Lunedì 16 Settembre 2019 | 12:49

NEWS DALLA SEZIONE

Siderurgico
Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

 
tragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
L'inchiesta
Lupi e cinghiali a spasso: è allarme in Puglia

Lupi e cinghiali a spasso: è allarme in Puglia

 
Dai carabinieri
Taranto, sequestrate 6 tonnellate di buste di plastica non conformi

Taranto, sequestrate 6 tonnellate di buste di plastica non conformi

 
Dopo la paura
Bari, la madre della bimba malata di Seu ringrazia i medici dell'ospedale pediatrico

Bari, la madre della bimba malata di Seu ringrazia medici dell'ospedale pediatrico

 
Di ceglie messapica (Br)
Casamassima, fanno shopping «gratis» al centro commerciale, arrestati due giovani

Casamassima, fanno shopping «gratis» al centro commerciale, arrestati due giovani

 
Incidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
L'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 
SERIE D
Nocerina-Foggia: dopo la rissa, tensione tra i tifosi anche a fine gara

Nocerina-Foggia: dopo rissa, tensione tra tifosi anche a fine gara

 
La lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoSiderurgico
Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

 
Foggiatragedia nel Foggiano
Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

Tremiti, cade dal tetto mentre monta grondaia: muore operaio

 
Lecceincidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
MateraL'incontro
Scompenso cardiaco: impennata di ricoveri, se ne discute a Matera

Scompenso cardiaco: impennata di ricoveri, se ne discute a Matera

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BariDopo la paura
Bari, la madre della bimba malata di Seu ringrazia i medici dell'ospedale pediatrico

Bari, la madre della bimba malata di Seu ringrazia medici dell'ospedale pediatrico

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

reato lottizzazione abusiva

La masseria diventò resort
a processo ex pm di Trani
Antonio Savasta e i 2 fratelli

pm Antonio Savasta

Il pm Antonio Savasta

BARI - Avrebbero trasformato una antica masseria in un resort di lusso senza autorizzazione. Per i reati di lottizzazione abusiva e violazione del codice dei Beni culturali e del paesaggio, saranno processati a partire dal prossimo 6 luglio dinanzi al Tribunale Monocratico di Lecce, sette persone. Tra queste, l’ex pm di Trani Antonio Savasta (di recente trasferito come giudice alla Corte di Appello di Roma). 
Oltre a Savasta saranno processati i suoi fratelli Francesco Paolo ed Emilia Maria, proprietari della Masseria San Felice di Bisceglie (Bat), Angelo Sanseverino, amministratore della società che gestiva il resort, Antonio Recchia, progettista e direttore dei lavori, Giacomo Losapio, dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Bisceglie, e Giovanni Misino, responsabile del procedimento per il rilascio del permesso di costruire e del certificato di agibilità.

In particolare, secondo l’accusa, con la compiacenza di funzionari pubblici, un’area a verde sarebbe stata trasformata in una zona spianata con breccia per uso parcheggio, realizzando una tettoia di oltre 200 metri quadri al posto di un gazebo, oltre a pavimentazione non autorizzata, costruzione di muretti in cemento armato, sala ristorante, bagni e cucine.
I fatti contestati dalla magistratura salentina risalgono agli anni 2010-2013. Il procedimento penale è nato da un esposto presentato dall’imprenditore Giuseppe Di Miccoli, ex socio di Savasta. La Procura di Lecce ha inizialmente chiesto l'archiviazione dell’inchiesta alla quale si è opposta la parte offesa ottenendo l’imputazione coatta.

L’abuso edilizio contestato all’ex pm di Trani in concorso con famigliari, tecnici e funzionari pubblici, riguarda la trasformazione urbanistico-edilizia della Masseria, «immobile di interesse storico, ambientale e paesaggistico, sul quale - si legge nell’imputazione - vigeva divieto assoluto di nuove costruzioni, demolizioni e trasformazione, in una struttura turistico alberghiera» attraverso l’esecuzione, senza autorizzazioni, «di rilevanti modifiche ed ampliamenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie