Venerdì 24 Settembre 2021 | 05:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il programma

Medimex: in mostra a Foggia 100 chitarre del Fender Vintage Museum

Renzo Arbore: «La mia città ha una tradizione di jazz antichissima»

Medimex: in mostra a Foggia 100 chitarre del Fender Vintage Museum

Foto Maizzi

Oltre cento esemplari della chitarra elettrica Fender, tutti perfettamente funzionanti e corredati di custodie. E’ «Fender Vintage Museum», la mostra che raccoglie gli strumenti a corde 'solid body' e amplificatori, inaugurata a Foggia al Medimex, l’International Festival & Music Conference Spring Edition in programma fino al 14 aprile, ma la collezione sarà visitabile fino al 20 aprile, nella sede della Fondazione dei Monti Uniti in via Arpi.

Si tratta di una collezione privata, a proprietà unica: Flavio Camorani ha raccolto gli strumenti elettrici realizzati, tra il 1951 e il 1974, per l’Associazione Prisma Melody. «La mia passione per le chitarre Fender - spiega - è nata grazie ai dischi in vinile nei primi anni Settanta. Per 40 anni ho raccolto chitarre creando una collezione unica a livello mondiale».
Gli strumenti sono esposti con le rispettive targhette in ordine cronologico e filologico, puntando a far rivivere le sonorità che hanno accompagnato quell'epoca.

ARBORE: JAZZ A FOGGIA HA UNA TRADIZIONE ANTICHISSIMA - «Foggia, la mia città, ha una tradizione jazzistica antichissima. Insieme a tanti amici come Roberto Telesforo, il papà di Gegè Telesforo, Arnaldo Santoro e Riccardo De Filippo abbiamo inventato il 'jazz college'. A Foggia ho già tenuto negli anni scorsi due importanti concerti davanti a 50mila persone». Così Renzo Arbore, in viaggio verso Foggia, sua città d’origine, dove in questi giorni parteciperà al Medimex, l’International Festival &Music Conference Spring Edition, in programma fino al 14 aprile.

Arbore è atteso nel pomeriggio per una conversazione con Ernesto Assante sul jazz, al quale fu iniziato da piccolo proprio a Foggia. L’incontro precede l’atteso concerto «Renzo Arbore &Friends» di venerdì 12 aprile in Piazza Cavour. Con lui suoneranno il trombettista Enrico Rava, «The Italian Trio» con il pianista Dado Moroni, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Roberto Gatta alla batteria, poi Stefano Di Battista al sax, il pianista Enrico Zanisi, la vocalist Nicky Nicolai e Noemi, come cantante blues.
«Questa mia partecipazione - prosegue Arbore - è una sorta di rivendicazione dell’anima jazzistica di questa città». Al Medimex - prosegue - è atteso anche Bryan Ferry, nella sua unica tappa italiana.

«Nel 1962 sono arrivati i Beatles e nel 1964 sono entrato in Rai: gli unici che potevano programmare i Beatles eravamo io e Gianni Boncompagni, quando in Rai non potevano essere trasmessi i Beatles perché erano stati etichettati come gruppo vocale strumentale con difetti di intonazione». Lo ha detto Renzo Arbore al Medimex di Foggia, che dedica un ampio spazio al quartetto di Liverpool, con una mostra della fotografa britannica Pattie Boyd, amante della cultura pop anni Sessanta.
«I Beatles sono stati influenzati da me - scherza Arbore -. Abbiamo lanciato i Beatles con Bandiera Gialla, eravamo sia fan dei Beatles che dei Rolling Stones. Abbiamo firmato tutto il periodo beat, con loro sono nati poi tutti i gruppi come l'Equipe 84, Lucio Battisti, i Dik Dik».
Alla domanda su una possibile direzione artistica della Notte della Taranta, Arbore ha risposto: «Purtroppo non posso farla. Non posso occuparmi di tutto e io mi occupo già di canzoni napoletane, con 1.500 concerti finora in tutto il mondo con l'Orchestra Italiana. Però certamente è un evento meraviglioso - sottolinea -. Ora il mio sogno è quello di rivendicare una cosa un pò dimenticata che è il patrimonio dell’umanità per la canzone napoletana classica, che ha una nobiltà di scrittura straordinaria. Voglio ricordare - ha concluso Arbore - che le canzoni napoletane sono state scritte anche dai pugliesi: Mario Costa, tarantino, poi il foggiano Evemero Nardella»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie