Giovedì 23 Settembre 2021 | 04:53

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

bernalda

Senza acquirenti il cinema
che incantò Francis Coppola

Il regista italo-americano avrebbe voluto acquisire il Delle Vittorie

Ancora senza acquirenti il cinema che incantò Francis Ford Coppola

ANGELO MORIZZI

BERNALDA - Le sale cinematografiche sembrano essere improvvisamente tornate di moda. Anche nei paesi della costa jonica metapontina o dell’immediato entroterra. Da Montescaglioso a Policoro, passando per Ferrandina fino a giungere a Marconia. Un tour incoraggiante, come accade quando, nonostante la crisi del settore, cagionata dalle nuove tecnologie e dalla pirateria di rete, una nuova sala si apre, o meglio si riapre. Cospargendo con la magìa della settima arte i luoghi che la ospitano. Eppure da questa carrellata di ritorni di fiamma, manca una piazza storica, Bernalda. Qui, alcuni decenni fa, campeggiava maestoso il Cinema delle Vittorie, per capienza tra i più grandi della Basilicata. Tanto da occupare un intero isolato, a due passi dalla villa comunale e dal centralissimo corso Umberto, dove un maestoso cartellone luminoso ne annunciava la presenza.

Varie volte il Comune ha cercato di acquisire la struttura, abbandonata al degrado, ma la presenza di una multiproprietà e la volontà degli azionisti di non metterla in vendita, ne hanno frenato il pur nobile intendimento. Le varie amministrazioni municipali hanno così optato per la costruzione di sale polivalenti, come il moderno Auditorium, da poco inaugurato. In prospettiva, poi, c’è la costruzione di un’altra grande struttura, che sorgerà al posto dell’ex Mattatoio comunale. Tutti bei propositi, certo, ma di ben altro genere e utilizzo, rispetto all’idea di un vero e proprio cineteatro. Nel frattempo è stata rispedita al mittente la richiesta, da parte dei proprietari dell’ex Cinema delle Vittorie, di un cambio di destinazione d’uso dell’immobile, da trasformare in un grande condominio.

A ringalluzzire gli entusiasmi, un paio d’anni fa, la sortita del regista Francis Ford Coppola, che ha voluto visitare l’immobile, di cui gli avevano sempre parlato come una sorta di luogo delle meraviglie. Un Nuovo Cinema Paradiso, che però, non si è incrociato con il progetto di acquisizione del famoso cineasta italo-americano, cittadino onorario di Bernalda. Coppola, infatti, avrebbe gradito, stando alle voci di corridoio, diventarne unico proprietario e gestore, piuttosto che rilevarlo in società con alcuni degli attuali proprietari. E così, per le vecchie generazioni, è stato come un sogno sfumato sul nascere. Per i più giovani, invece, soltanto una curiosa appendice di ciò che avevano potuto vivere e immaginare attraverso i racconti di genitori o nonni. Testimoniati dalla vecchia e seducente insegna, che ancora oggi annuncia ai passanti la presenza di quel luogo che fu. Emanando una struggente nostalgia, quasi una ferita sentimentale, difficile da rimarginare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie