Lunedì 03 Agosto 2020 | 11:42

NEWS DALLA SEZIONE

SERIE A
Parma - Lecce

Nulla di fatto per il Lecce: 3-4 in casa col Parma e scende in B

 
Calcio
Lecce, notte batticuore. Ecco la partita della vita

Lecce, notte al cardiopalma: tutto pronto per la partita della vita

 
SERIE A
L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

 
SERIE A
Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi

Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi, da Mancosu a Lapadula

 
L'invito
Comune Lecce espone bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

Comune Lecce e Arcivescovo Seccia espongono bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

 
Serie A
Udinese - Lecce finisce 2 a 1 per i giallorossi: la speranza di restare in A resta

Udinese - Lecce finisce 2 a 1 per i giallorossi: c'è speranza di restare in A

 
SERIE A
Il Lecce aggrappato alla matematica: vincere a Udine potrebbe non bastare

Il Lecce aggrappato alla matematica: vincere a Udine potrebbe non bastare

 
lecce
Liverani: «Domani a Udine daremo il massimo per non avere rimpianti»

Liverani: «Domani a Udine daremo il massimo per non avere rimpianti»

 
CALCIO
Lecce tra speranza e rammarico, il Var resta un argomento spinoso

Lecce tra speranza e rammarico, il Var resta un argomento spinoso

 
Serie A
Bologna - Lecce finisce 3-2, decide Barrow nel recupero

Bologna - Lecce finisce 3-2, i giallorossi con un piede in B: decide Barrow nel recupero

 
Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Match difficile contro il Bologna ma dobbiamo vincere»

Lecce calcio, Liverani: «Match difficile contro il Bologna ma dobbiamo vincere»

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari resta in sospeso. Vivarini è il dilemma

Il Bari resta in sospeso. Vivarini è il dilemma

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariFrode telematica
Bari, rimborsi Covid fasulli: la truffa Inps corre online

Rimborsi-Covid fasulli: la truffa Inps corre online anche a Bari

 
Foggiai retroscena
Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

Rissa a Borgo Mezzanone, nel ghetto «comandano i ghanesi»

 
Tarantoil siderurgico
Taranto, ex Ilva, produzione ai minimi storici (e in 4mila a casa)

Taranto, produzione ex Ilva ai minimi storici (e in 4mila a casa)

 
Brindisila visita
Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

Premier Conte atteso a Ceglie Messapica per il 9 agosto

 
PotenzaTragedia
Vinovo, guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna e si toglie la vita

Guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna in Piemonte e si toglie la vita

 
BatCriminalità
Trani, pestaggio di un 16enne tranese nei guai anche 6 minorenni

Trani, pestaggio di un 16enne: nei guai anche 6 minorenni

 
MateraIL SALVATAGGIO
Policoro, dopo le cure la tartaruga Ramona torna in mare

Policoro, dopo le cure la tartaruga Ramona torna in mare

 

i più letti

Preparazione

Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

Il tecnico ha dovuto aggrapparsi nelle prime giornate allo zoccolo duro della squadra

Lecce, Liverani lavora sugli ultimi arrivati

A tirare la carretta, in casa Lecce, nelle prime sei giornate di campionato, è stato il gruppo che ha conquistato la promozione dalla B alla A. In quattro gare su sei, dal primo minuto, Liverani ha schierato una squadra che, per sette undicesimi, è stata composta attingendo ai reduci della trionfale stagione 2018/2019.
Contro l’Inter, all’esordio, il tecnico romano ha impiegato in avvio sette fedelissimi della B: Calderoni, Lucioni, Petriccione, Majer, Tachtsidis, Falco e La Mantia.

Sette sono stati i reduci della serie cadetta utilizzati anche nei match giocati con Napoli (con Tabanelli invece di Petriccione), Spal (con Petriccione al posto di Tachtsidis) e Roma (con Tachtsidis in sostituzione di Tabanelli).
In un solo caso, nella sfida interna con il Verona, Liverani ha optato per un complesso iniziale a prevalenza di nuovi arrivati: Gabriel, Benzar, Dell’Orco, Rossettini, Shakhov e Lapadula. Ebbene, la prova sfoderata dall’undici salentino contro gli scaligeri è stata la peggiore di quelle passate in archivio, soprattutto per quel che riguarda il primo tempo.
Nell’incontro con il Torino, vinto in trasferta, l’allenatore capitolino ha scelto una squadra composta da sei elementi già presenti in B (Calderoni, Lucioni, Majer, Tabanelli, Tachtsidis e Falco) e da cinque volti nuovi (Gabriel, Rossettini, Rispoli, Farias e Lapadula).

Insomma, ad oggi, il club presieduto da Saverio Sticchi Damiani ha avuto un apporto limitato dai calciatori giunti dal mercato, tra i quali solo il portiere Gabriel, il terzino destro Rispoli, il centrale difensivo Rossettini e l’attaccante Lapadula hanno fatto la propria parte con continuità. Eppure proprio i nuovi arrivati sono deputati a fare compiere un salto di qualità al gruppo reduce dalla serie cadetta, avendo maggiore esperienza a certi livelli.

Liverani, però, è stato costretto a centellinare l’utilizzo di quasi tutti i neo acquisti. Il rumeno Benzar e l’ucraino Shakhov si sono fatti male durante la preparazione, saltandola quasi del tutto. Così hanno dovuto recuperare il terreno perso ed ancora, quando sono stati gettati nella mischia, non hanno convinto.
Dell’Orco, Farias, Babacar ed Imbula sono stati ingaggiati nell’ultima fase del mercato e, essendo fuori rosa nelle rispettive società di provenienza, non hanno svolto la preparazione, in quanto si sono allenati da soli. Da qui la necessità di portarli pian piano in condizione ma, a complicare i piani dello staff tecnico, sono intervenuti gli acciacchi che hanno colpito il terzino mancino ex Sassuolo, il brasiliano ed il franco-congolese.

Non a caso, Liverani ha più volte ripetuto che «bisogna avere pazienza», cercando di permettere ai nuovi acquisti non ancora pienamente utilizzati di raggiungere la forma migliore, alla quale il più vicino sembrerebbe Babacar.
Quando questo obiettivo sarà raggiunto, il Lecce potrà contare su più possibilità di scelta, su una maggiore esperienza, in considerazione del fatto che quasi tutti i nuovi si sono cimentati a certi livelli, ed anche su una superiore cifra tecnica. In quest’ottica, potrebbe rivelarsi molto utile la sosta che la serie A osserverà dopo il settimo turno, in concomitanza con gli impegni della nazionale.
Ieri il Lecce è tornato a lavorare dopo il giorno di riposo osservato lunedì. Si sono allenati a parte Tabanelli, Farias e Lapadula, che rischiano di essere out anche per la partita esterna di domenica, con l’Atalanta. Dell’Orco, invece, si è aggregato al resto del gruppo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie