Venerdì 18 Ottobre 2019 | 00:29

NEWS DALLA SEZIONE

I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'intesa
Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

Casarano, salvi i 423 posti di lavoro call center Enel per mercato libero

 
Incidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
in salento
Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

Muore a 79 anni Marcello, fratello di Don Tonino Bello

 
era in ospedale
Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

Gallipoli, morte sospetta di una prof 78enne: 24 indagati

 
nel Leccese
Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

Maglie, piante di marijuana in un terreno e droga in casa: denunciato 32enne

 
nel salento
Veglie incendio distrugge agenzia funebre, cc: «È doloso»

Veglie incendio distrugge agenzia funebre, cc: «È doloso»

 
nel salento
Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

Nardò, 16enne cade facendo parkour: in coma

 
il caso
Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

 
Eccellenze pugliesi
Diagnosi veloce del Parkinson grazie a un algoritmo: nel team di ricerca anche un salentino

Diagnosi veloce del Parkinson grazie a un algoritmo: nel team di ricerca anche un salentino

 
dal 24 al 27 ottobre
Torna a Lecce Conversazioni sul Futuro: tra gli ospiti Pistoletto, famiglia Regeni, il Pulitzer Kertzer

Torna a Lecce Conversazioni sul Futuro, con Pistoletto, famiglia Regeni, il Pulitzer Kertzer

 

Il Biancorosso

Domenica
Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceI soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
PotenzaL'incontro
Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

 
FoggiaLa decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
BariLa causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
TarantoLunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 
BrindisiLe indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 

i più letti

Dopo la carica della Polizia

Sindaco Melendugno
«Oggi è una giornata triste»

Sindaco Melendugno«Oggi è una giornata triste»

«Oggi è una giornata triste per la democrazia». Così il sindaco di Melendugno (Lecce), Marco Potì, commenta quanto avvenuto nel suo territorio dove le forze dell’ordine hanno caricato le persone (una cinquantina) che si trovavano davanti ai cantieri di Tap per protestare contro l'espianto di 200 ulivi (che saranno successivamente reimpiantati nell’area) e la realizzazione del gasdotto.
«La situazione - racconta Potì che da questa mattina presto è sul posto insieme ad altri sindaci e a consiglieri regionali - è relativamente tranquilla. E’ stato formato un triplo cordone di uomini delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa e ci sono camionette della polizia e elicotteri. Un dispiegamento di forze dell’ordine non indifferente. Quando sono avvenute le cariche della polizia io stavo lì, sono stato allontanato insieme a sei sindaci con fascia, a consiglieri regionali, c'erano donne, bambini, disabili». «Quello che è accaduto - aggiunge il sindaco - è molto grave ed è avvenuto perchè il capo di una società privata che si chiama Michele Elia ha chiesto e ottenuto la protezione dello Stato italiano per fare la sua attività e lo Stato italiano ha inteso assecondarlo malgrado il parere negativo di istituzioni e cittadini: chiedevamo di sospendere le attività di espianto degli ulivi fino al chiarimento di tutte le procedure, invece Elia è più forte di tutti noi». «Ci siederemo presto con la Regione a un tavolo tecnico e politico, continueremo a vigilare nella procedura e nella legalità», afferma Potì. «La Regione - aggiunge il sindaco - vuole concentrarsi sulla fase che era oggetto delle nostre contestazioni, perchè del tunnel di tre metri di diametro di cemento armato nella zona di approdo non è dimostrata la concreta fattibilità perchè c'è sabbia e acqua e ci sono habitat sottomarini protetti e questo non è approvato dal dipartimento di valutazioni ambientali del ministero dell’Ambiente, è in procedura di valutazione, non ha il progetto approvato. Quindi ora fanno l’espianto degli ulivi e poi si devono fermare: una vera e propria assurdità. Noi faremo una battaglia nella procedura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie