Venerdì 20 Maggio 2022 | 00:17

In Puglia e Basilicata

Turismo

Salento, lidi più cari ma non dappertutto:«Pesano gli aumenti generali»

Gallipoli, 73enne muorementre fa il bagno

Ritocchi dei prezzi sia sulla costa adriatica che su quella ionica. Ma le prenotazioni sono in crescita

13 Maggio 2022

Giuseppe Albahari

Previsioni meteo finalmente buone per la tintarella, dopo l’accoppiata maggio-nuvole che ha caratterizzato i pregressi fine settimana, a cominciare dal primo maggio, giorno canonico - ordinanza regionale docet - della riapertura dei lidi. I titolari degli stabilimenti sono ottimisti. Hanno motivo di confidare in una stagione da “sold out”, mentre rassicurano i potenziali fruitori che non vi sarà alcun caro-spiagge. Semmai, qualche ritocco dei prezzi.

«L’anno scorso, la voglia di mare e di libertà è esplosa subito dopo il lockdown e si è lavorato bene fino da giugno - dice Gaetano Gallo, titolare dello Zeus Bach di Gallipoli, - ma comunque anche quest’anno i contatti confermano un trend positivo e confidiamo in un buon luglio e in un agosto da tutto esaurito. Malgrado gli aumenti che tutti conosciamo, i prezzi rimarranno invariati: per un ombrellone con due lettini, 10 euro al giorno in bassa stagione, da 25 a 35 in luglio e fino a 50, ma in prima fila, in agosto».

Tra gli aumenti, anche il costo delle concessioni demaniali marittime, cresciuto dell’8 per cento, oltre quello dell’energia elettrica che incide fortemente sul bilancio stagionale; tanto che Giuseppe Mancarella, della Cna Balneari, ha già fatto una simulazione che li ha visti lievitare dai 18mila euro dell’anno scorso ai 45mila euro di quest’anno. In ogni caso, assicura che, salvo ritocchi che qualche gestore ha preannunciato nell’ordine di un paio di euro, la quasi totalità degli associati confermerà le tariffe. Per la sua spiaggia, il costo - sempre per un ombrellone con due lettini - sarà di 10-15 euro in bassa stagione per poi salire a 20-25 euro.

Situazione meno omogenea per gli aderenti alla Fdi-Confimprese Demaniali Italia, il cui presidente, Mauro Della Valle, prevede tanto ritocchi, quanto “rivisitazioni” che potrebbero raggiungere il 10 per cento per i servizi di spiaggia e il 20 per la ristorazione. Per il suo Soleluna Lido a San Cataldo di Lecce, il costo delle attrezzature anzidette in alta stagione è di 20-25 euro, partendo dagli iniziali 10-15 euro.

Anche Sandro Portaccio, presidente provinciale Sib-Sindacato Italiano Balneari, parla di “ritocchi di prezzi da parte dei consociati, sia delle costa ionica, sia di quella adriatica, che registrano un andamento di contatti e prenotazioni migliore rispetto all’anno scorso, con previsioni ottimali per l’intera stagione”. Nella sua spiaggia, Lido Pizzo a Gallipoli, la tariffa giornaliera, sempre per le anzidette attrezzature, è di 32 euro in bassa e 42 euro in alta stagione.

A proposito di prezzi, vox populi vuole che Porto Cesareo ambisca quest’anno alla bandiera del lido dalle tariffe più costose. Fabrizio Marzano, titolare del “Bacino Grande”, non commenta e conferma invece che nel suo lido i prezzi saranno solo ritoccati, soddisfatto perché “si cominciano a vedere i turisti e ci sono molte richieste e prenotazioni già da giugno”. I prezzi giornalieri per un ombrellone con due lettini? Dai 20-25 euro in bassa stagione, ai 50 in luglio e 60 ad agosto.

Le previsioni dei lidi riflettono, in maniera anche diretta, quelle alberghiere. «La mia spiaggia è utilizzata per l’80 per cento dalle strutture ricettive e anch’esse prevedono di ritornare ai livelli pre-pandemia», dice infatti Gianfranco Congedo, titolare del Lido Balnearia di Otranto. Malgrado gli aumenti, conta sul maggiore numero di ombrelloni consentito dal dopo-pandemia per non aumentare i prezzi giornalieri di ombrellone e due lettini: 15 euro in bassa stagione, 24 e 30, rispettivamente in luglio e agosto. «In ogni caso - aggiunge - le prenotazioni seguono un trend positivo che ci rende fiduciosi di potere superare le presenze dell’anno scorso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725