Lunedì 25 Maggio 2020 | 22:49

NEWS DALLA SEZIONE

Il rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Festa
VIDEO EMMA MARRONE

Buon compleanno Emma Marrone: e si canta da sola il «Tanti auguri»

 
ripartenza
Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli

Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli Pulsano, sindaco rinvia apertura spiagge libere

 
L'INTERVISTA
Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

 
Sanità
Ospedale di S. Giuseppe

Copertino, parte domani la rinascita dell’ospedale Greco

 
In Salento
Andrano, sub 28enne si immerge per battuta di pesca e scompare: scattano le ricerche

Tragedia ad Andrano, sub 28enne si immerge per battuta di pesca e scompare: ritrovato morto

 
La foto virale
Magico, nel porto di Castro le barche non galleggiano, volano

Magico Salento, nel porto di Castro le barche non galleggiano, volano

 
La decisione
Fase 2 a Lecce, troppi pedoni per strada e allora si chiudono le strade

Fase 2 a Lecce, troppi pedoni per strada e allora si chiudono le strade

 
Il processo
Gabriele Manca

Lizzanello, in tre rischiano l’ergastolo per l’omicidio del 21enne Manca

 
Nel salento
Otranto e Gallipoli, Lidi balneari: pronti, via Lunedì le prime aperture

Fase 2, a Otranto e Gallipoli lidi balneari pronti: al via lunedì le prime aperture

 
La lettera
Strage Capaci, la sorella di Montinaro caposcorta di Falcone: «Tuo esempio è mio impegno»

Strage Capaci, la sorella di Montinaro, caposcorta salentino di Falcone: «Tuo esempio è mio impegno»

 

Il Biancorosso

SERIE C

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa meno paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'ordinanza
Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

 
TarantoLa provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
BrindisiSanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
BariLa richiesta
Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

 
FoggiaA Borgo Mezzanone
Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

 
LecceIl rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Batnella bat
Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

 

i più letti

Il caso

Lecce, il Comune «chiude» Lidl. L'azienda amareggiata: abbiamo investito

Il Consiglio di Stato aveva rinviato la discussione al 17 ottobre per consentire una eventuale intesa fra le parti, oggi il provvedimento

Lecce, il Comune «chiude» Ldil. L'azienda amareggiata: abbiamo investito

Il Comune di Lecce ha disposto la «chiusura» forzata di Lidl in viale della Libertà, a Lecce, al centro di un contenzioso amministrativo in fase di svolgimento dinanzi al Consiglio di Stato. In una nota l’Azienda - che parla di «interruzione forzata dell'attività» disposta questa mattina - precisa «di non comprenderne modalità e tempi, in quanto si poneva in fiduciosa attesa della decisione del Consiglio di Stato che, lo scorso giovedì, aveva rinviato l’udienza al 17 ottobre concedendo ulteriore tempo, affinché le parti potessero giungere ad una soluzione condivisa che sanasse la vicenda. Lidl Italia - è scritt a- sottolinea nuovamente di aver agito sulla base di un Permesso a Costruire e di una Autorizzazione Amministrativa rilasciati proprio dal Comune di Lecce».

I giudici del Consiglio di Stato, ricordiamo, hanno rinviato l’udienza per l’esame della richiesta di annullamento della ordinanza dirigenziale del 23 luglio scorso che impone alla struttura di via del mare lo smaltimento della merce, in vista della chiusura, come stabilito dalla stessa magistratura amministrativa che ha annullato il permesso a costruire e le licenze.

L’Azienda si dichiara quindi profondamente delusa: «ha effettuato un significativo investimento economico sul territorio pugliese, autorizzato dal Comune di Lecce, che aveva portato alla creazione di 15 posti di lavoro e ad un servizio commerciale sul territorio consolidato da ormai più di 3 anni, in un momento storico in cui tutti lamentano il decrescere degli investimenti nel Mezzogiorno. Lidl Italia valuterà ora le azioni necessarie nelle sedi più opportune per tutelare i propri diritti».

Il caso arriverà in Consiglio. La riunione congiunta delle commissioni consiliari Attività produttive ed Urbanistica, l’altro ieri, ha messo sul tavolo tutte le difficoltà di soluzione di una questione che non riguarda solo la sede di via del mare del colosso tedesco ma anche altre strutture - sembra siano cinque - realizzate su un’area destinata a servizi pubblici, diversa da quella commerciale. Un fatto per il quale il Consiglio di Stato - sul ricorso della Discoverde - ha ritenuto necessaria la chiusura, anche se Lidl ha contestato davanti ai giudici l’ordinanza comunale di smaltimento delle merci residue. Questo l’argomento dell’udienza di giovedì al Consiglio di Stato, che è stata aggiornata.

Nel frattempo, in Municipio si cerca una soluzione, quale può essere il pagamento, da parte di Lidl, di una maxi sanzione: una soluzione che potrebbe essere estesa agli altri supermercati che hanno avuto una licenza incongrua.

La questione, però, non è affatto semplice, ed è stata demandata all’attento esame degli uffici. «E però non saranno gli uffici a decidere - spiega Gianpaolo Scorrano, consigliere di “Adriana Poli Bortone sindaco” - A mia precisa domanda, l’assessore ha risposto che la questione andrà portata in Consiglio. Bene: è auspicabile che si arrivi in Aula con una posizione condivisa tra Lidl e Discoverde, un accordo transattivo. Viceversa, senza posizioni chiare e punti fermi, sarebbe veramente difficile assumersi responsabilità».

La questione è certamente delicata e complessa e, per gli elementi che si hanno a disposizione al momento, dice Federico Pastore, di Confcommercio, attiene alle norme urbanistiche e non commerciali. «Attendiamo di sapere di più, al riguardo» dice.
«Indubbiamente è un fatto grave - dice il direttore di Confesercenti, Antonio Schipa - che danneggia tutti: la società portata in Tribunale, quella che ha promosso il contenzioso, il Comune. In una parola: la collettività. È innegabile che le amministrazioni comunali, tutte e senza distinzione, si siano sempre mostrate propense ad autorizzare medie e grandi strutture di vendita. Invece, abbiano mostrato poca attenzione ai piccoli esercenti. Un tempo c’era un limite, poi è seguita la liberalizzazione. Ma ritengo - continua Schipa - che comunque si possa procedere con una programmazione che tenga conto delle esigenze di tutte le categorie, cercando di raggiungere un certo equilibrio e delle esigenze di mercato. Una cosa è certa - conclude il direttore di Confesercenti - che non avevamo bisogno di ulteriori grandi strutture di vendita: il mercato è saturo già da tempo».
La commissione consiliare tornerà a riunirsi martedì prossimo, quando affronterà la questione Lidl e altre strutture a rischio nell’ambito del Piano generale del commercio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie