Mercoledì 17 Ottobre 2018 | 00:45

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

In vista dell'incontro

L'ex Piangerelli: Lecce-Palermo
quella sfida che valse la A

L'amarcord di chi ricorda quel 3-0 con Delio Rossi in panchina

L'ex Piangerelli: Lecce-Palermoquella sfida che valse la A

L'ex Piangerelli del Lecce

LECCE - «La sfida tra Lecce e Palermo richiama alla mia mente emozioni stupende. Un Via del Mare gremito in ogni di posto, il 7 giugno 2003, per un match che vincemmo per 3-0, festeggiando la promozione in serie A. Fu il degno coronamento di una grande stagione, nella quale a guidarci fu Delio Rossi». Ad aprire il libro dei ricordi, in vista della partitissima tra la formazione giallorossa e quella rosanero, in programma domenica 21 ottobre, è Gigi Piangerelli, 190 presenze e 4 reti con la maglia del club salentino dal 1997 al 2004, tra serie A e serie B, più di cinque stagioni vissute da capitano.

«Il prossimo confronto tra Lecce e Palermo promette spettacolo - prosegue Piangerelli, che attualmente è il responsabile dell’attività di base del Sassuolo, dopo essere stato a lungo responsabile del settore giovanile del Cesena - Sono due compagini bene attrezzate, allenate da due tecnici, Liverani e Stellone, che sono abituati a fare giocare le proprie squadre in maniera propositiva. Lo scontro diretto tra giallorossi e rosanero, pertanto, dovrebbe essere divertente, ricco di emozioni ed apertissimo a qualunque risultato, come si conviene alle sfide di cartello».

Il complesso siciliano è tra i grandi favoriti per la promozione. «Sulla carta è uno dei team meglio attrezzati della serie cadetta insieme al Benevento ed al Verona - nota Piangerelli - Ma in B c’è grande equilibrio, le differenze sono minime e ci sono diversi sodalizi che hanno allestito delle rose di prim’ordine. Tra questi vedo senza dubbio il Lecce, che ha tutto per meritare un posto al sole, magari in zona playoff. Del resto, l’inizio di campionato dei salentini è stato ampiamente positivo. Li ho visti un paio di volte in televisione e mi hanno fatto un’ottima impressione, come del resto il Palermo».

Tra i calciatori a disposizione di Fabio Liverani c’è il centrale difensivo Cesare Bovo, che è stato compagno di squadra di Piangerelli proprio nel Lecce, nel 2002/2003 e nel 2003/2004. «All’epoca era molto giovane, ma si vedeva che aveva stoffa - sostiene l’ex capitano del team giallorosso - Non a caso, del resto, la sua è stata una carriera importante. Conosco bene anche il centrocampista Tabanelli, che è cresciuto nelle giovanili del Cesena, società per la quale ho lavorato per anni. È stato frenato spesso dagli infortuni, ma ha qualità».

Il responsabile dell’attività di base del Sassuolo è rimasto impressionato dalla prestazione sfoderata da Marco Mancosu a Verona. «Lo conoscevo e sapevo che fosse un calciatore di qualità - afferma Piangerelli - Contro l’Hellas le sue giocate hanno fatto la differenza. Ma il Lecce dispone di elementi di valore anche in attacco, primo tra tutti Palombi, un ragazzo scuola Lazio che dispone di mezzi notevoli, senza tralasciare i più esperti La Mantia e Pettinari che hanno già dimostrato di che pasta sono fatti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Sequestro Ciancio, Fnsi e Assostampa ai commissari: rilanciare le testate

Sequestro Ciancio, Fnsi e Assostampa ai commissari: rilanciare le testate

 
Brindisi, scandalo MultiserviziIn 9 a giudizio, anche ex assessore

Brindisi, scandalo Multiservizi
In 9 a giudizio, anche ex assessore

 
Tap o non Tap: il dilemma del Movimento 5 stelle

Tap, il gasdotto infiamma il M5S
«Elettori traditi». Emiliano: ci sono io
Vd/ Dibattista disse: via in 15 giorni

 
Gravina, migrante molesta ragazza e aggredisce capo dei vigiliLega: «Li manderemo tutti via»

Gravina, migrante molesta ragazza e aggredisce capo dei vigili. Lega: «Li manderemo via»

 
Tap, sindaco di Melendugno chiede un incontro con il ministro Costa

Tap, sindaco Potì: «Legge violata, ministro fermi i lavori» M5S Puglia: Emiliano tra i responsabili

 
Targa Confindustria a Lino Banfi, nuovo imprenditore agroalimentare

Targa Confindustria a Lino Banfi, nuovo imprenditore agroalimentare

 
E' ufficiale: Savino Muraglia è il nuovo presidente Coldiretti Puglia

Coldiretti Puglia, cambio al vertice: Savino Muraglia nuovo presidente

 
Bari, la vittoria sparita fa rumorema la fame di gol è sempre alta

Bari, la vittoria sparita fa rumore ma la fame di gol è sempre alta

 

GDM.TV

Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

 
Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne 

 
Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 

PHOTONEWS