Lunedì 17 Febbraio 2020 | 07:42

NEWS DALLA SEZIONE

serie a
Lecce, Liverani tutto orgoglio: «Abbiamo una rosa più completa»

Lecce, Liverani tutto orgoglio: «Abbiamo una rosa più completa»

 
Calcio serie A
Il Lecce batte la Spal e centra le treza vittoria consecutiva

Il Lecce batte la Spal e centra le terza vittoria consecutiva

 
serie a
Liverani carica il Lecce: «Spingiamo sull'acceleratore»

Liverani carica il Lecce: «Spingiamo sull'acceleratore»

 
Serie A
Lecce calcio, Barak sprona i suoi: «Avanti così, questo è solo l'inizio»

Lecce calcio, Barak sprona i suoi: «Avanti così, questo è solo l'inizio»

 
dopo la vittoria a napoli
Lecce, Sticchi Damiani e la sua domenica bestiale: «Emozione incredibile»

Lecce, Sticchi Damiani e la sua domenica bestiale: «Emozione incredibile»

 
Serie A
Napoli-Lecce 1-3, doppietta di Lapadula e Mancosu (parz)

Lecce show al San Paolo, batte il Napoli 3-2: doppietta di Lapadula FOTO Monopoli-Bari 2-2

 
Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Col Napoli gara ad alta intensità»

Lecce calcio, Liverani: «Col Napoli gara ad alta intensità»

 
Indagini della Digos
Lecce-Inter, striscione anti Conte: denunciato ultrà giallorosso

Lecce-Inter, striscione anti Conte: denunciato ultrà giallorosso

 
Calcio serie A
Napoli-Lecce, allenamento a porte chiuse per i giallorossi in preeparazione della trasferta campana

Napoli-Lecce, allenamento a porte chiuse per i giallorossi in preparazione della trasferta campana

 
Serie A
Lecce calcio, presentati Barak e Paz: «Qui grande accoglienza»

Lecce calcio, presentati Barak e Paz: «Qui grande accoglienza»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiPallacanestro
Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

 
BariL'iniziativa
A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

 
TarantoIncidente stradale
Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

 
PotenzaI vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
LecceNel Salento
Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

 
Foggianel foggiano
Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

 
MateraViolenza in casa
Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

 

i più letti

serie a

Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

Un gol alla Juve, uno all'Inter: il capitano è tornato alla grande

Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

Marco Mancosu

Una corsa sfrenata, una mano battuta sul petto e poi le lacrime a rigargli il viso. Marco Mancosu l’ha fatto di nuovo: dopo aver segnato alla Juventus si è ripetuto con l’Inter. Domenica pomeriggio però l’emozione è stata difficile da trattenere nell’esultanza.

Ha preso per mano il Lecce sull’orlo della quinta sconfitta consecutiva in campionato e l’ha tirato su, permettendogli di conquistare un pareggio che porta un punticino alla classifica, ma che per il morale della squadra e dell’ambiente vale come una vittoria.

Quella del centrocampista sardo sembra una favola, alla quale stenta a credere anche il protagonista principale. «Fatico a realizzare di aver segnato contro l’Inter e la Juventus», ha detto il capitano giallorosso subito dopo la sfida contro i nerazzurri. Fino a qualche anno fa segnare contro entrambe le contendenti allo scudetto era qualcosa di troppo grande perfino da sognare, eppure è accaduto per davvero. A 31 anni Mancosu si è preso il palcoscenico della serie A, dopo aver calpestato per tante stagioni i campi sfatti delle serie inferiori.

Quando è arrivato nel Salento nell’estate del 2016, il centrocampista sardo era noto a tutti come un elemento ottimo per la serie C, che per una serie di circostanze non era mai riuscito ad arrivare nel grande calcio. Con la maglia giallorossa fece bene già al primo anno nell’allora Lega Pro, ma non riuscì a conquistare la promozione in serie B. Obiettivo centrato l’anno seguente, quando sulla panchina del Lecce è arrivato Fabio Liverani, un fattore decisivo per la carriera del centrocampista ex Cagliari. Il tecnico romano ha saputo sfruttarne al massimo le doti, mettendolo al centro del suo progetto tecnico, a prescindere dal ruolo in campo. Lo ha trasformato da ottima mezzala in serie C a straordinario trequartista nella scorsa serie B, esaltandone le qualità di corsa e le capacità balistiche. Dopo la partita contro lo Spezia, che ha sancito il ritorno del Lecce in serie A, il centrocampista cagliaritano disse che quella promozione lo ripagava per tutti gli sforzi fatti in carriera e per tutta la polvere mangiata sui campi della serie C. Ma quel caldo pomeriggio dello scorso maggio, Mancosu non sapeva che il meglio sarebbe dovuto ancora arrivare.

La stagione in corso non è stata facile per lui: un infortunio in estate che ne ha compromesso la preparazione, la fatica per rimettersi al passo del gruppo e poi un problema muscolare che lo ha tenuto fermo un mese fra novembre e dicembre. Eppure, i numeri dicono che il capitano giallorosso è stato decisivo per la classifica della sua squadra. È il capocannoniere del Lecce con sei reti, quattro delle quali su rigore, ma soprattutto i suoi gol hanno portato ai pareggi contro Juventus e Inter e alle vittorie contro Torino e Spal. In totale, otto dei sedici punti conquistati dal Lecce portano la firma di Mancosu, che del Lecce è capitano e simbolo di una rinascita. È rimasto l’unico giocatore della rosa reduce dal doppio salto, che dopo essere passato attraverso la serie C e la serie B ora vuole portare a termine l’impresa più bella e difficile: conquistare la salvezza in serie A.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie