Giovedì 13 Maggio 2021 | 01:59

NEWS DALLA SEZIONE

Covid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
Il caso
Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

 
Covid
Basilicata, in calo i numeri dell'emergenza

Basilicata, in calo i numeri dell'emergenza

 
lavoro
Cantieri edili irregolari, controlli a Potenza e Matera

Cantieri edili irregolari, controlli a Potenza e Matera

 
Covid
Basilicata, in arrivo nuove forniture Pfizer

Basilicata, in arrivo nuove forniture Pfizer

 
Vaccini
Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

Matera, il bilancio di AstraNight: solo 250 dosi somministrate, ce n'erano 750

 
La campagna vaccinale
AstraNight a Matera, è cominciata la Notte bianca dei vaccini

AstraNight a Matera, è cominciata la Notte bianca dei vaccini FOTO/VIDEO

 
Il caso
Matera, sit in di protesta delle associazioni dei ristoratori e del turismo

Matera, sit in di protesta delle associazioni dei ristoratori e del turismo

 
Tra le polemiche
Matera, stasera «Astranight», Bardi: «Vaccino finirà in poche ore»

Matera, stasera «Astranight», Bardi: «Vaccino finirà in poche ore»

 
Tragedia sul lavoro
Schiacciato da contenitore mangimi: operaio di Montalbano Jonico muore a Parma

Schiacciato da 14 quintali di mangimi: operaio di Montalbano Jonico muore a Parma Lutto cittadino

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAmbiente
Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

Ex Ilva, esposto in Procura sugli attuali livelli di inquinamento

 
BatL'appuntamento
«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

«The master class», in onda alle 20 su Amica 9 Tv il format in collaborazione con la Gazzetta del mezzogiorno

 
FoggiaIl caso
Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

Arresti al Comune di Foggia: consigliere indagato ancora ricoverato

 
BariL'iniziativa
Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

Grumo, arriva «Sulle ali della libertà», premio in memoria di Alessandro Fariello

 
BrindisiL'inchiesta
Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

Corruzione, gip concede domiciliari a giudice arrestato

 
Lecceil progetto
San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

 
PotenzaCovid
Basilicata, continua a calare il numero di positivi

Basilicata, continua a calare il numero di positivi - LE FOTO

 
PotenzaLa condanna
Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

Don Uva, Universo Salute dovrà rispondere anche della vecchia gestione

 

i più letti

Qualità della vita

Matera, ztl nei Sassi, i residenti: «Basta vessazioni»

Dopo la raffica di multe i residenti scrivono al difensore civico

Matera, ztl nei Sassi, i residenti: «Basta vessazioni»

Matera - Zona a traffico limitato nei Sassi: dopo le multe a raffica ricevute nei mesi scorsi e le lamentele dei cittadini al Comune e alla Prefettura, che denunciavano scarsa informazione e segnaletica carente sul sistema di accesso ai varchi, i residenti hanno deciso di rivolgersi al difensore civico regionale per chiedere l'adozione di misure correttive che possano tutelare quanti transitano negli antichi Rioni. I residenti hanno così deciso di rivolgersi al difensore civico regionale Antonia Fiordelisi.


«Ci rivolgiamo a lei - scrivono i cittadini - a tutela dei diritti e interessi delle persone e quale promotrice della buona amministrazione, al fine di renderla edotta di una incresciosa situazione che ha coinvolto diversi residenti e lavoratori che accedevano con auto negli antichi rioni Sassi dal 10 ottobre 2020. Si ritiene che l’amministrazione, predisponendo, come da Ordinanza 00498/2020, una in uscita nei due varchi di accesso nei rioni Sassi, ossia Via D’Addozio e Via Madonna Virtù, non abbia adottato idonee strategie per informare adeguatamente la cittadinanza sulla del nuovo dispositivo, operazione che avrebbe dovuto essere oltremodo segnalata ed evidenziata dal momento che successiva a lunghi anni di consuetudine in cui, a parità di cartellonistica, le telecamere hanno funzionato solo in entrata».


I residenti chiedono quindi al difensore civico «di intervenire sia perché un cittadino che reitera, anche nello stesso giorno, un comportamento che lo induce a trasgredire, è chiaro, che non ha contezza di quello che fa; peggio ancora, l’invio dei verbali di infrazione a distanza di mesi non ha consentito una rapida correzione dei comportamenti, generando così fiumi di sanzioni al punto da ipotizzare una vera azione vessatoria delle amministrazioni nei confronti della cittadinanza, già provata dalla situazione attuale che tutti conosciamo. È sconfortante che ad oggi all'istanza destinata al sindaco e al prefetto a mezzo Pec l’11 marzo 2021 non sia seguita alcuna risposta o cenno di attenzione. Sarebbe opportuno che le autorità competenti integrassero con adeguate segnalazioni i varchi di accesso ai rioni Sassi affinché questa incresciosa situazione possa cessare e non coinvolga altri cittadini che, non adeguatamente informati nel periodo di introduzione del nuovo provvedimento e non supportati da una segnaletica adeguata che evidenzi il differente funzionamento delle telecamere sul posto, possano continuare inconsapevolmente a infrangere le normative vigenti. Sarebbe inoltre opportuno posizionare le suddette telecamere ad una distanza maggiore dai varchi di accesso per garantire la distanza di metri 80 previsti dal legislatore e soprattutto per consentire all’utente della strada che cade in errore di poter fare retromarcia. La telecamera posta dopo una curva e in discesa, porterebbe a pensare che possa trattarsi più di una trappola frutta soldi, che di una indicazione stradale. Le chiediamo, pertanto - proseguono i residenti rivolgersi al difensore civico - di fare in modo che si possa procedere all’annullamento, in autotutela, ai sensi della Legge 241/90, di tutti i verbali emessi ed emanati in pendenza della predetta situazione essendo stata l'utenza delle suddette zone indotta in errore e non può, nel comportamento degli stessi, ravvisarsi una consapevole volontà di trasgredire scientemente al precetto normativo; la predisposizione di una aggiornata ed adeguata segnaletica stradale, con indicatori luminosi, e con le opportune distanze che evidenzino i varchi in entrata e uscita. Si confida in un suo pronto intervento a garanzia dei diritti di cittadinanza, che pur avendo già pagato buona parte dei verbali ricevuti non può fare a meno di sentirsi vessata e inascoltata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie