Lunedì 21 Settembre 2020 | 14:42

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio serie B
Andreazzoli lancia il Lecce: reciterà da protagonista

Andreazzoli lancia il Lecce: «Reciterà da protagonista»

 
Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 
L'intervista
Willis fa già il brindisino: Italia io pronto per te

Willis fa già il brindisino: «Italia, pronto per te»

 
la protesta
Mittal Taranto, operai bloccano SS 100 davanti alla fabbrica

Mittal Taranto, rimosso blocco operai sulla SS 100: giovedì sciopero e sit-in a Roma

 
i dati regionali
Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

 
Elezioni 2020
Avigliano, entra in cabina e fotografa scheda elettorale: denunciato 47enne

Avigliano, entra in cabina e fotografa scheda elettorale: denunciato 47enne

 
Il contagio nelle Rsa
Coronavirus Puglia, nuova emergenza nelle Rsa

Coronavirus Puglia, nuova emergenza nelle Rsa: 18 contagi nell’Oasi Santa Fara a Bari
Focolaio Polignano: 101 i positivi

 
Elezioni 2020
Foggia, rubano pistola nel seggio a finanziere dopo averlo narcotizzato

Foggia, rubano pistola nel seggio a finanziere dopo averlo narcotizzato
Sigilli integri nelle sezioni

 
elezioni 2020
Election day, riaperti i seggi: si vota oggi fino alle 15

Election day, riaperti i seggi: si vota oggi fino alle 15

 
Il caso ad Adelfia
Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

 
Il ritrovamento
Altamura, ritrovato il corpo senza vita di Giuseppe Plantamura scomparso da 3 mesi

Altamura, ritrovato il corpo senza vita di Giuseppe Plantamura scomparso da 3 mesi

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoEmergenza Rsa
Ora 6 i morti per Covid-19 a Villa Genusia a Ginosa

Ora 6 i morti per Covid-19 a Villa Genusia a Ginosa

 
BariIl contagio di ritorno
Coronavirus, tampone per il Covid-19

Coprifuoco a Cassano: salgono a 15 i casi di covid, chiusi i bar alle 20.30

 
BatL'addio di un amico
Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

 
Foggiala denuncia
Cerignola, roghi notturni e cattivo odore: proteste dai rioni per l'inquinamento

Cerignola, roghi notturni e cattivo odore: proteste dai rioni per l'inquinamento

 
Materacontrolli della ps
Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

 
Potenzai dati regionali
Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

Coronavirus, in Basilicata 7 nuovi positivi: analizzati 409 tamponi durante week end

 
LecceAsfalto insidioso
Schianto e poi scoppia rogo a Porto Cesareo: in coma un 27enne

Porto Cesareo, l'auto si schianta contro albero e prende fuoco: in coma un 27enne

 
BrindisiIl caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 

i più letti

Causa civile

Arcelor Mittal, giudice Milano rinvia la causa al 6 marzo. Ecco l'ipotesi di accordo. L'azienda: restiamo a Taranto

Il tribunale lombardo su richieste delle parti (ex Ilva ed Arcelor) ha differito (per la terza volta) l'udienza

Arcelor Mittal, giudice concede nuovo rinvio. Ecco l'ipotesi di accordo per ex Ilva

L'ad di Arcelor Mittal, Morselli

Com'era prevedibili è stato concesso dal giudice il (terzo) rinvio dell'udienza nella procedura cautelare promossa dai commissari straordinari dell’Ilva contro ArcelorMittal. Dopo una pre intesa di massima sulla modifica del contratto per la modifica del contratto di affitto finalizzato all'acquisto del complesso aziendale ex lva, servono un po' di giorni per affinare i dettagli dell'accordo. I legali di Mittal hanno chiesto tempo sino a fine mese. E l'ad Morselli, presente in aula, ha confermato il mantenimento degli attuali livelli di produzione.

Nelle ultime ore le parti, con i rispettivi staff di legali e consulenti, hanno lavorato al nuovo documento di accordo, una versione avanzata e più articolata rispetto a quella raggiunta lo scorso 20 dicembre a Milano. Nel corso dell'udienza di oggi, il giudice civile di Milano Claudio Marangoni, ha rinviato l'udienza al 6 marzo: si tratta del terzo e ultimo differimento dopo quelli già concessi il 27 novembre e il 20 dicembre. Se entro il 28 febbraio si arriverà ad un accordo, come annunciato stamane, i due «contendenti» revocheranno i rispettivi atti con cui hanno dato il via al contenzioso e la causa di fatto verrà cancellata dopo il passaggio formale in aula. Se dovesse saltare l’accordo invece non ci sarà alcuna proroga e si andrà alla discussione. 

Davanti al giudice - Milano è la sede legale della società - pendono infatti da novembre scorso due ricorsi: l’atto di citazione di ArcelorMittal verso i commissari straordinari di Ilva, atto nel quale la multinazionale dell’acciaio ha ufficializzato la sua volontà di recedere dal contratto di Ilva adducendo una serie di ragioni, a partire dall’abolizione dell’immunità. E un ricorso cautelare urgente di Ilva in Amministrazione straordinaria proprio per impedire l’uscita della multinazionale.

A quanto pare, il nuovo documento verte su impegno diretto dello Stato nella «nuova» Ilva, pagamenti dei canoni restanti da parte di ArcelorMittal (ridotti però del 50% rispetto agli accordi iniziali, ovvero 7,5 milioni di euro invece di 15), occupazione, investimenti. Ma il tutto messo sotto forma di punti fermi, di impegni programmatici, sui quali poi prepararsi a trattare la definizione di un addendum da inserire al contratto. Ed è nell’addendum che troverà forma più compiuta e definitiva ciò che verrà messo nell’accordo-due.

Ieri sera da fonti attendibili trapelava un po’ di amarezza da parte del Governo per il mancato ingresso di ArcelorMittal nella nuova società che si occuperà di produrre il pre-ridotto e di gestire i forni elettrici, così come della richiesta avanzata dalla multinazionale di stabilire una possibile exit strategy. A quanto si è appreso, ArcelorMittal potrebbe lasciare l’Ilva il 1 novembre 2020, versando a titolo transattivo 400 milioni di euro più 100 milioni di euro per il magazzino di Ilva in As nel frattempo utilizzato. Si tratta naturalmente di voci che andranno poi confermate con accordi scritti.

Il legale di Mittal: ma noi non lasciamo - «Non mi risulta». Così l’avvocato Ferdinando Emanuele, uno dei legali di ArcelorMittal, ha risposto a chi gli ha chiesto, prima dell’udienza in Tribunale a Milano, se il gruppo franco indiano sia intenzionato a lasciare l'Ilva, come è trapelato in questi giorni anche durante la fase di trattative. Nella negoziazione coi commissari, anzi, ha aggiunto, «sono stati fatti significativi passi avanti rispetto all’altra volta», ossia l’udienza del 20 dicembre, «e la soluzione negoziale resta la migliore».

Il legale, parlando coi cronisti, ha spiegato che le parti hanno concordato un termine, fino al 28-29 febbraio, per andare avanti nelle trattative per arrivare a un accordo definitivo sul piano di rilancio industriale e che, quindi, oggi chiederanno in udienza al giudice Claudio Marangoni di aggiornare il procedimento ai primi di marzo. «C'è stato un avanzamento del negoziato, ci sono stati passi avanti, le parti chiederanno del tempo per arrivare ad una definizione dell’accordo», ha aggiunto.

E sull'ipotesi che, comunque, il gruppo voglia lasciare l'Ilva, il legale ha spiegato: «Non mi risulta, siamo qui e il negoziato prosegue, oggi c'è una situazione più positiva dell’altra volta (l'udienza di fine dicembre, ndr), c'è una molto intensa negoziazione che prosegue». Mittal, inoltre, «ha grande rispetto per il Governo e per il presidente del Consiglio» e «ritiene - ha concluso l’avvocato - che la soluzione negoziale sia la migliore». C'è, dunque, la "intenzione seria» di portare avanti le trattative in corso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie