Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 01:56

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione del gip
Omicidio Noemi, disposte nuove indagini su madre e padre fidanzato killer

Omicidio Noemi, disposte nuove indagini su madre e padre fidanzato killer

 
Gli imprenditori turistici si alleano
Gallipoli, svolta per il turismo locale: nasce «Rete Imprese Salento»

Gallipoli, svolta per il turismo locale: nasce «Rete Imprese Salento»

 
Fino al 6 gennaio
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
Procura di Lecce
Presunti reati ambientali in cantieri Tap: 15 indagati

Tap, reati ambientali in cantieri gasdotto: 15 indagati da procura Lecce

 
Nel Leccese
Specchia, colpi di pistola contro l'auto del prete antimafia

Specchia, colpi di pistola contro l'auto del prete antimafia

 
Il referendum
Presicce - Acquarica del Capo unico comune: vince il Sì

Presicce - Acquarica del Capo unico comune: vince il Sì

 
Nel Leccese
Lizzanello, carabinieri scoprono presunta casa di riposo per anziani abusiva

Lizzanello, carabinieri scoprono presunta casa di riposo per anziani abusiva

 
Seggi aperti nel Leccese
Presicce-Acquarica del Capo unico comune? Oggi il referendum

Presicce-Acquarica del Capo unico comune? Oggi il referendum

 
Il report
Comuni ricicloni, nel Salento brillano ancora in pochi

Comuni ricicloni, nel Salento brillano ancora in pochi

 
Sulla Ugento-Casarano
Incidente stradale in Salento: muore mamma 31enne

Incidente stradale in Salento: muore mamma 31enne

 
Orrore nel Salento
Lecce: violentò la figlia per 20 anni e nacque bimba, arrestato

Lecce: violentò la figlia per 20 anni e nacque bimba, arrestato

 

Ha problemi psichiatrici

Lecce, maghrebino dà fuoco
a cella in carcere: 4 intossicati

Le esalazioni hanno interessato quattro agenti intervenuti per spegnere l'incendio

Lecce, maghrebino dà fuocoa cella in carcere: 4 intossicati

Un detenuto maghrebino di 30 anni ha appiccato il fuoco nella propria cella nel carcere Lecce provocando l’intossicazione di quattro agenti di polizia carceraria intervenuti per spegnere l’incendio. Lo rende noto l’ Osapp Puglia. L’uomo affetto da problemi psichiatrici era arrivato nell’istituto di Borgo San Nicola dopo il trasferimento da un altro istituto penitenziario.
I poliziotti sono rimasti intossicati mentre spegnevano l'incendio dopo avere messo in salvo gli altri reclusi. Portati al pronto soccorso dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, gli agenti sono stati poi dimessi con prognosi di cinque giorni al massimo. L'Osapp chiede nella nota «un’urgente ispezione ministeriale per le gravi carenze di personale del penitenziario».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400