Lunedì 09 Dicembre 2019 | 17:02

NEWS DALLA SEZIONE

L'estorsione
Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

 
Nel foggiano
volante polizia

San Severo, in fuga per 30 chilometri: aveva eroina nell'auto

 
Festività 2019
Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

Al via il Natale a Foggia con ruota panoramica, pista di pattinaggio e albero illuminato

 
L'arresto
Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

Preparavano assalto ad un bancomat a Chieti: in manette 4 foggiani

 
Il riconoscimento
Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

Transumanza patrimonio dell'Unesco, settimana clou per decidere

 
La decisione
Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

Foggia, le società e i rapporti con il boss Trisciuoglio: Tar rigetta ricorsi su interdittive

 
Sanità
A Foggia elisoccorso notturno attivo tutto l'anno e non solo d'estate

A Foggia elisoccorso notturno attivo tutto l'anno e non solo d'estate

 
L'inchiesta
Orta Nova, vendita loculi a Rionero: arrestato consigliere comunale

Orta Nova, vendita loculi a Rionero: arrestato consigliere comunale

 
Aeroporto
Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariall'archivio di stato
Bari, record di presenze per la mostra Luoghi e Memorie 1943-1945, dedicata alla storia russa

Bari, record di presenze per la mostra Luoghi e Memorie 1943-1945, dedicata alla storia russa

 
PotenzaSanità
«San Carlo» Potenza, c'è la copertura finanziaria 2020 per tutto il personale

«San Carlo» Potenza, c'è la copertura finanziaria 2020 per tutto il personale

 
Leccecrolli nel salento
San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

 
FoggiaL'estorsione
Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

 
Batnordbarese
Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

nel Foggiano

Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

La madre del 18enne ha scoperto tutto per caso, quando tutti i compagni del figlio avevano già fatto le iscrizioni

Per barese Martiradonna quattro medaglie a Roma

LUCERA - «Nella scuola che frequenta, Michele Pio è stato recentemente oggetto di una grave forma di discriminazione. La sua classe è stata coinvolta in un progetto di nuoto in piscina. Nella scuola hanno distribuito gli avvisi, gli alunni hanno pagato il bonifico per l’istruzione, hanno portato le ricevute, è stato organizzato il corso. E Michele Pio non è mai stato avvisato. L’ho scoperto per caso, recandomi a scuola per una riunione». Inizia così la lettera, inviata al dirigente scolastico, e scritta da Angela Gentile, mamma di uno studente di 18 anni, disabile che frequenta l'ultimo anno di un liceo di Lucera. La donna preferisce non divulgare il nome dell’istituto scolastico frequentato dal figlio per tutelarlo.

«Michele Pio - racconta la mamma - frequenta l’ultimo anno delle superiori, studia pianoforte da 8 anni e ha naturale talento musicale. Adora Celentano e Al Bano, suona e canta tutti i loro brani. Michele Pio è un provetto nuotatore, pratica tutti gli stili e al mare si diverte tantissimo. Pratica anche equitazione, ha vinto dei premi in alcune gare nazionali. Michele Pio è un ragazzo vivace, educato, sensibile, innamorato della vita, amico di tutti». Secondo la donna a Michele non è stata data neppure la possibilità di scegliere di partecipare al corso di nuoto. Michele Pio è affetto da un disturbo neuro-motorio che lo rende poco consapevole del pericolo, unito ad una difficoltà di linguaggio. «Noi come famiglia avremo trovato sicuramente il modo per far partecipare nostro figlio al progetto, ma questa possibilità ci è stata negata a priori. Come madre sono stanca - denuncia Angela Gentile. Stanca di elemosinare come favori quelli che anche per mio figlio sono diritti».

SCUOLA REPLICA: NESSUNA DISCRIMINAZIONE - «Non c'è stata alcuna discriminazione. Faccio l’educatore di mestiere quindi il mio compito è tutelare gli studenti». È quanto afferma Matteo Capra il dirigente scolastico del liceo Ruggero Bonghi di Lucera, istituto frequentato da Michele Pio, il ragazzo disabile a cui sarebbe stata negata la possibilità di frequentare un corso di nuoto organizzato dallo stesso liceo.

«Il 30 ottobre scorso - racconta il dirigente scolastico - si è tenuta una riunione del nucleo preposto all’organizzazione della vita scolastica dei ragazzi portatori di handicap. A questa riunione erano presenti i genitori dei ragazzi affetti da disabilità, lo psicologo dell’Asl e il coordinatore dei professori di sostegno. Nel corso dell’incontro si fa presente ai genitori la volontà di voler organizzare da parte della scuola di un corso di nuoto». «La mamma di Michele Pio - aggiunge il dirigente scolastico - ci risponde che non era interessata a questa attività. A quel punto, da prassi, l’insegnate di sostegno comunica al professore di educazione fisica la non disponibilità dello studente a partecipare al corso di nuoto».

Il 6 novembre scorso intanto, si è tenuta la prima lezione del corso. «Contestualmente - precisa Matteo Capra - ho ricevuto una mail contenete la lettera aperta di denuncia scritta dalla mamma di Michele Pio. Dopo aver avuto il consenso dal professore di educazione per poter inserire un ulteriore ragazzo al corso di nuoto, ho convocato una riunione invitando a partecipare la mamma dello studente e il coordinatore degli insegnati di sostegno, ma la donna per impegni personali ha disertato la riunione».
Lo stesso giorno il preside ha poi ricevuto la lettera aperta anche tramite raccomandata. «La nostra - conclude il dirigente scolastico - è una scuola inclusiva che ha ottenuto il massimo dei voti dal ministero per quello che viene fatto per i ragazzi disabili».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie