Mercoledì 28 Ottobre 2020 | 04:00

NEWS DALLA SEZIONE

La diretta
Conte lancia il decreto Ristori: 5 mld a sostegno delle imprese più colpite dal Dpcm

Ecco il decreto Ristori: 5 mld a sostegno delle imprese più colpite dal Dpcm VD

 
La lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

 
La decisione
Emergenza Coronavirus, confermata in Puglia la sospensione dei ricoveri ordinari

Emergenza Covid, in Puglia stop a tempo indeterminato per i ricoveri ordinari

 
Il batterio killer
Xylella in Puglia, nuovi focolai nella Piana degli Ulivi Monumentali: 14 alberi infetti

Xylella in Puglia, nuovi focolai nella Piana degli Ulivi Monumentali: 14 alberi infetti

 
Il virus
Covid 19 in Puglia, il 118 di Bari sommerso di chiamate: 1400 al giorno

Covid 19 in Puglia, il 118 di Bari sommerso di chiamate: 1400 al giorno

 
Sanità
Emergenza Covid 19: a Terlizzi da domani pronti altri 40 posti letto

Emergenza Covid 19: a Terlizzi da domani pronti altri 40 posti letto

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus in Italia, 21.994 nuovi casi e 221 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, 21.994 nuovi casi e 221 morti nelle ultime 24 ore

 
Il caso
Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

 
Il primato
Emergenza Covid, aeroporto Bari è il migliore tra i medio-grandi per assistenza

Emergenza Covid, aeroporto Bari è il migliore tra i medio-grandi per assistenza

 
il bollettino
Coronavirus Puglia: 611 nuovi casi e 13 morti, di cui 10 nel Foggiano. Altri 49 ricoveri

Coronavirus Puglia: 611 nuovi casi e 13 morti, di cui 10 nel Foggiano. Altri 49 ricoveri. Riapre Ortopedia a Castellaneta

 
Il caso
Bari, uccise la ex e nascose il corpo in una fabbrica abbandonata: il processo

Bari, uccise la ex e nascose il corpo in una fabbrica abbandonata: il processo

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

Bari calcio, Di Cesare: «Conta vincere, non giocare bene»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

 
FoggiaLa lite
Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

Coltellate tra migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone: un morto

 
TarantoLa denuncia
M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

 
PotenzaIl caso
Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

 
MateraIl virus
Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

Matera, la richiesta del sindaco: «Nuovi interventi per l'ospedale della città»

 
LecceLe dichiarazioni
Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

Disordini a Lecce per protesta al Dpcm, il sindaco: «Rabbia non prevalga, facciamo squadra»

 
Brindisinel Brindisino
Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

Mesagne, centinaia di chiamate e messaggi alla ex: arrestato mentre era appostato sotto casa

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 

i più letti

L'intervista

Cassano: «Decaro e Vendola? Noi di Puglia Popolare abbiamo fatto la differenza»

«Quella di Emiliano è la vittoria dei civici. Aspiriamo ad almeno due assessorati»

Cassano: «Decaro e Vendola? Noi di Puglia Popolare abbiamo fatto la differenza»

Massimo Cassano, commissario dell’Arpal, fondatore e coordinatore del movimento Puglia Popolare, con il vostro 5,94% alle ultime Regionali siete la terza lista più votata del centrosinistra. Per molti, però, la vittoria di Emiliano è da attribuire, in primo luogo, all’impegno di Antonio Decaro e Nichi Vendola. È così?
«Direi proprio di no. È evidente a tutti il peso assunto dall’ala moderata e centristra della coalizione. Pd a parte, il centrosinistra pugliese era animato in primo luogo da liste civiche e da persone con esperienza anche nel campo del centrodestra»

E quindi?
«E quindi la differenza l’abbiamo fatta noi. Vede, chiusa, o quasi chiusa, l’esperienza di Forza Italia, nel Paese manca un riferimento moderato. Ma l’elettorato c’è e non aspetta altro che si formi una proposta centrista di peso. Per questo, tempo fa, ho scommesso su Puglia Popolare. Oggi abbiamo cinque consiglieri regionali e speriamo scatti il sesto. Una scommessa vinta, direi».

Questa scommessa vinta quanti assessorati vale?
«Sta al presidente della Regione decidere, ma speriamo di averne almeno due. È una proporzione che sta nella logica delle cose».

Ha già in mente chi lanciare?
«Mi sembra giusto premiare Gianni Stea per il grande lavoro svolto, da assessore, nell’ultima parte della legislatura. Ma nella lista abbiamo altre grandi professionalità su cui contare. Penso a Sebastiano Leo che ha fatto benissimo l’assessore al lavoro e alla formazione, un settore strategico per la Puglia. Come lo è anche quello dei trasporti che può essere ulteriormente rafforzato».

Ma si aspettava un successo così largo di Emiliano?
«Assolutamente sì, perché per strada l’umore era quello. Mentre tutti i sondaggi ci davano sotto di 3 punti ho dichiarato più volte, ed Emiliano lo sa bene, che avremmo vinto almeno di 5. Tutti mi prendevano per pazzo, ma ho avuto ragione. Anche perché c’è un altro elemento da non sottovalutare».

E cioè?
«Lo stesso Michele Emiliano: una forza della natura, un combattente che non lascia nulla. Credo che questa vittoria, la più difficile e la più sorprendente, lo lanci ora come leader nazionale. È uno status che ormai nessuno gli può togliere ».

Crede che invece Fitto fosse il candidato sbagliato?
«Non sta a me dirlo, ma ritengo che rimettere in pista una persona che aveva già svolto quel ruolo, perdendo pure, sia stato un grande azzardo. Quasi una provocazione verso l’elettorato pugliese».

Qualcuno nel centrodestra ha rimpianto la sua «forza» elettorale...
«Su questo punto bisognerebbe chiedere informazioni ai vertici nazionali di Forza Italia. Hanno deciso loro per me. Con un simbolo nazionale io avrei preso il 20%...».

Puglia Popolare ora che ambizioni ha?
«Vogliamo rafforzare ulteriormente il partito cercando di recuperare tutto il centrodestra deluso. Una sconfitta come quella subita dalla coalizione di Fitto rischia di lasciare per strada una intera classe dirigente. Bisogna recuperare queste risorse in un contenitore centrista e moderato. Con Totò Ruggeri, straordinario protagonista della vita di questa lista, ci impegneremo su tale fronte ».

E lei invece, dopo l’Arpal, che farà?
«Per ora sono lì. Poi vedremo cosa mi toccherà fare. Decideremo insieme quale sarà il mio futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie