Venerdì 17 Gennaio 2020 | 17:51

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
FoggiaLe indagini
Foggia, attentati ai fratelli Vigilante: movente non collegato al loro ruolo di testimoni

Foggia, attentati ai fratelli Vigilante: movente non collegato al loro ruolo di testimoni

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
BrindisiBuon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Moving Center

«Sviluppo del Gruppo grazie all'impegno delle persone»

L'inizio con la concessionaria Autoclub alle porte di Bari per commercializzare nel Barese il marchio Fiat, all'epoca il più venduto in Italia ma già incalzato da brand stranieri

MOVING CENTER - Accanto, veduta aerea. Più a sinistra, i dipendenti.  Giù, rendering del DS Store

MOVING CENTER - Accanto, veduta aerea. Più a sinistra, i dipendenti. Giù, rendering del DS Store

Era il 1991 quando la famiglia Loiacono avviò alle porte di Bari la concessionaria Autoclub per commercializzare sul territorio del capoluogo e della provincia il marchio Fiat, all’epoca ancora il più venduto in Italia ma già incalzato da alcuni brand stranieri. «Nei primi anni ’90 – ricordano gli amministratori di Moving Center Miriam e Gaj Loiacono – riuscimmo a farci apprezzare sul mercato locale nonostante una prima crisi dell’auto che costò la fuoriuscita dal settore di molti operatori».

Terminato il periodo degli incentivi statali, che dettero un po’ di ossigeno al mercato, all’inizio del nuovo millennio il management aziendale decise di investire in una struttura avveniristica. «Con un investimento di diversi milioni di euro, nel 2004 inaugurammo il Moving Center – ricorda Miriam Loiacono - una vera e propria cittadella dell’automobile; nella nuova struttura, oltre a commercializzare Fiat, Lancia, Abarth e Fiat Professional, iniziammo a investire sul cosiddetto usato fresco, a chilometro zero o con massimo sei mesi di vita, divenendo la più grande struttura del Mezzogiorno per la vendita dell’usato.

Purtroppo alcuni anni dopo iniziò la crisi, la più dura mai vissuta, che siamo riusciti a fronteggiare con politiche commerciali apprezzate, qualità del servizio, professionalità e competenza dei nostri dipendenti: grazie a questo impegno oggi siamo percepiti dai nostri clienti come veri e propri consulenti automotive, in grado di rispondere con la migliore soluzione possibile alle esigenze di mobilità dei nostri clienti dettate dal loro stile di vita e dalle disponibilità economiche».

Col nuovo millennio Moving Center inizia a proporre modalità alternative all’acquisto dell’auto ad aziende e privati. «Negli ultimi anni – conferma Gaj Loiacono - è cresciuto tantissimo il noleggio a lungo termine per il segmento business mentre, per i privati che non hanno la liquidità necessaria per acquistare un’auto, proponiamo formule finanziarie flessibili col pagamento di un canone mensile e la possibilità, al termine del periodo pattuito, di riscattare l’auto, prolungarne l’uso o restituirla prendendo un’altra vettura nuova con le stesse modalità. È un fenomeno in linea col passaggio dalla cultura del possesso a quella dell'uso della vettura che stiamo vivendo anche nei nostri bilanci: vendite del nuovo costanti ma crescita dei noleggi a lungo termini e dei servizi post-vendita».

Nel 2014 la grande novità: l’accordo con la multinazionale francese PSA Groupe per la commercializzazione di Citroën. «Con la ripresa del mercato dell’auto – ricorda Miriam Loiacono - l’ingresso nella scuderia Motus di Citroën, affiancato tra alcuni mesi dal rinnovato brand ‘DS’, e le grandi performance di vendita dei nuovi modelli FCA, abbiamo vissuto una crescita entusiasmante col fatturato in aumento del 70% tra il 2014 e il 2017. In quest’ultimo anno abbiamo assistito anche a dinamiche molto positive sulla vendita dell'usato e sui servizi di ricambistica e post-vendita multibrand, ai quali destineremo una struttura ad hoc che stiamo acquisendo».

Nuovi marchi, politiche commerciali innovative, investimenti in nuovi spazi per ulteriori attività e servizi. «Tuttavia la crescita e il successo aziendale– conclude Gaj Loiacono – sono il frutto di organizzazione, impegno e motivazione che le nostre fedeli e professionali risorse umane, aumentate di 15 unità quest'anno, dimostrano quotidianamente di avere. I nostri clienti si evolvono continuamente, tuttavia sono sempre alla ricerca di sicurezza e affidabilità; sia nelle auto da acquistare che nei consulenti che quotidianamente mettiamo al loro fianco».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie