Lunedì 13 Luglio 2020 | 00:51

NEWS DALLA SEZIONE

Sparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Calcio serie A
Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

 
calcio
Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

 
Dati nazionali
Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

 
tragedia sfiorata
Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

 
Regionali
Barletta, «Diritti e lotta alle mafie con noi la Puglia cambia»

«Diritti e lotta alle mafie con noi la Puglia cambia»: via alla campagna di Scalfarotto

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia nessun caso nelle ultime 24 ore: 1614 test negativi

Coronavirus, in Puglia nessun caso nelle ultime 24 ore: 1614 test negativi

 
Editoria
Il ritorno dei giornali con la tazzina di caffè

Il ritorno dei giornali con la tazzina di caffè

 
turismo
Pochi posti su navi per le Tremiti: sindaco scrive a Conte

Pochi posti su navi per le Tremiti: sindaco scrive a Conte

 
Calcio
«Lecce, non spegnere la scintilla anti-Lazio»

«Lecce, non spegnere la scintilla»: contro il Cagliari serve un match eccezionale

 
il caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariSparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Foggiatragedia sfiorata
Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

 
Brindisil'arresto
Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

 
Tarantosbarchi
MIgranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare sul territorio

Migranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare

 
MateraManutenzione
Matera, la vasca della Villa non più una palude

Matera, la vasca della Villa non più una palude

 
PotenzaCentro storico
Potenza, tavoli e locali all’aperto . La piazza rivive causa Covid

Potenza, tavoli e locali all’aperto. La piazza rivive dopo il Covid

 
Lecceil caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 
BatAmbiente
Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

 

i più letti

Il siderurgico

Taranto, fiato sospeso per ex Ilva. E Mittal investe 100 milioni in Francia

Il 5 valutazione su spegnimento di Afo 2. Sindacati frenano su esuberi

Conte: «Mittal chiede 5000 esuberi, inaccettabile». Governo disponibile a discutere immunità

Nuova settimana di lavoro per individuare entro i 20 dicembre, un percorso d’intesa che permetta ad ArcelorMittal di restare in Ilva. Giovedì prossimo, 5 dicembre, il custode giudiziario sull'aria caldo, ingegnere Barbara Velenzano dovrà fornire al giudice di Taranto una valutazione tecnica in merito all’automazione della Map dell’Altoforno 2. In sostanza dovrà valutare se l’impedimento che ha obbligato Ilva in As a chiede una proroga per provvedere all’automazione richieda o meno una proroga oltre il 13 dicembre. Dopo la valutazione tecnica sarà il pm titolare del procedimento a dare il proprio parere, quindi il giudice dovrà decidere se concedere o meno la proroga.

Mentre in Italia si cerca di convincere ArcelorMittal a non chiudere Taranto e a mantenere gli accordi, la multinazionale con sede a Lussemburgo, ha annunciato un investimento da 100 milioni entro il 2023 (stesso orizzonte temporale del piano di ristrutturazione e rilancio dell’Ilva) sul sito francese di Fos-sur-Mer. Ieri è stata annunciata la prima tranche di 20 milioni di euro per realizzare un nuovo sistema di filtraggio che permetterà di ridurre del 40% le emissioni, un sistema che anticipa le future misure ambientali.

L’intero investimento - fanno sapere da ArcelorMittal - punta a migliorare la qualità ambientale e la salubrità dell’aria. L’investimento arriva dopo che nel dicembre 2018, in seguito a un rapporto dell’ispettorato del lavoro locale, la prefettura di Bouches-du-Rhône ha notificato al direzione di ArcelorMittal Fos-sur-Mer una multa da 15.000 euro per inquinamento dell’aria.

Tornando in Italia, i sindacati, aspettano una convocazione per capire come si muove la trattativa e si preparano a dare battaglia sugli esuberi, mantenendo il punto sulla cifra «Zero». Vale la pena ricordare, che la cifra «zero» esuberi usciva sia dal piano occupazionale dell’accordo (non siglato dai sindacati) impostato dall’ex ministro Calenda, sia dall’accordo del 6 settembre 2018 firmato dai sindacati con l’allora neoministro Luigi Di Maio. In entrambi i casi a fine piano (2023) tutti gli addetti sarebbero stati assorbiti in ArcelorMittal, fino ad allora, una parte sarebbe rimasta in capo all’Ilva in Amministrazione Straordinaria - con cassa integrazione e corsi di formazione - ovvero avrebbe accettato l’incentivo all’esodo.

Grazie agli incentivi (fino a un massimo di 100.000 euro lordi, pari a un netto variabile dai 70 agli 80.000 euro) in 900 sono usciti e ora in capo all’A.S. rimangono solo circa 1.600 addetti. Una cifra che ArcelorMittal sperava notevolmente più bassa. In questi mesi gli operai rimasti all’Amministrazione Straordinaria sono impegnati nelle attività di formazione, una serie di corsi finanziati da Fondimprese per prepararli ad ArcelorMittal o comunque nelle nuove fabbriche 4.0.

«ArcelorMittal ha solamente rinviato i tempi di spegnimento" puntualizza il segretario generale della Uilm Rocco Palombella "Non si può trattare sotto ricatto e non si può legare il destino occupazionale di migliaia di lavoratori, le sorti ambientali di un’intera comunità e quelle dell’economia italiana ai tempi della giustizia» conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie