Sabato 02 Luglio 2022 | 17:05

In Puglia e Basilicata

Il caso

Roma - Feyenoord: scontri, rimpatri e fan zone: la lunga giornata di Tirana

Roma - Feyenoord: scontri, rimpatri e fan zone: la lunga giornata di Tirana

I timori sull'ordine pubblico paventati alla vigilia si sono rivelati esatti, in particolare ieri quando sono calate le prime ombre della sera

25 Maggio 2022

Una notte di guerriglia urbana, poi un’invasione di tifosi dall’Italia e dall’Olanda, nel segno del pallone. Tirana si è scoperta al centro, per un giorno, dell’Europa calcistica e della passione di decine di migliaia di persone, amanti della Roma e del Feyenoord. Purtroppo però i timori sull'ordine pubblico paventati alla vigilia si sono rivelati esatti, in particolare ieri quando sono calate le prime ombre della sera. A cominciare sono stati gli olandesi, protagonisti di violenti scontri in due zone centrali della capitale albanese ma anche in periferia. Sassaiole, cariche alla polizia, un’auto con i vetri in frantumi, bastonate, qualche coltello: è spuntato di tutto, e a farne le spese sono stati un albanese, preso a sediate perché inneggiava alla Roma, e una ventina di agenti, uno dei quali inizialmente sembrava in gravi condizioni.
Poi ci sono messi anche i romanisti, alcuni dei quali si sono scontrati con le forze dell’ordine dopo aver tentato di forzare il cordone frapposto dalla polizia stessa in quella zona. Qui fra i ifosi italiani ci sono stati tre feriti. «Un gruppo di tifosi della Roma si è spostato verso il ponte nei pressi della Direzione della Polizia di Tirana - è scritto in una nota diffusa dalle autorità cittadine - e poi nei pressi della Facoltà di Ingegneria Civile, dove si sono scontrati anche con i servizi di Polizia, utilizzando pietre, bottiglie e bastoni».

Ma non è tutto, perché altri 48 supporter giallorossi sono stati fermati su un bus a bordo del quale avevano coltelli (sembra che alcuni li avessero rubati, poco prima, al ristorante), oggetti contundenti (la polizia ha diffuso la foto di un cric), bottiglie, bastoni e fumogeni. Per riportare questi teppisti alla ragione è stato necessario l’intervento delle Forze Speciali, e ci sono state delle colluttazioni nel corso delle quali un agente è stato ferito con una coltellata.
Bilancio della nottata, prima che Tirana fosse invasa da un fiume di gente in giallorosso confluita pacificamente prima nella fan zone e poi verso lo stadio, scortata dalle forze dell’ordine tra canti e cori (uno anche inneggiante al 'Ducè, scandito da un piccolissimo gruppo), è stato di 80 romanisti portati a Durazzo e rimpatriati dopo essere stati messi su un traghetto. Unico inconveniente delle ore immediatamente precedenti la partita, mentre i fans di Abraham e compagni si recavano allo stadio è, che nei pressi e nonostante la transenne, è comparsa un’auto con tre tifosi del Feyenoord che si erano persi e, non si sa come, era riuscita a 'bucarè il blocco delle forze dell’ordine. Sono stati bloccati tra lo stupore generale. E a proposito di olandesi, anche una ventina di loro sono stati rimpatriati, alcuni dei quali ancora in preda ai fumi dell’alcol, e quindi messi su un aereo e rispediti a Rotterdam.

Il totale, si spera definitivo e non provvisorio, dei feriti degli incidenti di Tirana è di 30 persone: 20 poliziotti, tre italiani (alle autorità di qui non risulta che siano nove come diffuso da alcune fonti), quattro olandesi e tre albanesi.
Forte e chiaro, e diretto anche a chi sta accusando la polizia di Tirana di essersi fatta trovare impreparata, è arrivato il messaggio del vicedirettore generale della polizia stessa Albert Dervishi: «ora la legge sarà rigorosamente rispettata, e applicata - il suo avvertimento ai teppisti -. Non obbedire agli ordini della polizia e gli attacchi alle forze dell’ordine sono reati che secondo la legislazione albanese vanno condannati con una pena fino a sette anni di reclusione». Come dire niente più rimpatri per chi sgarra, ma la prospettiva della prigione. Forse anche per questo, fino a un’ora dalla partita, a Tirana la situazione era ritornata alla calma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725