Giovedì 27 Giugno 2019 | 06:29

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Salomonicamente vostro

Niente drammi, diamo tempo a Cornacchini

Niente drammi, diamo tempo a Cornacchini

Dopo il pari Marsala

Anch’io ho intercettato qualche mugugno per il pareggio di Marsala. Ho grande rispetto per i tifosi che sono poi in larga parte i miei ascoltatori e lettori perché come sostengo da sempre, sono loro gli unici veri paganti nel circo del calcio. Come tali hanno diritto di applaudire, di fischiare, di commentare, insomma di esprimere la loro opinione.

A chi mugugna per il pari di Marsala vorrei però ricordare che i numeri al momento sono ampiamente dalla parte del Bari e di chi sta lavorando per ricostruire dalle macerie. Il primato in classifica, i 14 gol fatti, i soli due subiti, l’imbattibilità in campionato, sono dati indiscutibili e non possono essere posti in secondo piano.

Il Bari ha rallentato, questo si, ma non si è fermato, che sarebbe cosa diversa. Perché questo rallentamento? Intanto prendiamo atto che lo spessore delle squadre che compongono questo girone I, non è omogeneo. Credo sia evidente a tutti come il valore tecnico di Turris e Marsala sia completamente diverso dalle squadre che il Bari ha affrontato nei primi quattro turni.

La squadra lamenta, secondo me, ancora problemi nella costruzione del gioco e negli equilibri fra centrocampo e attacco. Sottolineo «ancora» perché sono convinto che Cornacchini saprà risolverli nel migliore dei modi sfruttando al massimo le potenzialità di una rosa e di un collettivo che tutti, allenatore compreso, ritengono il migliore del girone.

Sono sincero: non credo che le cause risiedano nel ritardato inizio della preparazione o nella scarsa praticabilità dei campi su cui si gioca. Penso, più ragionevolmente, che Cornacchini abbia solo bisogno di altro tempo per dotare la squadra di schemi di gioco in grado di sfruttare le potenzialità di tutti. Del resto ha già due certezze: il modulo del 4-3-3 (salvo aggiustamenti in corso d’opera) e una formazione base che gli fornisce certezze e garanzie. Parlavo prima di equilibri fra centrocampo e attacco che vanno migliorati perché i lanci di cinquanta metri dalla difesa all’attacco devono sorprendere le squadre avversarie e non essere ripetitivi. Quando questo accade vuol dire che c’è una difficoltà nel proporre gioco da parte dei centrocampisti e anche degli attaccanti.

Fondamentali nel 4-3-3 sono i movimenti di chi è senza palla, la propensione a liberarsi e di mettere quindi chi ha il pallone fra i piedi in condizione di avere almeno due soluzioni alternative per proseguire. Fondamentali anche gli incroci fra gli esterni d’attacco che in questo modo non danno punti di riferimento agli avversari.

Ma il Bari ha un’altra risorsa che pochi in questa serie D possono vantare: le potenzialità di Floriano e Neglia di dribblare gli avversari e creare superiorità numerica negli ultimi 20 metri. Quando queste condizioni si saranno realizzate il Bari non solo farà punti, ma tornerà a segnare con i suoi attaccanti attraverso un gioco di qualità. Senza parlare delle geometrie di cui sono capaci Bolzoni e Brienza con improvvise verticalizzazioni (cosa ben diversa dai lanci lunghi).

In sintesi, non credo sia assolutamente il caso di drammatizzare questi due pareggi, anche perché, in verità, contro la Turris il Bari avrebbe tutto sommato meritato di vincere grazie al secondo tempo.

E chiudo con una nota personale: evidentemente è destino che a Marsala debba fare la radiocronaca in piedi. Quarantuno anni fa, come ho raccontato la settimana scorsa, raccontai la partita dal balcone di un appartamento. La storia si è ripetuta domenica scorsa in tribuna stampa ma per un motivo ben diverso: non c’erano sedie! E ditemelo, cavolo! A saperlo mi sarei portato dietro un sediolino da pic nic! Ma due ore in piedi……

Michele Salomone
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, gli esterni e la qualitàfondamentali per Cornacchini

Bari, gli esterni e la qualità fondamentali per Cornacc...

 
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea in...

 
Il tour della Puglia di Antenuccitra cene, amici e calciatori

Il tour della Puglia di Antenucci tra cene, amici e cal...

 
L'avventura riparte da BedolloBari in Trentino dal 12 al 27 luglio

L'avventura riparte da Bedollo: Bari in Trentino dal 12...

 
Schenetti, centrocampista polivalenteil Bari non molla la presa sul giocatore

Schenetti, centrocampista polivalente: il Bari non moll...

 
Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: viene dal Parma

Bari, quasi fatta per il portiere Frattali: arriva dal ...

 
Dazn e il Bari anche in serie CFunziona l'accordo in televisione

Dazn e il Bari anche in serie C: funziona l'accordo in ...

 
Bari, si aspettano gli annunci ufficialiE' cosa fatta per Kupisz, Kresic e Corapi

Bari calcio mercato: è quasi fatta per Kupisz, Kresic e...