Martedì 09 Agosto 2022 | 10:37

In Puglia e Basilicata

CINEMA

Al via il film di Gabriele Lavia: settimane di riprese a Modugno

Al via il film di Gabriele Lavia: settimane di riprese a Modugno

Il film, «L'uomo dal fiore in bocca», è tratto dall’omonima opera letteraria di Luigi Pirandello

29 Agosto 2020

REDAZIONE SPETTACOLI

L’interno di una stazione diventa non soltanto la cornice degli avvenimenti dei protagonisti, ma elemento metaforico della storia stessa. È quanto si racconta nel film L’Uomo dal fiore in bocca diretto da Gabriele Lavia, con lo stesso Lavia e Michele Demaria, prodotto da Manuela Cacciamani (One More Pictures) che, a partire da lunedì 31 agosto per tre settimane fino a sabato 20 settembre, inizia le riprese a Modugno, in provincia di Bari. Le riprese del film, infatti, si svolgeranno interamente in un capannone nella zona industriale della cittadina alle porte di Bari, all’interno del quale è stato ricostruito l’interno della sala d’attesa di una stazione Anni ’30 e una sezione della parte esterna con banchina e binario.

Il film, tratto dall’omonima opera letteraria di Luigi Pirandello, è interpretato dallo stesso Gabriele Lavia e da Michele Demaria, con la fotografia di Tommaso Lusena De Sarmiento, la scenografia di Dario Curatolo e i costumi di Angela Tommasicchio.

L’Uomo dal fiore in bocca si svolge durante una notte piovosa d’estate, nella sala d’aspetto di una stazione ferroviaria in Sicilia, ci sono due persone. Uno è «l’uomo dal fiore in bocca», che all’inizio vediamo fronteggiare e minacciare una misteriosa donna che lo aspetta fuori dalla stazione. L’altro è «il pacifico avventore», che invece ha perso il treno per colpa dei pacchetti regalo che ha fatto alle donne della sua famiglia. È così che incontra l’uomo dal fiore in bocca, che arriva in suo soccorso e che subito instaura con lui un rapporto di grande fiducia e complicità. I due si raccontano la loro vita, ma mentre il pacifico avventore parla delle sue frustrazioni a casa, l’altro sembra voler indirizzare tutto verso un unico argomento: la morte.

Prodotto da Manuela Cacciamani (One More Pictures) con Rai Cinema, il film sarà interamente girato in Puglia con il sostegno logistico di Apulia Film Commission. La troupe del film è composta all’80% da personale pugliese e la production service è della pugliese Dinamo Film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725