Lunedì 22 Ottobre 2018 | 07:47

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la po...

 
Serie A
Basket, il Brindisi sconfitto all'ultimo dalla Dinamo Sassari: 84-90

Basket, il Brindisi sconfitto dalla Dinamo Sassari: 84-...

 
Il teatro
Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... camb...

 
Religione
Potenza, torna per la quarta volta la Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

Potenza, il ritorno della Madonna di Viggiano, patrona ...

 
La proposta
Giochi del Mediterraneo 2015Comune di Taranto si candida

Giochi del Mediterraneo 2025 Comune di Taranto si candi...

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Il parco divertimenti
Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green pronta a marzo

Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green ...

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la rice...

 
Italia a 5 Stelle
Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Circo Massimo

Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Cir...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni «Pestato da buttafuori...

 
Il sequestro della villa
La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip

«La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Gli interrogatori

Bisceglie, gli arrestati per caporalato
al gip: intascammo «quindicina»

Non hanno risposto su molte contestazioni ma hanno confermato di aver incassato 2 euro per ogni giornata di lavoro dai braccianti

Il «decalogo» su cosa dire durante i controlli

Hanno parzialmente ammesso le accuse di caporalato ed estorsione ai danni dei braccianti agricoli le tre persone arrestate due giorni fa dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’indagine «Macchia nera» della Procura di Bari. Negli interrogatori di garanzia, i tre indagati hanno scelto di non rispondere su molte delle contestazioni, pur ammettendo di aver intascato la cosiddetta «quindicina», 2 euro per ogni giornata di lavoro che veniva distratta dai compensi dei braccianti e da loro versata ai presunti caporali ogni quindici giorni.

I tre arrestati, Maria Macchia, incaricata di reclutare i braccianti e segnare le presenze, l’amministratore e l’addetto alla contabilità dell’azienda agricola Extrafrutta di Bisceglie, Bernardino Pedone e Massimo Dell’Orco, sono accusati di aver pagato per anni 2 mila braccianti agricoli circa 2 euro e 50 all’ora, facendoli lavorare fino a 14 ore consecutive sotto i teloni con temperature altissime, a condizione che per ogni giornata lavorativa restituissero al caporale 2 euro. Agli indagati, 11 in totale, si contestano a vario titolo i reati di associazione per delinquere, caporalato, estorsione, truffa ai danni dell’Inps e autoriciclaggio. Al termine degli interrogatori il difensore dei tre arrestati, l’avvocato Salvatore Campanelli, ha chiesto la revoca delle misure cautelari e dei sequestri (circa 1 milione di euro) e il giudice si è riservato la decisione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400