Sabato 24 Ottobre 2020 | 08:01

NEWS DALLA SEZIONE

Cultura
«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

«Vera & Giuliano» e «Alida»: cinema, amore e coraggio

 
Cinema
Ecco il trailer del film «La vita davanti a sé»: il film con Sophia Loren girato a Bari

Bari, l'emozione di Decaro per il trailer del film della Loren girato a Bari

 
teatro
Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

Bari, riprende a fine mese stagione teatrale interrotta a marzo

 
La recensione
Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

Siamo noi i Predatori: l'esordio esilarante e amaro di Pietro Castellitto

 
La curiosità
World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

World Pasta Day, per Just Eat è la carbonara il piatto più ordinato

 
Lutto nel Cinema
Bari, addio all’attore Vito Cassano

Bari, addio all’attore Vito Cassano

 
Ciak
«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

«Belli ciao», in stazione il set di Pio e Amedeo. Il regista Nunziante: «Io, i treni e il sud»

 
festival
Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

Bari, al via la settima edizione del Network Internazionale Danza Puglia

 
l'appuntamento
Lecce, dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

Lecce, Dario Argento protagonista del Festival del Cinema Europeo

 
l'annuncio
Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

Bari, rinascita teatro Kursaal Santalucia: riapre il 17 e 18 ottobre

 
Televisione
Rai1, torna la serie «Doc» con il foggiano Gianmarco Saurino

Rai1, torna la serie «Doc» con il foggiano Gianmarco Saurino

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'omicidio
Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer in un romanzo dal titolo «Vendetta»

Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer e in un romanzo dal titolo «Vendetta»

 
BariLa denuncia
Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

 
HomeL'inchiesta
Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

 
FoggiaIl caso
Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

 
BatL'evento
DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

 
PotenzaIn Basilicata
Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

il caso

Sanremo 2020, «no» anche dalla Bellucci: la crisi rosa di Amadeus

Anche lei, come il rapper Salmo, ha declinato l'invito

Sanremo 2020, «no» anche dalla Bellucci: la crisi rosa di Amadeus

Monica Bellucci

E dire che voleva solo condurre il Festival: Amadeus, noto «quizzista» televisivo, è diventato in poche ore un bersaglio sul quale lanciano freccette un po’ tutti, dalle donne ai politici, dai suoi ex colleghi dj radiofonici a qualche nota attrice, come la bellissima Monica Bellucci. La quale dalla sua bocca sensuale ha pronunciato per Amadeus un secco «no». Anche lei in fuga da Sanremo, la nuova Alcatraz dalla quale è già... evaso un rapper come Salmo. Pure lui declinato l’invito per «divergenze». Amadeus divide? Amadeus è scomodo? È anticonvenzionale quanto il genio di Salisburgo Amadeus Mozart? Ma per favore!

La crisi rosa di Amadeus, che un genio non sembra proprio, è frutto di una possessione (non compositiva come quella di Mozart) ma forse dichiarativa: Amadeus deve essere un gaffeur professionista di quelli che lanciano battute «innocenti» ogni tanto. E così ha fatto presentando le donne che gli faranno da «ancelle» durante il Festival, in particolare lanciandosi in quella infelice definizione della fidanzata di Valentino Rossi - che poveretta emerge così bollata, manco non avesse un nome - e lanciandosi nel parallelo con il passo indietro rispetto al suo promesso sposo che tra l’altro è uno che corre in moto. «Amadeus voleva sottolineare il mio atteggiamento riservato!», ha cercato di difenderlo lei, che - tanto per dare una notizia - si chiama Francesca Sofia Novello e forse avrebbe fatto meglio a tacere, visto che chi è riservato in genere non presenta i Festival. Quindi: altra gaffe.

Ma non basta. Prima le donne contro Amadeus per la gaffe sui ruoli femminili, poi la polemica sul rapper anti-femminista-anti-sovranista Junior Cally, che forse i più non conoscevano. È un tipo davvero più riservato della Francesca Sofia, visto che canta mascherato. E il problema è sorto dalle parole della sua canzone definite «agghiaccianti» da Laura Boldrini ma anche dal segretario Pd Zingaretti e dallo stesso leader della Lega, Matteo Salvini. Da tutti, da ogni parte dell’universo politico (pensate che importanza!). Ma il bello è che a sua volta il mai mite Salvini, dicendo che «quel cantante offende le donne paragonandole a troie, violentate, sequestrate, stuprate e usate come oggetti», aggiunge anche: «Lo fai a casa tua, non in diretta sulla Rai e a nome della musica italiana». Gaffe nella gaffe, se vogliamo, perché secondo Salvini pare quasi che a casa degli italiani questi comportamenti siano leciti, mentre in diretta tv no.

Insomma. Tutti contro tutti in un mondo che dovrebbe macinare canzoni e bellezza e invece come ogni anno ci regala chili di polemiche, tonnellate di siparietti inutili e - è bene ricordarlo - ettari di pubblicità. A proposito, pare che Sanremo costerà 18 milioni di euro e ne incasserà 31 di spot, mica male eh? E noi faremo tardi la sera (quanti di noi vorranno/sopporteranno) ingrassando la mente e le membra con gli ultimi ritrovati dell’industria pubblicitaria incessantemente rovesciati dal video al nostro divano.

Le donne «ancelle» di Amadeus però non ingrassano e come ogni anno regaleranno attimi di pura visione, facendoci già presagire che ci sarà come ogni anno lo scandalo (il seno svelato dalla bretella che cade o un bruco tatuato per rinverdire la farfalla di Belen). Non vedremo Elisabetta Gregoraci perché ha scritto sul web che le hanno preferito Miss Keta «visto che mio marito (Flavio Briatore) è di destra». Non vedremo Monica Bellucci e ufficialmente non sappiamo cosa l’abbia spinta al rifiuto. Ma vorremmo ascoltare qualche bella canzone, un’orchestra meravigliosa, un silenzio ossequioso come quello che persino l’Amadeus buono, il Mozart, coltivava ogni tanto, tra una sconvenienza e l’altra, ma soprattutto tra una meraviglia e l’altra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie