Sabato 14 Dicembre 2019 | 11:17

NEWS DALLA SEZIONE

assoluti
Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

 
falsi d'autore
Venduti migliaia di quadri falsi di Nino Caffè in tutta Italia: indagini a Bari, 23 rinviati a giudizio

Venduti migliaia di quadri falsi di Nino Caffè in tutta Italia: indagini a Bari, 23 rinviati a giudizio

 
il caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
Domenica 15 dicembre
Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

 
Maltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, una operata, è gravissima VD/FT

 
Economia
Banca Popolare di Bari commissariata da Bankitalia per perdite

Banca Popolare di Bari commissariata da Bankitalia per perdite patrimoniali: «Attività prosegue»

 
Trasporti
Treni, completati i lavori di raddoppio ferroviario sulla tratta Bari-Taranto

Treni, completati i lavori di raddoppio sulla tratta Bari-Taranto

 
La sentenza
Trani, uccise per scambio di persona un pescivendolo: condannato all'ergastolo

Trani, uccise per scambio di persona un pescivendolo: condannato all'ergastolo

 
La cerimonia
Olio extravergine d'oliva, la Puglia «pigliatutto» per il premio Montiferru

Olio extravergine d'oliva, la Puglia «pigliatutto» per il premio Montiferru

 
Mafia
Guerra tra clan, pianificavano agguati a Bari: chieste 11 condanne

Guerra tra clan, pianificavano agguati a Bari: chieste 11 condanne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Foggianel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
Baridonne
Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

 
Leccenel Salento
Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
BrindisiDomenica 15 dicembre
Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, una operata, è gravissima VD/FT

 

i più letti

l'allarme

Basilicata, antincendio in tilt
volontari senza soldi
«Così non andiamo avanti»

incendi in basilicata

di MASSIMO BRANCATI

La Basilicata continua a bruciare. Fioccano segnalazioni di incendi in ogni angolo della regione, dando la percezione di un’escalation. In realtà, secondo quanto raccolto da fonti dei carabinieri-forestali, dal punto di vista statistico non ci sarebbero grosse differenze rispetto a quanto accaduto negli ultimi cinque anni.

Ma il susseguirsi di roghi, con conseguente superlavoro per la macchina dei soccorsi, sta creando una situazione inedita. Da una parte i vigili del fuoco che, come abbiamo riportato ieri sul nostro giornale, sono in stato di agitazione lamentando una scarsa organizzazione e carenze nell’organico tali da impedire «il recupero psicofisico di chi è impegnato a spegnere gli incendi»; dall’altra i volontari della Protezione civile, impegnati su tutti i fronti senza un euro in tasca. Al punto che proprio ieri l’associazione Vola del capoluogo ha comunicato alla sala operativa della Protezione civile la disponibilità a intervenire soltanto su roghi che colpiscono il comune di Potenza. Il motivo? Non c’è una lira, baby. Sono state esaurite tutte le risorse economiche: manca, in sostanza, il denaro da anticipare per il carburante ai mezzi antincendio. Lo ha scritto in una mail inviata alla Regione Rocco Messina, presidente dell’associazione Vola.

È un epilogo ampiamente annunciato: dal 1° luglio a ieri l’associazione è stata attivata dalla Protezione civile per 52 incendi boschivi in tutto il territorio regionale, nonostante i volontari siano responsabili solo per il territorio comunale. Una pressione che ha portato all’esaurimento delle forze e dei soldi non solo della Vola ma di tutte le altre associazioni abilitate dal sistema antincendio della Regione. Sì, perché intervenire significa anche spendere. Un esempio? L’incendio contrada Arioso di Pignola nel giorno di ferragosto e nel giorno di San Rocco è costato alla Vola di Potenza cinque pieni di carburante del valore di circa 80 euro l'uno. Se consideriamo una media di circa tre pieni a intervento i conti sono subito fatti. E non tornano. «Abbiamo ripetutamente sollecitato la Regione Basilicata - dice Messina - per avere un anticipo delle spese di carburante in maniera da affrontare tranquillamente tutte le emergenze, ma la stessa ha sempre fatto orecchio da mercante. La convenzione firmata ci consente di intervenire dopo l'attivazione della Soap (Sala operativa della Regione) a tutti gli incendi boschivi sul territorio, sempre anticipando le spese di carburante che vengono rendicontate per poi essere trasmesse in Regione per avere rimborsi non prima dell'anno successivo».

Il pullulare di incendi, dunque, sta mettendo a dura prova l’intero sistema, «debilitato» innanzitutto dalla soppressione del Corpo Forestale dello Stato che da protagonista, sempre in prima linea, è stato declassato a semplice spettatore. La carenza di fondi sta facendo il resto, con la Regione e i Comuni che hanno cancellato il servizio di avvistamento incendi svolto da volontari posizionati sulle cime delle montagne: osservavano il territorio e davano l’allarme grazie al quale si interveniva con tempestività. Oggi si naviga a vista. Nel mare di fuoco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Leucodermis

    23 Agosto 2017 - 13:35

    E da non dimenticare le GEV della Regione Basilicata ormai messe nel dimenticatoio, queste svolgevano a livello comunale attività di avvistamento e presidio del territorio, ma la Regione Basilicata non ha mai attuato attività di aggiornamento e formazione per le GEV lasciandole piano piano morire.

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie