Domenica 31 Maggio 2020 | 21:17

NEWS DALLA SEZIONE

Arte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Il caso
Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

 
La decisione
Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

 
Industria
Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

 
tecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 
Lavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
BASILICATA
Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

 
dalla polizia
Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

 
Settore balneare
Porto di Maratea

Policoro, la spiaggia sospesa: i lidi balneari lucani rinviano l'apertura

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

morirono in 2

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Pene comprese tra i 4 e i 2 anni e mezzo. Chiesta anche un'assoluzione

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Al termine della requisitoria, il pm di Matera Annunziata Cazzetta ha chiesto otto condanne, con pene comprese tra quattro anni e due anni e sei mesi di reclusione, e una assoluzione, per nove persone coinvolte, a vario titolo, nel crollo di due edifici in vico Piave che l’11 gennaio 2014 causò la morte di due persone, Dina Antonella Favale e Vito Nicola Oreste.

Le richieste di condanna a quattro anni di reclusione, formulate davanti al giudice monocratico Rosa Bia, riguardano Paolo Francesco Andrisani, titolare di una ditta esecutrice di lavori, l’architetto Rossella Bisceglie, progettista di opere architettoniche e direttrice dei lavori, e l’ingegner Francesco Paolo Luceri, progettista delle opere strutturali e direttore dei lavori di realizzazione. Tre anni di reclusione sono stati chiesti per l’ingegner Emanuele Lamacchia Acito, strutturista addetto all’ufficio opere pubbliche del Comune di Matera, Delia Maria Tommaselli (dirigente del Comune di Matera del settore opere pubbliche), per l’ingegner Francesco Paolo Tataranni (dirigente del settore gestione del territorio della stessa amministrazione) e per Rosa Andrulli, proprietaria di uno degli immobili dello stabile. Due anni a sei mesi sono stati chiesti per Nicola Andrisani, proprietario di un immobile al pianterreno nel quale erano stati attivati lavori di riqualificazione. Il pm ha chiesto, infine, l’assoluzione, per non aver commesso il fatto, per Eustachio Andrulli, proprietario di un altro immobile. Il processo riprenderà il 5 novembre con le arringhe dei difensori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie