione, colpa dell'acqua più calda di 3 gradi

 
La storia
Barletta, il «ragazzo delle farfalle» morto sulla strada. I genitori nelle scuole: mai più

Barletta, il «ragazzo delle farfalle» morto sulla strada. I genitori nelle scuole: mai più

 
Sport
Karate, super Terryanna D'Onofrio: conquista l'oro a squadre in Premier League a Dubai

Karate, super Terryanna D'Onofrio: conquista l'oro a squadre in Premier League a Dubai

 
L'iniziativa
A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl salvataggio
Molfetta, «Caretta-Caretta» agonizzante in uliveto: lontana 4 Km dal mare

Barletta, trovata «caretta-caretta» agonizzante in campagna: affidata al Wwf

 
FoggiaL'aggressione
Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

 
BariL'inaugurazione
Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

 
TarantoLa sentenza d'appello
Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco non dovrà risarcire Comune

Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco Di Bello non dovrà risarcire Comune

 
LecceIl caso
L'orologio funziona, ma il cuore no: leccese «salvato» da smartwatch

L'orologio funziona, ma il cuore no: leccese «salvato» da smartwatch

 
PotenzaIl caso
Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

 
MateraL'inchiesta
Sanitopoli lucana, ex governatore Marcello Pittella rinviato a giudizio

Sanitopoli lucana, a giudizio ex governatore Pittella: con lui anche ex dg Asl Bari

 
BrindisiIl caso
Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

 

i più letti

Musica

Da Bari ai «big» del rap, lui è Strage: scrive per Salmo e Fabri Fibra

La storia di Strage 27enne barese, al secolo Luca Galeandro, collabora per le musiche dei più grandi successi del panorama rap

Da Bari ai «big» del rap, lui è Strage: scrive per Salmo e Fabri Fibra

BARI - Nitro, Dani Faiv, Fabri Fibra e Salmo, sono solo alcuni dei nomi altisonanti del rap italiano con i quali il 27enne barese Strage, al secolo Luca Galeandro, collabora per le musiche dei loro più grandi successi.
«Lavorando bene sono arrivate le prime collaborazioni con Nitro – ricorda Strage- così ho iniziato a produrre basi, beat strumentali per alcuni grandi nomi della scena italiana. Tutto è iniziato lavorando con Dani Faiv, uno dei rapper italiani che seguo da vicinissimo». Tra le produzioni alle quali ha collaborato il «nostro» Strage, spiccano i brani realizzati con Nitro (Storia di un presunto artista, Dead Body feat dj Ms, Rivivere feat dj Ms), Dani Faiv (Lemon Haze e i recenti Giornale-Di corsa feat Madman e Ore/oro) e per il blasonato Machete Mixtape 4 con Salmo & Hell Raton in Gang!, Dani Faiv, Fabri Fibra & Tha supreme con Yoshi, singolo certificato disco di Platino in un mese, brano che ha occupato per cinque settimane la posizione 1 nella top 50 Italia di Spotify.

Infine, sempre per la Machete, Jack the smoker & Nitro con Skit Freestyle.
Luca, che adesso vive a Milano, è nato a Taranto e a tre anni con la sua famiglia si trasferisce a Bari dove inizia a conoscere la cultura musicale hip hop. «In piena adolescenza tra i banchi della scuola media– prosegue Strage- si scatena in me la curiosità di avvicinarmi al movimento hip-hop. In quegli anni lavoravo con la crew BYG e ci siamo fatti volere bene da tutti e i più grandi di loro ci hanno dato una mano per cercare di fare al meglio quello che facevamo». Strage inizia a scrivere le prime rime e a registrare alcuni brani e a partecipare a svariati contest di freestyle, nazionali e internazionali. Nel 2009 arriva il primo contatto con la produzione musicale, motivato dal voler esprimere sempre più sfumature personali all’interno di ogni composizione, a partire dalla musica per finire alle liriche del brano.

Diversi lavori fuori dalla Puglia gli permetteranno di confrontarsi a viso aperto con la scena nazionale, apprendere, crescere artisticamente e avvicinarsi a contesti lavorativi sempre più professionali. «Fondamentale – commenta Strage- è stato il mio trasferimento a Venezia per lavoro a consentirmi nei fine settimana di spostarmi spesso a Milano e Bologna dove ho avuto modo di conoscere e confrontarmi con una realtà diversa da Bari». Poi, per Strage è arrivato il tanto atteso salto di qualità e le tante collaborazioni con i più importanti rapper italiani. I suoi punti di rifermento artistici in Italia restano soprattutto quelli con i quali ha già collaborato: «Salmo, Marracash, Fabri Fibra e tutti quegli artisti che hanno permesso al rap di uscire e di diventare qualcosa di più grande e andare oltre la musica italiana. Quando penso agli artisti internazionali, invece, penso all’America e a figure importanti come Kendrick Lamar, Pharrell Williams, ma anche ai francesi Daft Punk, al neo soul, alla scena beat di Los Angeles, a Erykah Badu: l’importante è tradurre tutti gli ascolti in una propria visione musicale, c’è buona musica in tutti i generi, anche in quelli che reputi più distanti dal tuo gusto personale». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie