Martedì 21 Gennaio 2020 | 22:13

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Bari, fondi pubblici per scopi privati: assolta docente barese.

Bari, fondi pubblici per scopi privati: assolta docente barese.

 
La sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
La sentenza
Agricoltura, Tar Puglia respinge ricorso su graduatorie Psr

Agricoltura, Tar Puglia respinge ricorso su graduatorie Psr

 
dalla guardia costiera
Bari, concessione scaduta: sequestrata area del Barion

Bari, concessione scaduta: sequestrata area del Barion

 
nel Barese
Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

 
l'arrivo         
Papa Francesco a Bari a febbraio: il programma della visita

Papa Francesco a Bari il 23 febbraio: il programma della visita

 
serie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
strade
Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

 
banche
Pop-Bari, via libera dalla Camera al decreto legge, passa al Senato

Pop-Bari, via libera dalla Camera al decreto legge, passa al Senato

 
sanità
Oltre 30mila aspiranti per 200 posti di ausiliario: polemica su concorsi Asl Bari e Lecce

Oltre 30mila aspiranti per 200 posti di ausiliario: polemica su concorsi Asl Bari e Lecce

 
serie a
Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

 

Il Biancorosso

mercato
Bari, ingaggiato centrocampista Laribi, in prestito dal Verona

Bari, ingaggiato centrocampista Laribi, in prestito dal Verona

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVSequestro e denuncia
Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

Bari, lavori all'ex Kursaal: i rifiuti finivano in acqua sul lungomare

 
TarantoLa sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
Leccel'appuntamento
«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

«Something», i Beatles e il loro 1969: a Lecce il libro di Donato Zoppo

 
Potenzaserie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce VD

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 

i più letti

Verso le regionali

Centrosinistra, primarie non decollano. Amati attacca Emiliano: evita i dibattiti

Lacarra difende il Governatore: fa il Presidente della Regione. I confronti? Li organizzeremo

Centrosinistra, primarie non decollano. Amati attacca Emiliano: evita i dibattiti

BARI - Le primarie del centrosinistra, a meno di un mese dal voto nei gazebo, non decollano. Domani pomeriggio si riunisce il tavolo della coalizione, convocato dal segretario regionale del Pd Marco Lacarra: si discuterà di temi organizzativi e programmativi, ma soprattutto di come aggiungere un po’ di appeal alla contesa. Al momento, infatti, dopo la foto-cartolina dei quattro contendenti alla presentazione delle candidature, non c’è stata più una occasione di dibattito-confronto comune.

Oggi doveva esserci una tavola rotonda a Taranto, ma - secondo la ricostruzione di un organizzatore - l’evento sarebbe saltato per indisponibilità del governatore Michele Emiliano, che finora ha dato assoluta priorità all’agenda di governo rispetto all’appuntamento del centrosinistra fissato per il 12 gennaio. Ieri, invece, doveva esserci un confronto nella Bat, ma non l’organizzazione non è mai decollata. Dall’entourage emilinista fanno sapere, però, che non è mai stato formalizzato un invito per il governatore...

Il segretario regionale dem Lacarra la vede così: «Primarie in sordina? Si accendono nelle giornate finali. Questa consultazione garantisce oltre ad una scelta condivisa del candidato, anche una partecipazione popolare utile per il successivo sprint del voto delle regionali. Dopo l’approvazione della leggessi Bilancio alla Camera, mi attiverò nei prossimi giorni dopo l’approvazione del bilancio per favorire la massima affluenza ai gazebo». Sul dibattito tra i quattro non ancora promosso, Lacarra puntualizza: «Emiliano fa il presidente. Conciliare un dibattito con l’attività e i dossier che sta seguendo è complicato ma ci proveremo…». Sul tema, invece, attacca Fabiano Amati, consigliere regionale Pd e candidato alle primarie: «Emiliano partecipa a tante manifestazioni, compresi battesimi e prime comunioni, ma non ai dibattiti». Da qui la riflessione pungente:«La sua è una chiara volontà di nascondersi dalle primarie e perciò le sta sabotando. Il governatore ha paura di confrontarsi».

Tornando al tavolo del centrosinistra, Lacarra chiarisce il perimetro della riunione: «Domani avremo un ordine del giorno politico: proseguiamo i lavori sia sui contenuti e che sulla preparazione delle primarie - spiega il segretario dem Marco Lacarra -. Abbiamo ricevuto sollecitazioni dal mondo socialista e socialdemocratico (Claudio Cesaroni e Mimmo Magistro, ndr) per finalizzare la discussione sulla legge elettorale regionale». La querelle è complessa, somma le istanze del mondo femminista per la parità di genere con la richiesta dei piccoli partiti di abbassare la soglia di sbarramento in coalizione dal 4 al 3%.

«L’impegno sulla parità di genere è doveroso - aggiunge Lacarra - mentre ragionare sullo sbarramento è più complicato, dal momento che si tratta di conciliare interessi differenti e antitetici». Il Pd, però, non rinuncerà al ruolo guida nella coalizione, favorendo soluzioni armoniose: «Se dovesse rimanere la soglia del 4%, lavoreremo - annuncia il deputato barese - sulle aggregazioni tra varie componenti per dare tutti quelli che partecipano al tavolo pari dignità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie