Domenica 08 Dicembre 2019 | 19:27

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
Il caso
Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

 
Il provvedimento
Otranto, Comune non smonta i pontili: scatta il sequestro, via le barche entro un mese

Otranto, Comune non smonta i pontili: scatta il sequestro, via le barche entro un mese

 
L'indagine
Taviano, bimbo scomparso nel 1977: si cercano i resti in un pozzo

Taviano, bimbo scomparso nel 1977: si cercano i resti in un pozzo

 
Sanità
Lecce, al via screening gratuiti per la prevenzione del tumore del colon retto

Lecce, al via screening gratuiti per la prevenzione del tumore del colon retto

 
Il verdetto
Gallipoli, «furbetto del cartellino» in ospedale: condannato a un anno e 11 mesi

Gallipoli, «furbetto del cartellino» in ospedale: condannato a un anno e 11 mesi

 
Operazione della Polizia
Gallipoli, scoperta fabbrica abusiva fuochi d'artificio: arrestati padre e figlio

Gallipoli, scoperta fabbrica abusiva fuochi d'artificio: arrestati padre e figlio

 
Il giallo»
Carmiano, «scompare» il presepe davanti al Comune sciolto per mafia

Carmiano, «scompare» il presepe davanti al Comune sciolto per mafia

 
Operazione dei Cc
Lecce, banda di rom svaligiava le case: due arresti anche a Napoli

Lecce, banda di rom svaligiava le case: due arresti anche a Napoli

 
Ad Alezio
Gallipoli, i cartapestai traslocano e il Carnevale è salvo

Gallipoli, i cartapestai traslocano e il Carnevale è salvo

 
A San Cesario
Lecce, ex medico dona casa ai familiari dei malati

Lecce, ex medico in pensione dona casa ai familiari dei malati

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Bari, operazioni aggancio al Potenza. Segui la diretta dalle 17.30

Bari, operazione aggancio al Potenza. Segui la diretta dalle 17.30

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa cena del cuore
Metti una sera a cena con i bimbi autistici dietro i fornelli

Metti una sera a cena a Bari con i bimbi autistici dietro i fornelli

 
BatNuoto
La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

 
FoggiaL'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 
PotenzaL'intervista
Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

Cappelli: «Il Capodanno Rai ci ha fatto scoprire Potenza»

 
HomeIl siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
LecceL'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

la svolta

Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

Fu trovato il 22 giugno del 2015 nelle campagne di Acquarica del Capo

Dj salentino impiccato, indagata la pm

Rivela nuove sorprese l’esame del telefono cellulare di Ivan Ciullo, in arte «Navi», il dj trovato impiccato a un albero di ulivo il 22 giugno del 2015 nelle campagne di Acquarica del Capo, nel Leccese. Una dettagliata perizia voluta dalla famiglia ha fatto scoprire, a quanto si apprende, che il cellulare di Ivan alle 19.09 si trovava nel centro di Taurisano e non nella campagna di Acquarica del Capo, dove è stato ritrovato il corpo e dove invece la sua macchina si era fermata senza più muoversi alle 17.13, come testimonia il satellitare installato nell’auto.

La perizia avrebbe portato alla luce importanti dati cancellati, sugli ultimi due giorni di vita di Ivan, facendo emergere significative contraddizioni rispetto sia al lavoro svolto dagli inquirenti, sia alle dichiarazioni rese dall’uomo con cui Ivan aveva avuto una relazione travagliata, unico indagato nell’inchiesta per istigazione al suicidio.
L’ingegnere Luigina Quarta, il consulente nominato dai genitori di Ivan, ha depositato alla Procura di Lecce un’integrazione della consulenza tecnica informatica di 15mila pagine svolta sul telefono cellulare in uso ad Ivan da cui per la prima volta é stato estratto il gps. Si tratta di una integrazione in cui, come richiesto dal pm Maria Vallefuoco, che ha riaperto l’inchiesta dopo due archiviazioni da parte del primo magistrato inquirente Carmen Ruggiero, si analizza tutto delle date del 20, 21 e 22 giugno, quando è stato scoperto il corpo di Ivan appeso a un albero.

Secondo i medici legali nominati dalla Procura, Ivan sarebbe morto intorno alle 18, sei ore prima di quanto sostengono invece i periti nominati dalla famiglia convinti che non sia morto suicida, ma strangolato.
«I nuovi elementi che stanno emergendo ci fanno essere fiduciosi - commenta il legale della famiglia, Walter Biscotti - in quanto cambiano decisamente i contorni dell’inchiesta, dando nuovo impulso alle indagini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie