Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 06:13

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LA VIGILIA

"Col Bari si respirerà aria da serie Ae noi della Turris siamo pronti al meglio"

"Col Bari si respirerà aria da serie A
e noi della Turris siamo pronti al meglio"

Il presidente campano Colantonio parla della partita più importante del campionato

«Il Bari ci farà respirare un’aria da serie A: saremo all’altezza». È solenne la promessa di Antonio Colantonio. L’imprenditore di Torre del Greco, patron della Meridionale Alluminio, è entrato due anni fa nel club corallino. Con il chiaro obiettivo di sognare in grande. Non a caso, la Turris era la favorita per la vittoria del girone I di serie D. Prima che nel raggruppamento piombasse il Bari. La compagine campana, infatti, ha un ruolino di marcia di tutto rispetto, pur inseguendo i biancorossi a dodici lunghezze di distanza (con un match da recuperare): basti pensare che dalla quarta giornata in poi, lo score dei torresi è identico a quello dei galletti. Eppure, la sfida in programma domani al «Liguori» potrebbe mandare in pratica di archivio il discorso promozione. Oppure riaprire clamorosamente i giochi. La cittadina campana attende con trepidazione l’evento. Ed il presidente della Turris descrive così queste ore di fibrillante attesa. «Finalmente si gioca. Di questo confronto si parla fin da inizio campionato. Ho il cuore diviso a metà: da una parte è un onore ospitare una compagine blasonata come il Bari, dall’altro so che ci aspetta una gara durissima». Prima contro seconda. Il rischio è che il match sia accompagnato da forti tensioni. «Non sarà così. Torre del Greco è una città generosa e lo dimostreremo. Noi stiamo organizzando una festa perché così vogliamo vivere un grande evento di sport, mostrando ad una piazza come Bari ed alla sua tifoseria che siamo una società a cui non manca nulla. Il rimpianto, piuttosto, è avere uno stadio ad agibilità ridotta perché un incontro di tale calibro avrebbe registrato il tutto esaurito. «Daremo battaglia, consci della forza della nostra squadra. Accetteremo comunque il verdetto del campo. Con il Bari non mi sono mai confrontato: è evidente che sia una compagine di altra categoria. Tuttavia, non mi va nemmeno di arrendermi prima che lo decreti la matematica. Se saranno i biancorossi a vincere il campionato, affronteremo con massima determinazione i playoff in modo aumentare le chance di un eventuale ripescaggio in C». L’avvento del Bari nel girone I non è stato gradito dalla Turris e spesso lo avete sottolineato. Qual è il suo pensiero in merito? «È opportuno chiarire. Non ho nulla contro il Bari. Anzi: da meridionale sono dispiaciuto per il dramma sportivo vissuto da una città che merita ben altri palcoscenici. Ma mettetevi nei miei panni: abbiamo allestito una squadra per il massimo obiettivo e poi ci ritroviamo a competere con una corazzata dalle infinite possibilità economiche. In tal senso, il Bari è stato la “sventura” mia come sarebbe capitato a qualsiasi altro presidente di serie D. Ma ormai è successo e non si può far altro che continuare a lottare: avrei potuto ridimensionare l’organico tra dicembre e gennaio, invece l’ho rinforzato per non lasciare nulla di intentato». Da campano, come valuta il progetto della famiglia De Laurentiis? «Nella disperazione a Bari sono stati fortunati a ripartire con una proprietà forte, illuminata, circondata da professionisti che sanno fare calcio. Non ho dubbi che i galletti torneranno a stretto giro in alto. Il percorso sarà molto più lento per altre nobili decadute: basti vedere le sofferenze che sta attraversando l’Avellino, solo per citare un esempio». E la sua Turris dove vuole arrivare? «Dialoghiamo con le istituzioni affinchè lo stadio sia messo a regime. Se sarà realizzata almeno questa condizione, non porremo limiti alle ambizioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

"Tutti insieme per il gran finale"la società chiama a raccolta i tifosi

"Tutti insieme per il gran finale" la società chiama a ...

 
Bari, è conto alla rovesciadieci tappe verso la serie C

Bari, è conto alla rovescia dieci tappe verso la serie ...

 
Cornacchini: "Un vantaggio importanteLe nostre qualità superiori emergono"

Cornacchini: "Un vantaggio importante Le nostre qualità...

 
Pozzebon, il classico lavoro sporcoHamlili, gran recuperatore di palloni

Pozzebon, il classico lavoro sporco Hamlili, gran recup...

 
Simeri e il pallonetto delizioso"Cerco di dare sempre il massimo"

Simeri e il pallonetto delizioso "Cerco di dare sempre ...

 
Di Cesare, il bomber aggiuntoL'obiettivo è la doppia cifra

Di Cesare, il bomber aggiunto L'obiettivo è la doppia c...

 
Bari, un pugno sul tavoloe le mani sulla serie C

Bari, un pugno sul tavolo
e le mani sulla serie C

 
Conracchini: "Nella ripresa abbiamo dilagatoPozzebon ha giocato bene e si è sacrificato"

Cornacchini: "Nella ripresa abbiamo dilagato Pozzebon h...