Lunedì 10 Dicembre 2018 | 23:11

NEWS DALLA SEZIONE

Occupazione
Matera, nella sala ricevimenti 19 su 29 lavoravano in nero

Matera, nella sala ricevimenti 19 su 29 lavoravano in nero

 
l’indagine
Giovani lucani più social, più soli

Giovani lucani più social, più soli

 
estate 2019
Matera, due spiagge per ospitare il concerto di Jovanotti

Matera, due spiagge per ospitare il concerto di Jovanotti

 
Turismo
Matera 2019, tra Presepe vivente e Sassi c'è il tutto esaurito

Matera 2019, tra Presepe vivente e Sassi c'è il tutto esaurito

 
Nel Materano
Vendevano scarpe e vestiti contraffatti: denunciati 2 rumeni a Ferrandina

Vendevano scarpe e vestiti contraffatti: denunciati 2 rumeni a Ferrandina

 
Il provvedimento
Matera 2019: in città potenziati organi di polizia

Matera 2019: in città potenziati organi di polizia

 
L'artista lucano a Roma
Matera, il presepe di Franco Artese per il Presidente Mattarella

Matera, il presepe di Franco Artese per il Presidente Mattarella

 
Nel Materano
Faceva prelievi con il bancomat dell'anziano a cui badava: denunciato 57enne

Faceva prelievi con il bancomat dell'anziano a cui badava: denunciato 57enne

 
L'operazione della Gdf
Scommesse illegali, tre persone denunciate nel Materano

Scommesse illegali, tre persone denunciate nel Materano

 
Capitale della cultura 2019
Matera, commerciante abbandona rifiuti per strada: multa da 600 euro

Matera, commerciante abbandona rifiuti per strada: multa da 600 euro

 

Iniziativa Istituto Superiore Sanità

Comuni nuclearizzati: monitorati ambiente e salute

Sono Nova Siri, Policoro, Rotondella, Tursi e Scanzano Jonico

Comuni nuclearizzati: monitorati ambiente e salute

L’Istituto superiore della sanità (Iss), l’organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale posto sotto la vigilanza del ministero della salute, redigerà il primo Monitoraggio dell’ambiente e della salute nei comuni nuclearizzati della Basilicata (Rotondella, Nova Siri, Tursi e Policoro) più quello di Scanzano Jonico, inserito per continuità. Lo ha confermato ieri il sindaco Enrico Mascia (centrosinistra) di ritorno dall’incontro con i dirigenti dell’Iss svoltosi a Roma venerdì scorso. «L’accordo – ha detto il primo cittadino – è cosa fatta. Andrà solo perfezionato il contratto da firmare a dicembre. Firma a cui sarà interessata anche la Provincia. A gennaio 2019 l’avvio dei lavori con un primo trimestre di studio ed approfondimento della letteratura e dei luoghi. Seguiranno gli 8-9 mesi della fase operativa.

Da ultimo, per negli altri restanti 6 mesi, sarà redatto il rapporto finale. Prima di firmare il contratto, però, incontrerò gli altri sindaci, che già conoscono, tuttavia, i punti dell’intesa, ed il presidente della Provincia, Piero Marrese. Il mio Comune impegnerà i 120 mila euro sufficienti per il piano. Se serviranno altri fondi interverranno gli altri enti che pure prendono i fondi della compensazione ambientale per avere nel territorio il sito Itrec della Trisaia. Nella prossima settimana, poi, incontrerò le associazioni ambientaliste per illustrare loro il contenuto dell’accordo chiedendo di farsi parte attiva nella redazione del monitoraggio. Incontrerò anche le organizzazioni sindacali agricole per la parte che riguarda il possibile impatto su ambiente e salute delle attività del settore primario».

Insomma, attorno all’arrivo dell’Iss nel Metapontino c’è “lavorio” in corso. Ma quali sono le linee di monitoraggio individuate dal gruppo di lavoro insediato a Roma? Eccole: valutazione della qualità delle acque destinate al consumo umano e delle acque sotterranee, in relazione alla presenza di inquinanti chimici; valutazione della trasmissione suolo-piante di inquinanti chimici e della contaminazione dei fanghi; stime del rischio per la salute umana attraverso modelli tossicologici; stime del rischio per la salute associate a sorgenti di radiazioni ionizzanti nelle matrici ambientali sulla base delle evidenze ad oggi disponibili; studio delle cause di morte, di ospedalizzazione e dell’incidenza di tumori nell’area in esame.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400