Giovedì 25 Aprile 2019 | 23:56

NEWS DALLA SEZIONE

Lega Pro
Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

 
Il protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
Iniziativa nel salento
Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

 
25 aprile
Bari, lectio magistralis di Canfora in piazza: fascismo mai morto

Bari, lectio magistralis di Canfora in piazza: fascismo mai morto

 
Verso le Europee
Bari, l'imprenditore «made in Cina»: dal Sud ponte verso Ue e Oriente

Bari, l'imprenditore «made in Cina»: dal Sud ponte verso Ue e Oriente

 
Islam e politica
«Musulmani schierati a sinistra? Un errore: sono identitari e sovranisti»

«Musulmani schierati a sinistra? Un errore: sono identitari e sovranisti»

 
La polemica
Arpal, Cassano: basta processi preventivi ora denuncio. Dit: invito a nozze

Arpal, Cassano: basta processi preventivi ora denuncio. Dit: invito a nozze

 
Il caso
San Nicola, fai una grazia per le Frecce Tricolori!

San Nicola, fai una grazia per le Frecce Tricolori!

 
La decisione
Maresciallo ucciso, San Severo gli intitola una piazza

Maresciallo ucciso, San Severo gli intitola una piazza

 
Dai Carabinieri
Ricatti a luci rosse e truffe on line su cuccioli: denunciato nel Brindisino

Ricatti a luci rosse e truffe on line su cuccioli: denunciato nel Brindisino

 
L'intervista
Di Maio alla «Gazzetta»: ecco il nostro progetto per Taranto, basta emergenze

Di Maio alla «Gazzetta»: ecco il nostro progetto per Taranto, basta emergenze

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

ambiente violato

Petrolio e terremoto
Studio infiamma il dibattito

trivelle petrolio in val d'agri

POTENZA - Attività petrolifera e sismicità indotta. È un tema su cui si discute da tempo con tesi contrapposte tra esperti e sismologi.
Ma c’è davvero una relazione tra estrazioni e terremoti? Prova a dare una risposta la ricerca pubblicata su "Scientific Reports" (magazine online che si occupa di natura e scienza) che dimostrerebbe, per la prima volta in Italia, il legame tra le operazioni di re-iniezione di acque associate all’estrazione di idrocarburi e l’attivazione di faglie presenti nel sottosuolo in Val d’Agri. La ricerca è nata da un progetto richiesto dalla Regione Basilicata e assegnato all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) in partnership con l’Eni, finalizzato allo studio della sismicità della Val d’Agri.
Proprio qui, nel «cuore» del petrolio lucano, dal giugno 2006 è in atto la re-iniezione di acque di strato e a distanza di poco tempo sono avvenuti terremoti di magnitudo lieve, al massimo 2,2, interpretati come il fenomeno della sismicità indotta.
Le osservazioni sono state condotte intorno al pozzo di re-iniezione Costa Molina 2, profondo circa 4 chilometri. Si tratta, lo ricordiamo, del pozzo al centro della recente inchiesta giudiziaria sullo smaltimento di rifiuti derivanti dall’attività del centro oli di Viggiano.

«In questa particolare occasione - dice Mauro Buttinelli dell’Ingv, tra gli autori della ricerca - abbiamo avuto l’opportunità di analizzare i dati di sottosuolo della Val d’Agri in cerca di strutture da associare alla distribuzione della sismicità indotta osservata». La ricerca si basa su dati e osservazioni raccolti in Val d’Agri dal 2001 al 2014: «Siamo stati in grado di associare micro-sismi con una magnitudo massima di 2,2 ad una porzione di una faglia lunga circa 2,5 chilometri, della quale sono state riattivate delle piccole zone, delle dimensioni di 100-200 metri. Vedere la faglia e la zona attivata è stato possibile combinando dati di tipo diverso come i profili sismici a riflessione, che permettono di ottenere una sorta di radiografia del sottosuolo sulla base del modo in cui si propagano le onde sismiche, e i dati dei pozzi profondi esplorativi, con le relative stratigrafie e analisi indirette delle caratteristiche delle rocce. Questa ricerca - conclude Buttinelli - ha soprattutto contribuito ad aumentare la conoscenza scientifica sulla difficile distinzione tra terremoti naturali e indotti in zone sismogenetiche dove sono state avviate attività di sfruttamento del sottosuolo». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400