Sabato 06 Marzo 2021 | 03:44

NEWS DALLA SEZIONE

La corsa per i playoff
Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

 
Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

L'OPINIONE

Lecce, Ezio Rossi e un pallone ormai sgonfio: «Sarebbe assurdo tornare in campo»

Il Lecce merita la salvezza per quanto ha dimostrato. Senza calcio si può sopravvivere»

Ezio Rossi e un pallone ormai sgonfio: «Sarebbe assurdo tornare in campo»

LECCE - «Forzare la ripresa della serie A sarebbe assurdo. I punti interrogativi sono troppi. Dalla sicurezza a come ci si deve comportare in caso di contagi tra i calciatori. Ma la cosa peggiore sarebbe quella di dovere giocare a porte chiuse. I tifosi sono l’essenza del calcio. Inoltre, c’è una questione morale, il rispetto per più di 31.000 morti, per i tanti operatori sanitari che hanno dato la vita nella lotta alla pandemia. Non sono convinto che la gente sia pronta a gioire per un gol, per una vittoria della propria squadra. Se dovessi decidere io, quindi, decreterei la chiusura anticipata della stagione». A parlare in questi termini è Ezio Rossi, uno dei grandi protagonisti della prima storica promozione del Lecce in A, nel 1984/1985, ex Torino e Verona, che da allenatore ha diretto il Gallipoli, tra i cadetti.

Rossi ha una sua idea su come si dovrebbe procedere: «Tutti i campionati dovrebbero essere annullati, in quanto non è ipotizzabile che producano effetti, stante il fatto che mancano tante partite alla conclusione. Non verrebbe assegnato lo scudetto, non ci sarebbero promozioni e retrocessioni. A questo punto il Lecce sarebbe salvo, come del resto meriti. Mi rendo conto che team quali il Benevento, in B, il Monza, il Vicenza e la Reggina, in C, sarebbero penalizzati. Di fatto, però, al momento della sospensione, non avevano ancora nessuna certezza di vincere i rispettivi tornei. Il risultato, nello sport, si raggiunge grazie a diverse componenti e una è la fortuna. Per queste formazioni ciò che è accaduto con l’esplosione della pandemia va annoverato come un evento oltremodo sfortunato. Un po’ come se avessero perso tutti i restanti incontri».

L’ex Lecce avrebbe una soluzione anche per le problematiche economiche che scaturirebbero dallo stop definitivo: «Opterei per una serie di provvedimenti “a caduta”. Le società dovranno rinunciare ad una fetta degli introiti derivanti dai diritti televisivi. Conseguentemente, tutti gli addetti ai lavori, dai calciatori, ai tecnici, ai direttori sportivi, a patto che guadagnino più di 5.000 euro al mese, in qualsiasi serie, non dovrebbero percepire lo stipendio relativo agli ultimi quattro mesi. Non avrebbero certo problemi a vivere. Per i dipendenti dei club e per coloro che non guadagnano 5.000 euro al mese, il governo dovrebbe prevedere lo strumento della cassa integrazione. Io, nel mio piccolo di tecnico attualmente impegnato tra i dilettanti, con contratto, ho rinunciato a quattro mensilità. Non sarebbe quindi un dramma se lo facesse anche chi percepisce somme di gran lunga più significative».

Insomma, secondo Ezio Rossi, in questo caso lo spettacolo non dovrebbe andare avanti. «Siamo sopravvissuti per tre mesi senza calcio - sostiene - riusciremo a farne a meno sino a settembre. Chi di competenza, naturalmente, dovrebbe predisporre ogni cosa per fare in modo che si riparta dopo l’estate, con le giuste misure, purché non cervellotiche».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie