Domenica 25 Luglio 2021 | 08:18

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Nardò, in centinaia a ballare senza mascherina: 5 giorni di chiusura per il Ficodindia

Nardò, in centinaia a ballare senza mascherina: 5 giorni di chiusura per il Ficodindia

 
PotenzaAmbiente
Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

 
BariL'incendio
Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

 
MateraL'accordo
Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

 
Brindisiambiente
Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 
BatOra è in cella
Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

 

i più letti

Gruppo Prada

Lauren, Kate, da Miu Miu jeans con nomi donne celebri

Capsule Denim Icons, 6 modelli, dai Capri alle zampe d'elefante

Foto da www.miumiu.com

Foto da www.miumiu.com

ROMA - Lauren, Brigitte, Francoise , Jane, Brooke, Kate, sono i nomi di donne famose con i quali il marchio di abbigliamento del Gruppo Prada, Miu Miu, ha deciso di chiamare i sei modelli di jeans della sua nuova capsule, denominata «Denim Icons». Ognuno dei sei modelli di pantaloni è ispirato al decennio in cui è stato creato, mentre il nome richiama alla mente la donna sofisticata, elegante o ribelle più famosa per averli indossati. Dopotutto, sono pochi i capi in grado di rievocare un’epoca come un paio di jeans. Ormai sono diventati simbolo universale di democrazia nel guardaroba di tutti e ogni persona, anzi, ogni generazione, li indossa nel proprio, personalissimo modo.

Tagliato in denim pesante blu scuro, il modello Lauren (Bacall) ricorda il classico indumento da lavoro anni Quaranta, grezzo e soprattutto funzionale, largamente in uso allora. Negli anni Cinquanta, i jeans sono diventati più un’affermazione di stile: Brigitte (Bardot) è a vita alta in denim scuro, tagliato alla caviglia per richiamare la linea molto femminile dei pantaloni Capri.

Il modello Françoise (Hardy) è in denim bianco, dritto e a vita alta, tipico degli anni Sessanta: all’epoca i jeans erano già diventati onnipresenti, simboli di gioventù ed emancipazione; col crescere della loro popolarità, si moltiplicarono anche i tipi di peso e lavaggio e la varietà di colori disponibili.

In denim sbiadito e di forma svasata come in uso negli anni Settanta, i jeans Jane (Fonda) hanno la vita bassa appoggiata sui fianchi: il flower power era al culmine così come i pantaloni a zampa, e i jeans erano l’ultimo grido. Il modello Brooke Shields è unisex, nel denim scuro tanto amato negli anni Ottanta, ora con whiskers per un tocco più attuale. E infine Kate (Moss), un paio di jeans blue ampi che sembrano rubati al guardaroba di lui, dall’eleganza naturale e minimale, come in voga nel corso degli anni Novanta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie