Venerdì 21 Febbraio 2020 | 11:01

NEWS DALLA SEZIONE

serie a
Lecce, Calderoni: «Contro la Roma servirà carattere»

Lecce, Calderoni: «Contro la Roma servirà carattere»

 
serie a
Il Lecce ha i piedi puntati. Lucioni: «Dal Torino in giù è una lotta per non retrocedere»

Il Lecce ha i piedi puntati. Lucioni: «Dal Torino in giù è una lotta per non retrocedere»

 
serie a
Lecce, Liverani tutto orgoglio: «Abbiamo una rosa più completa»

Lecce, Liverani tutto orgoglio: «Abbiamo una rosa più completa»

 
Calcio serie A
Il Lecce batte la Spal e centra le treza vittoria consecutiva

Il Lecce batte la Spal e centra le terza vittoria consecutiva

 
serie a
Liverani carica il Lecce: «Spingiamo sull'acceleratore»

Liverani carica il Lecce: «Spingiamo sull'acceleratore»

 
Serie A
Lecce calcio, Barak sprona i suoi: «Avanti così, questo è solo l'inizio»

Lecce calcio, Barak sprona i suoi: «Avanti così, questo è solo l'inizio»

 
dopo la vittoria a napoli
Lecce, Sticchi Damiani e la sua domenica bestiale: «Emozione incredibile»

Lecce, Sticchi Damiani e la sua domenica bestiale: «Emozione incredibile»

 
Serie A
Napoli-Lecce 1-3, doppietta di Lapadula e Mancosu (parz)

Lecce show al San Paolo, batte il Napoli 3-2: doppietta di Lapadula FOTO Monopoli-Bari 2-2

 
Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Col Napoli gara ad alta intensità»

Lecce calcio, Liverani: «Col Napoli gara ad alta intensità»

 
Indagini della Digos
Lecce-Inter, striscione anti Conte: denunciato ultrà giallorosso

Lecce-Inter, striscione anti Conte: denunciato ultrà giallorosso

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, Simeri: «Con la Cavese ci giochiamo tanto»

Bari, Simeri: «Con la Cavese ci giochiamo tanto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiail caso
Utilizza soldi pubblici per pagare un'ammenda: indagato dirigente provincia Foggia

Utilizzò soldi pubblici per pagare un'ammenda: indagato dirigente provincia Foggia

 
Bariverso l'arrivo del papa
Incontro vescovi a Bari: oggi ospiti in parrocchie diocesi, ecco dove andranno

Incontro vescovi a Bari: oggi ospiti in parrocchie diocesi, ecco dove andranno

 
TarantoNel Tarantino
Grottaglie, spacciano ai giardinetti, accanto ai bimbi che giocano: polizia intercetta 3 responsabili

Grottaglie, spacciano ai giardinetti, accanto a bimbi che giocano: 3 in cella

 
Materail 23 febbario
Le maschere antiche della Basilicata sfileranno al Carnevae di Fiume

Le maschere antiche della Basilicata sfileranno al Carnevae di Fiume

 
Potenzanel Potentino
«Paga 300 euro o diffondo notizie sulla tua vita privata»: un arresto ad Atella

«Paga 300 euro o diffondo notizie sulla tua vita privata»: un arresto ad Atella

 
LeccePresi dai Cc
Carmiano, rapinatori portano via carte Bancomat e si fanno fotografare allo sportello: arrestati

Carmiano, rapinatori portano via carte Bancomat e si fanno fotografare allo sportello: arrestati

 
Bariil bilancio
Aeroporti Bari e Brindisi, traffico in aumento del 9,6% rispetto al 2019

Aeroporti Bari e Brindisi, traffico in aumento del 9,6% rispetto al 2019

 
BatLa curiosità
Canosa, santini e fiori: il cruscotto dell'auto diventa un «altarino»

Canosa, santini e fiori: il cruscotto dell'auto diventa un «altarino»

 

i più letti

Serie A

Il Lecce torna a vincere al Via del Mare e batte il Torino: 4-0

nel posticipo della 22/a giornata del campionato di calcio di Serie A

Lo stadio di Via del Mare di Lecce

Lecce batte Torino 4-0 (2-0) nel posticipo della 22/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio di Via del mare a Lecce.

Per il Torino ora è proprio notte fonda. Dopo la debacle interna contro l’Atalanta (7 reti subite), gli uomini di Mazzarri crollano anche a Lecce, incassano uno 0-4 che sa di umiliazione. Per l’allenatore dei granata l’avventura sembra essere arrivata proprio al capolinea. Il Lecce, con una prova tutta cuore e orgoglio, conquista la prima vittoria interna della stagione, e dà una spallata di ossigeno alla sua asfittica classifica. Una gara che non c'è mai stata, con i giallorossi assoluti dominatori della scena, grazie anche alle superbe prove dei nuovi acquisti Barak e Saponara.

Di contro un Torino apparso più uno sparring partner che un valido avversario, incapace come è stato di far passare una serata di assoluto relax all’estremo difensore giallorosso. E lo sconforto di Walter Mazzarri, accomodatosi in panchina per quasi tutto il secondo tempo, è la fedele immagine di un capitano che sembra essere arrivato sul punto di deporre le armi. E l'immagine finale dei giocatori granata respinti dai propri tifosi, è la cartolina finale di una serata horror per Mazzarri e suoi uomini.

Nel Lecce esordio dal primo minuto per i nuovi Barak e Saponara, con Mancosu in panchina a causa di attacco influenzale avuto in nottata. Scelte obbligate per Mazzarri, che deve fare la conta tra squalifiche ed infortuni: Belotti unica punta, supportato alle spalle dal duo Berenguer-Verdi. La partenza del Torino è da incubo, con il Lecce che mette a segno un uno-due terrificante. Corner corto e Saponara serve un rasoterra più che mai invitante per il liberissimo Deiola (11'), che dal limite impatta di prima intenzione e batte Sirigu per il vantaggio giallorosso: per il centrocampista è la prima rete nel massimo campionato. Al 19' è Barak che di sinistro bagna al meglio il suo esordio, imbeccato da un erroraccio di Djidji in area: anche per il giocatore ceco prima rete nel campionato. Piove sul bagnato in casa granata con Verdi (problema muscolare), costretto a uscire al 24': al suo posto il giovane Millico.

Sirigu si supera su Lapadula (31'), con una respinta da applausi. Sulla ripartenza Berenguer (32') sfiora il palo, per la prima occasione granata. Il Torino riesce ad accorciare le distanze con Belotti (44'), ma il tocco di De Silvestri, in fuorigioco, rende tutto inutile. Si va negli spogliatoi con un doppio vantaggio giallorosso, ampiamente meritato, e per il Torino è notte fonda.

Si ricomincia e Petriccione rileva Deiola, sul fronte opposto Edera per Djidji. Ma la musica non cambia con il Lecce che continua a giostrare con relativa tranquillità, ed i granata alla ricerca di gioco ed identità. Il gioiello di Falco (64'), con una splendida conclusione all’incrocio dei pali, sembra mettere la parola fine alla contesa. Alla festa del gol partecipa anche Lapadula (78'), che si procura e mette a segno un penalty per un fallo causato da Bremer. (

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie