Martedì 24 Novembre 2020 | 02:18

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

Il Lecce asfalta la Reggiana: vince 7-1 in casa al Via del Mare

 
Giallorossi
Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

Lecce, parla il ds della Reggiana: «Una corazzata. Mancosu e Coda super»

 
Il portiere
Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

Gabriel innamorato di Lecce: «Qui mi sento come in Brasile»

 
Serie B
Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

Lecce calcio, staff e calciatori tutti negativi al Covid

 
Serie B
Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

Lecce calcio, Mancosu. Gabriel e Calderoni rinnovano contratto

 
Serie B
Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

Lecce calcio, Corvino: «È un grande gruppo ma per vincere deve trasformarsi in un branco»

 
Il virus
Lecce calcio, altri due calciatori positivi al Covid 19

Lecce calcio, due calciatori ancora positivi al Covid 19

 
Giallorossi
La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

La sosta della «B» aiuta il Lecce: Listkowski e Pettinari rientrano

 
Giallorossi
Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

Tachtsidis, Paganini e Henderson: il «grande centro» fa felice il Lecce

 
Giallorossi
Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

Lecce, i giallorossi hanno l'attacco più prolifico del torneo

 
Serie B
Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

Lecce calcio, infortunio per il capitano Mancosu: frattura alla mano

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

 
BariIl caso
Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

 
FoggiaIl caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
TarantoL'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
BatA Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
PotenzaIl caso
Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

 
BrindisiVita amministrativa
Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

 
Potenzadati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

i più letti

Calcio

«Maselli ha talento, sarà utile a questo Lecce»

Mister Siviglia tesse le lodi del baby giallorosso

«Maselli ha talento, sarà utile a questo Lecce»

«Bravo Sergio. Continua così. Cresci e lavora con spensieratezza e serenità, come hai fatto sino ad oggi, senza volere bruciare le tappe, perché hai i mezzi per arrivare lontano, ma devi farlo con pazienza. Le eccessive aspettative, infatti, spesso mettono pressione. Lecce, tra l’altro, è l’ambiente ideale perché un giovane maturi. Era così già ai tempi in cui indossavo la casacca giallorossa». A firmare il messaggio è Sebastiano Siviglia, ex difensore del team salentino nel 2003/2004, che ha allenato la squadra Primavera nel 2018/2019 e nel 2019/2020. Il destinatario del messaggio è Sergio Maselli, classe 2001, che Eugenio Corini ha schierato dal primo minuto, tenendolo in campo sino alla fine, nella sfida di Coppa Italia disputata sul terreno del Torino, mercoledì scorso. Contro i granata, in un ruolo-chiave com’è quello del play, l’atleta di Putignano si è ben comportato, meritando i commenti positivi di tutti gli addetti ai lavori.

«Non sono sorpreso che mister Corini lo abbia adocchiato, gettandolo nella mischia per uno scorcio di gara contro FeralpiSalò, in coppa, ed Ascoli, in campionato, per poi utilizzarlo nell’undici di partenza contro il “Toro” - dice Siviglia - Maselli ha attitudini importanti per la sua età. Il primo anno, che l’ho avuto nella Primavera del Lecce, ha dovuto inserirsi nel nuovo ambiente, dopo avere militato nel vivaio del Bari, nel quale si era messo in evidenza. Pian piano di è ritagliato il proprio spazio. La crescita esponenziale l’ha compiuta nel 2019/2020, segnalandosi per la sua capacità di leggere le situazioni sul rettangolo verde, qualche istante prima di compagni ed avversari. Questa è una dote fondamentale per un bravo play e lui ce l’ha. Inoltre, sa dettare le geometrie e sa andare in aggressione sui rivali per perfezionare il recupero palla».

Siviglia racconta un aneddoto su Maselli e sul centrale difensivo Ilario Monterisi, altro ragazzo nato nel 2001, di Trani, del quale Corini ha parlato bene ad inizio annata agonistica, sottolineando di credere in lui: «Sia Sergio che Ilario sono due competitivi. Non ci stanno mai a perdere, nemmeno quando sono impegnati in una partitella. Questo loro spirito combattivo mi è sempre piaciuto e spesso, in allenamento, li facevo giocare su sponde contrapposte in quanto, con la loro mentalità, risultavano di stimolo per gli altri. Del resto, non a caso Monterisi era il capitano della Primavera da me diretta e Maselli era il vice capitano. Sono orgoglioso di loro e di come stanno crescendo, anche perché hanno il piglio giusto».

L’ex difensore giallorosso parla del carattere del centrocampista di Putignano. «È maturo, sa come affrontare certe situazioni - sottolinea Siviglia - Nella passata stagione, Liverani lo ha fatto esordire in Coppa Italia, a match in corso, contro la Spal. Ebbene, Sergio ha fatto la propria parte con naturalezza, senza essere condizionato dall’emozione, che presumibilmente aveva. Penso che il calcio sia il suo mondo, fermo restando che deve continuare il proprio percorso con serietà, umiltà e voglia di arrivare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie