Venerdì 05 Marzo 2021 | 15:22

NEWS DALLA SEZIONE

La corsa per i playoff
Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

Lecce, a Via Del Mare nulla di fatto contro l'Entella: finisce 0-0

 
Serie B
Parità (1-1) tra ra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

Parità (1-1) tra Pescara e Lecce nella 25esima giornata del campionato

 
serie b
Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

Lecce-Cosenza 3-1: riparte la corsa dei giallorossi ai playoff

 
Serie B
Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

Hjulmand, regista venuto dal freddo: «La B è dura ma al Lecce darò tutto»

 
Serie b
Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

Il Lecce torna a vincere: Cremonese battuta in trasferta, finisce 1-2

 
giallorossi
Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

Lecce, la mini rivoluzione di Corini, fuori Mancosu e subito Rodriguez

 
Serie b
Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

Lecce punta sulla certezza Hjulmand: un lottatore sulla strada dei play-off

 
Serie B
Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

Lecce-Brescia, finisce in parità: 2-2 al Via del Mare

 
Il post-partita
Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

Lecce, Corini: «Trasformare la delusione in energia»

 
Serie B
Oggi (ore 21) al Via del Mare è di scena l'Ascoli: Corini spinge sull’acceleratore

Sconfitta per il Lecce contro l'Ascoli al Via del Mare: perde 2-1

 

Il Biancorosso

Serie C
Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl gesto
Vico del Gargano, bandiera Lega bruciata a ede partito: rafforzata viilanza

Vico del Gargano, bandiera Lega bruciata alla sede partito: rafforzata vigilanza

 
Lecceil festival
Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

 
PotenzaL'emergenza
Potenza, inaugurazione anno giudiziario Corte dei Conti: creato ufficio «Servizio Covid-19»

Potenza, inaugurazione anno giudiziario Corte dei Conti: creato ufficio «Servizio Covid-19»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 10 ordinanze

 
TarantoOperazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti.
Leporano, soldi per le elezioni 2019 /Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Preparazione

Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

Il tecnico ha dovuto aggrapparsi nelle prime giornate allo zoccolo duro della squadra

Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

A tirare la carretta, in casa Lecce, nelle prime sei giornate di campionato, è stato il gruppo che ha conquistato la promozione dalla B alla A. In quattro gare su sei, dal primo minuto, Liverani ha schierato una squadra che, per sette undicesimi, è stata composta attingendo ai reduci della trionfale stagione 2018/2019.
Contro l’Inter, all’esordio, il tecnico romano ha impiegato in avvio sette fedelissimi della B: Calderoni, Lucioni, Petriccione, Majer, Tachtsidis, Falco e La Mantia.

Sette sono stati i reduci della serie cadetta utilizzati anche nei match giocati con Napoli (con Tabanelli invece di Petriccione), Spal (con Petriccione al posto di Tachtsidis) e Roma (con Tachtsidis in sostituzione di Tabanelli).
In un solo caso, nella sfida interna con il Verona, Liverani ha optato per un complesso iniziale a prevalenza di nuovi arrivati: Gabriel, Benzar, Dell’Orco, Rossettini, Shakhov e Lapadula. Ebbene, la prova sfoderata dall’undici salentino contro gli scaligeri è stata la peggiore di quelle passate in archivio, soprattutto per quel che riguarda il primo tempo.
Nell’incontro con il Torino, vinto in trasferta, l’allenatore capitolino ha scelto una squadra composta da sei elementi già presenti in B (Calderoni, Lucioni, Majer, Tabanelli, Tachtsidis e Falco) e da cinque volti nuovi (Gabriel, Rossettini, Rispoli, Farias e Lapadula).

Insomma, ad oggi, il club presieduto da Saverio Sticchi Damiani ha avuto un apporto limitato dai calciatori giunti dal mercato, tra i quali solo il portiere Gabriel, il terzino destro Rispoli, il centrale difensivo Rossettini e l’attaccante Lapadula hanno fatto la propria parte con continuità. Eppure proprio i nuovi arrivati sono deputati a fare compiere un salto di qualità al gruppo reduce dalla serie cadetta, avendo maggiore esperienza a certi livelli.

Liverani, però, è stato costretto a centellinare l’utilizzo di quasi tutti i neo acquisti. Il rumeno Benzar e l’ucraino Shakhov si sono fatti male durante la preparazione, saltandola quasi del tutto. Così hanno dovuto recuperare il terreno perso ed ancora, quando sono stati gettati nella mischia, non hanno convinto.
Dell’Orco, Farias, Babacar ed Imbula sono stati ingaggiati nell’ultima fase del mercato e, essendo fuori rosa nelle rispettive società di provenienza, non hanno svolto la preparazione, in quanto si sono allenati da soli. Da qui la necessità di portarli pian piano in condizione ma, a complicare i piani dello staff tecnico, sono intervenuti gli acciacchi che hanno colpito il terzino mancino ex Sassuolo, il brasiliano ed il franco-congolese.

Non a caso, Liverani ha più volte ripetuto che «bisogna avere pazienza», cercando di permettere ai nuovi acquisti non ancora pienamente utilizzati di raggiungere la forma migliore, alla quale il più vicino sembrerebbe Babacar.
Quando questo obiettivo sarà raggiunto, il Lecce potrà contare su più possibilità di scelta, su una maggiore esperienza, in considerazione del fatto che quasi tutti i nuovi si sono cimentati a certi livelli, ed anche su una superiore cifra tecnica. In quest’ottica, potrebbe rivelarsi molto utile la sosta che la serie A osserverà dopo il settimo turno, in concomitanza con gli impegni della nazionale.
Ieri il Lecce è tornato a lavorare dopo il giorno di riposo osservato lunedì. Si sono allenati a parte Tabanelli, Farias e Lapadula, che rischiano di essere out anche per la partita esterna di domenica, con l’Atalanta. Dell’Orco, invece, si è aggregato al resto del gruppo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie