Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 10:50

NEWS DALLA SEZIONE

l’emergenza
Lotta alla Xylella, cunette nel mirino

Lotta alla Xylella, cunette nel mirino

 
Riabilitazione sociale
Lucera, i detenuti ristrutturano la palestra del carcere

Lucera, i detenuti ristrutturano la palestra del carcere

 
il bilancio della regione
Puglia, sanità in ordine ma i tagli continuano

Puglia, sanità in ordine ma i tagli continuano: gli ospedali più piccoli verso la chiusura

 
chiesa e politica
Il forum dei Vescovi a Molfetta: «Bari e la Puglia laboratorio per la pace nel Mediterraneo»

Il forum dei Vescovi a Molfetta:
«La Puglia baricentro di pace»

 
Il consiglio nazionale
Gazzetta, Fnsi a commissari: rispettare il mandato della Procura

Gazzetta, Fnsi a commissari: rispettare il mandato della Procura su lavoro e rilancio Vd

 
Il 28 dicembre
Gazzetta del Mezzogiorno, Emiliano convoca i commissari alla Regione

Gazzetta del Mezzogiorno, Emiliano convoca i commissari alla Regione il 28

 
La decisione
Mafia e scommesse online, ai domiciliari i presunti capi clan

Mafia e scommesse online, ai domiciliari i presunti capi clan

 
La decisione
Policlinico Bari, Migliore annuncia: «stop alcune autorizzazioni intramoenia»

Policlinico Bari, Migliore annuncia: «stop alcune autorizzazioni intramoenia»

 
SERIE D
Bari, il bomber di scorta Di Cesare col vizio del gol

Bari, il bomber di scorta Di Cesare col vizio del gol

 
L'evento
Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
Il congresso
Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

Bari, summit nazionale dei penalisti: «La riforma è un errore»

 

riconoscimento

Irsina tra i borghi
più belli d'Italia

Lo ha deciso l'omonimo club su impulso dell'Associazione dei Comuni italiani

Irsina

di VINCENZO DE LILLO

IRSINA - Quello di Irsina è, unico in provincia di Matera, uno dei “Borghi più Belli d’Italia”. Lo ha deciso l’omonimo club nato nel 2001 su impulso della consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni italiani (Anci). Per essere ammessi al club occorre corrispondere ad una serie di requisiti di carattere strutturale: armonia architettonica del tessuto urbano, qualità del patrimonio edilizio pubblico e privato, vivibilità del borgo in termini di attività e di servizi al cittadino. Per l’Amministrazione comunale di Irsina guidata dal sindaco Nicola Morea «si tratta di un risultato straordinario, ottenuto lavorando duramente e in silenzio. Senza clamore, ma con atti concreti che hanno dimostrato la volontà dell’Amministrazione di investire sul centro storico, capace di attirare turisti e stranieri e di creare uno sviluppo sostenibile puntando sulle bellezze di una città che ha fatto innamorare decine di famiglie straniere decise a vivere ad Irsina: fenomeno unico in Basilicata. La città di Irsina ha ora una grande opportunità di sviluppo, appresentata da una vetrina importantissima. Occorre cogliere la chance senza tentennamenti e lavorare in maniera coesa perché si continui a migliorare ogni aspetto di una città che ha tantissime potenzialità da sfruttare».

Nella scorsa estate è stata realizzata una serie di lavori finalizzati proprio ad avanzare in maniera seria la candidatura all’ambìto Club dei Borghi più belli d’Italia (eliminazione asfalto dal centro storico, riqualificazione giardino ex convento San Francesco, completamento del restauro della Porta di Sant’Eufemia, riqualificazione dell’Arco della Divina Provvidenza, wi-fi nel centro storico, balconi ed angoli fioriti) e il Consiglio comunale ha approvato quella proposta di candidatura. Nel mese di novembre, in maniera riservata, è arrivata la visita ispettiva della Commissione che, accompagnata dall’assessore al Turismo, Giuseppe Candela, ha effettuato un’analisi accurata della città: dai regolamenti comunali alla bellezza e conservazione dei luoghi. Nei giorni scorsi il direttivo nazionale del club ha comunicato la valutazione positiva in virtù della bellezza del suo centro storico e della progettualità messa in campo recentemente per valorizzare al meglio le sue bellezze storiche e architettoniche. «Oggi – conclude Morea – siamo felici ed orgogliosi perché abbiamo creduto nel progetto, abbiamo lavorato per raggiungere il risultato ed abbiamo tagliato un traguardo di fondamentale importanza per Irsina, perché costituisce anche un nuovo punto di partenza per le importanti sfide che attendono il territorio vicino alla città di Matera nei prossimi anni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400