Giovedì 16 Settembre 2021 | 16:53

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

ISPEZIONI SUL LAVORO

Cooperative multate per 1,5 milioni

Evasione contributiva in tre società, 12 lavoratori erano sprovvisti di contratto

Cooperative multate per 1,5 milioni

Gli ispettori del lavoro puntano il mondo delle cooperative foggiane, presenti ormai un po’ in tutti i settori dell’economia locale. L’attività ispettiva ha passato ai raggi X i libri contabili e le posizioni lavorative di venti società attive nei più variegati settori: dai trasporti all’edilizia, dalle società che operano nell’assistenza, nel sociale e nel sistema sanitario, ai servizi, alle attività di consumo, fino al facchinaggio e alla vigilanza armata.

L’Ispettorato provinciale del lavoro segnala di aver rilevato in totale 63 infrazioni a carico di lavoratori «alle norme - si legge in una nota - in materia di lavoro e di legislazione sociale». Non mancano anche in questo settore fenomeni di lavoro nero che nella fattispecie riguardano «12 lavoratori» nelle venti realtà cooperative individuate nei controlli per un’evasione contributiva ed assicurativa che ha riguardato «tre cooperative» per un recupero contributivo pari a oltre 1,5 milioni di euro (1.550.420,65 la somma precisa). L’Ispettorato del lavoro segnala inoltre che nel corso dell’operazione sono stati adottati «56 verbali di diffide accertative per crediti patrimoniali».

Un’operazione-campione, che accende i riflettori su un settore già finito nel mirino qualche tempo fa (a livello nazionale) per il fenomeno rivelatosi abbastanza diffuso delle «cooperative fantasma», scandalo scoppiato, come si ricorderà, dopo l’inchiesta per mafia denominata «Roma Capitale» e che mise sotto scacco le cooperative legate al sistema degli appalti con la Pubblica amministrazioni. Le violazioni riscontrate dall’Ispettorato sono di gran lunga inferiori, naturalmente. Ma si tratta pur sempre di un settore da tenere sotto osservazione, poichè molto spesso la formula adottata per costituire una società è quella cooperativistica anche in Capitanata.

«Le cooperative irregolari - informa a tal proposito l’Ispettorato - sono risultate complessivamente 13 alle quali sono stati notificati provvedimenti sanzionatori per violazioni alle norme in materia di: omessa consegna dei tesserini personali di riconoscimento, infedeli registrazioni sul Lul (libro unico del lavoro: ndr), mancato pagamento dell’indennità di maternità e malattia, comunicazione d’assunzione, omessa consegna prospetto paga. Una cooperativa - prosegue la nota dell’istituto di corso del Mezzogiorno - è stata destinataria di un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale». Le cooperative aderenti alle Centrali e destinatarie degli accertamenti eseguiti sono state 12 mentre sono otto le coop risultate non aderenti.

«È stato inoltre rilevato - informa ancora l’Ispettorato - che tre cooperative non aderenti e 1 cooperativa aderente non hanno applicato i contratti stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative sul piano nazionale». L’Ispettorato del lavoro informa inoltra che «prosegue il percorso di costituzione di un tavolo tecnico per la stesura di un protocollo di intesa riguardante le buone prassi in ordine all’aggiudicazione degli appalti pubblici nei settori dell’edilizia e servizi con il coinvolgimento della Camera di commercio e della Prefettura di Foggia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie