Mercoledì 18 Settembre 2019 | 04:48

NEWS DALLA SEZIONE

Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

Dopo la carica della Polizia

Sindaco Melendugno
«Oggi è una giornata triste»

Sindaco Melendugno«Oggi è una giornata triste»

«Oggi è una giornata triste per la democrazia». Così il sindaco di Melendugno (Lecce), Marco Potì, commenta quanto avvenuto nel suo territorio dove le forze dell’ordine hanno caricato le persone (una cinquantina) che si trovavano davanti ai cantieri di Tap per protestare contro l'espianto di 200 ulivi (che saranno successivamente reimpiantati nell’area) e la realizzazione del gasdotto.
«La situazione - racconta Potì che da questa mattina presto è sul posto insieme ad altri sindaci e a consiglieri regionali - è relativamente tranquilla. E’ stato formato un triplo cordone di uomini delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa e ci sono camionette della polizia e elicotteri. Un dispiegamento di forze dell’ordine non indifferente. Quando sono avvenute le cariche della polizia io stavo lì, sono stato allontanato insieme a sei sindaci con fascia, a consiglieri regionali, c'erano donne, bambini, disabili». «Quello che è accaduto - aggiunge il sindaco - è molto grave ed è avvenuto perchè il capo di una società privata che si chiama Michele Elia ha chiesto e ottenuto la protezione dello Stato italiano per fare la sua attività e lo Stato italiano ha inteso assecondarlo malgrado il parere negativo di istituzioni e cittadini: chiedevamo di sospendere le attività di espianto degli ulivi fino al chiarimento di tutte le procedure, invece Elia è più forte di tutti noi». «Ci siederemo presto con la Regione a un tavolo tecnico e politico, continueremo a vigilare nella procedura e nella legalità», afferma Potì. «La Regione - aggiunge il sindaco - vuole concentrarsi sulla fase che era oggetto delle nostre contestazioni, perchè del tunnel di tre metri di diametro di cemento armato nella zona di approdo non è dimostrata la concreta fattibilità perchè c'è sabbia e acqua e ci sono habitat sottomarini protetti e questo non è approvato dal dipartimento di valutazioni ambientali del ministero dell’Ambiente, è in procedura di valutazione, non ha il progetto approvato. Quindi ora fanno l’espianto degli ulivi e poi si devono fermare: una vera e propria assurdità. Noi faremo una battaglia nella procedura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie