Domenica 19 Maggio 2019 | 12:59

NEWS DALLA SEZIONE

Nel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
Nel foggiano
Cagnano Varano, cc ferito dimesso: «Tornerò a lavorare in ricordo collega ucciso»

Cagnano Varano, dimesso collega carabiniere ucciso: «Tornerò a lavorare»

 
In autostrada
Foggia, polstrada sequestra 200 ricci nascosti in auto: denunciato conducente, senza patente

Foggia, 200 ricci nascosti in auto: polizia li sequestra, una denuncia

 
L'episodio
Lucera, incendio distrugge auto di carabiniere

Lucera, incendio distrugge auto di carabiniere

 
Malasanità
Foggia, morì di peritonite a 54 anni, ospedale sotto accusa

Foggia, morì di peritonite a 54 anni, ospedale sotto accusa

 
Magnitudo 2
Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

 
CONTRATTO SVILUPPO
Foggia, Si svuota il portafoglio del «Cis»

Foggia, si svuota il portafoglio del «Cis»

 
Indaga la polizia
Rapina in villa a Foggia: bottino di 600mila euro tra contanti, assegni e gioielli

Rapina in villa a Foggia: bottino di 600mila euro tra contanti, assegni e gioielli

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa manifestazione
Race for the Cure: in 18mila di corsa a Bari contro i tumori al seno

Race for the Cure: in 18mila di corsa a Bari contro i tumori al seno LE FOTO

 
BatTrasporti
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Ferrovie, il Mit annuncia: in Puglia nuovi servizi sull'Alta velocità. Ma non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
LecceIl giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

La strage

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Aurelio e Luigi Luciani uccisi il 9 agosto 2017 perchè testimoni scomodi nell'agguato mortale contro il boss Mario Luciano Romito e suo cognato Matteo De Palma

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

È stato intitolato ad Aurelio e Luigi Luciani, le due vittime innocenti di mafia assassinate nella strage del 9 agosto 2017, il nuovo presidio cittadino di Libera costituito a San Marco in Lamis, nel Foggiano. Nell’agguato furono uccisi il boss Mario Luciano Romito e suo cognato Matteo De Palma.

«Noi di Libera abbiamo per anni puntato tutto sui coordinamenti provinciali trascurando i singoli territori - ha affermato nel corso dell’assemblea cittadina il referente di Libera Puglia Mario Dabbicco -. È importante essere presente nel territorio perché è lì che dobbiamo animare le realtà che vanno a contrastare illegalità e corruzione».

«Vogliamo partire da San Marco in Lamis - ha aggiunto Dabbicco - perché qui è presente una delle tre mafie che operano nel Foggiano. Impiegheremo quindi una dose notevole di energia. Possiamo diventare i più bravi della classe soltando unendoci, superando la logica dell’io a favore della logica del noi». «Il nostro invito è a tutte le forze positive presenti sul territorio, a riempire e sostenere questi nuovi gruppi» spiega Sasy Spinelli, referente provinciale di Libera Foggia. Quello di San Marco, in particolare, giunge a costituzione - conclude - dopo un percorso di formazione e conoscenza partito subito dopo il 9 agosto del 2017, giorno in cui furono uccisi i fratelli Luciani».

«Tante cose sono cambiate dal 9 agosto 2017 giorno in cui sono stati assassinati mio marito e mio cognato. La risposta dello Stato è stata anche dura, però evidentemente non basta». Lo ha detto Arcangela, la vedova di Luigi Luciani che questo pomeriggio ha preso parte alla costituzione del nuovo presidio cittadino di Libera a San Marco in Lamis.

«Noi chiediamo più presenza dello Stato, ma soprattutto verità e giustizia per mio marito e mio cognato e per tutte le vittime innocenti di mafia. Mi auguro che questo nuovo presidio sia un punto di incontro e confronto per nuove idee e nuove iniziative. Sia un punto fondamentale per i giovani - aggiunge la vedova - che hanno bisogno di essere sostenuti ed incoraggiati. Da soli, però - conclude - possiamo fare poco. Abbiamo bisogno della presenza dell’intera comunità e di tutte le istituzioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400