Venerdì 20 Settembre 2019 | 18:44

NEWS DALLA SEZIONE

Il rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
Finanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
Le previsioni
Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

 
Denunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
Nel Brindisino
Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

 
Il Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
Operazione Ps e vigili
Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

 
Scuola
Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

 
Cosimo Stano
Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

 
La cantante
Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

 
Negli ospedali
Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

Ugento

Rogo distrugge il furgone
per il trasporto di un disabile

Serviva ad accompagnare il ragazzo a scuola e dal fisioterapista

Rogo distrugge il furgone  per il trasporto di un disabile

di Pierangelo Tempesta

UGENTO - Le fiamme distruggono un Fiat Doblò per il trasporto di persone disabili. Il rogo è scoppiato nella notte tra mercoledì e giovedì intorno alle 2. Il mezzo, utilizzato per gli spostamenti di un ragazzo di 14 anni costretto sulla sedia a rotelle, era posteggiato in via Giovanni XXIII, non molto lontano dalla scuola elementare «Don Lorenzo Milani». Si indaga sulle cause. E non si esclude la pista dolosa.

Ad accorgersi di quello che stava accadendo sono stati i genitori del ragazzo, il commerciante ambulante Marcello Giannotta e l’infermiera Daniela Congedi. «Abbiamo udito le esplosioni dei pneumatici e dei vetri - raccontano - e ci siamo subito affacciati. Le fiamme arrivavano fin sopra al balcone». Terrorizzata, la famiglia ha immediatamente allertato il 115. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Ugento, che hanno domato le fiamme senza però poter far nulla per salvare il mezzo. Il fuoco ha danneggiato anche le facciate dell’abitazione della famiglia Giannotta e dei vicini di casa.

Le indagini sull’accaduto sono in mano ai carabinieri della Compagnia di Casarano, diretti dal capitano Clemente Errico, e della stazione di Ugento, agli ordini del luogotenente Daniele Corrado. Sono state acquisite le immagini di alcune telecamere installate nelle vicinanze e di altre posizionate sulle strade principali del paese. Tra i fotogrammi si spera di trovare tracce utili per fare luce sull’accaduto. Nelle vicinanze dell’auto non è stata trovata nessuna traccia che possa far dire con certezza che si sia trattato di un episodio doloso. Ma l’orario in cui sono scoppiate le fiamme, e il fatto che il mezzo fosse fermo ormai da diverse ore e con l’alimentazione elettrica staccata, lascia pochi dubbi. I carabinieri hanno ascoltato i due coniugi, che hanno affermato di non aver avuto nessun diverbio e di non aver mai ricevuto minacce. Il Fiat Doblò era stato donato alla famiglia dalla onlus Cuore Amico ed era utilizzato per accompagnare il 14enne a scuola e alle sedute di fisioterapia, oltre che per tutti gli altri spostamenti. La famiglia, ora, non ha nessun mezzo per muoversi. E, soprattutto, è in seria difficoltà nel far fronte alle esigenze quotidiane del ragazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie