Lunedì 19 Agosto 2019 | 01:14

NEWS DALLA SEZIONE

Coppa Italia
Lecce Salernitana

Lecce superstar batte la Salernitana 4-0. Bari, «schiaffo» ad Avellino. Monopoli asfaltato dal Frosinone

 
Coppa Italia
Lecce, domani terzo turno di Coppa contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

Lecce, in campo contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

 
Calciomercato
Lecce, presentato nuovo acquisto Farias: «C'è fiducia in me, voglio giocare»

Lecce, presentato nuovo acquisto Farias: «C'è fiducia in me, voglio giocare»

 
Serie A
Lecce, è record abbonamenti: assegnati tutti i numeri di maglia

Lecce, è record abbonamenti: assegnati tutti i numeri di maglia

 
Serie A
Lecce calcio, ritorna in giallorosso Andrea Rispoli

Lecce calcio, ritorna in giallorosso Andrea Rispoli

 
L'ok della commissione
Lecce, il Via del Mare è agibile per la Tim Cup

Lecce, il Via del Mare è agibile per la Tim Cup

 
L'intervista
«Voglio il Lecce in salvo»: parla il presidente Sticchi Damiani

«Voglio il Lecce in salvo»: parla il presidente Sticchi Damiani

 
Serie A
Lecce calcio, in prestito dal Sassuolo arriva Dall'Orco

Lecce calcio, in prestito dal Sassuolo arriva Dall'Orco

 
Serie A
Calcio Lecce, Liverani: «Stiamo facendo un buon lavoro»

Calcio Lecce, Liverani: «Stiamo facendo un buon lavoro»

 
Calciomercato
Lecce: l'affare Babacar si complica, Sassuolo batte altre strade

Lecce: l'affare Babacar si complica, Sassuolo batte altre strade

 
Calciomercato
Lecce, pressing sul Sassuolo per Babacar, Dell'Orco e Goldaniga

Lecce, pressing sul Sassuolo per Babacar, Dell'Orco e Goldaniga

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

I nuovi acquisti

Scavone e La Mantia a tutto Lecce
«Una piazza affascinante»

Scavone e La Mantia a tutto Lecce«Una piazza affascinante»

Andrea La Mantia e Manuel Scavone

LECCE - «Sono arrivato nel Salento con tanto entusiasmo, dopo avere vissuto due stagioni importanti a Parma, dove ho vinto due campionati. Ora devo fare bene con il Lecce. La piazza è esigente e voglio dare il mio contributo alla causa della squadra».
A parlare è Manuel Scavone, centrocampista classe ‘87, uno degli ultimi arrivati in casa giallorossa nel mercato estivo, presentato ieri insieme all’attaccante Andrea La Mantia, classe ‘91, giunto dalla Virtus Entella. «Il ruolo che prediligo è quello di mezzala sinistra - aggiunge Scavone - ma durante una stagione a volte ci sono altre esigenze, alle quali so adattarmi. Ho giocato davanti alla difesa e mi è capitato anche di essere schierato da centrale difensivo».

Nel 4-3-1-2 attuato da Fabio Liverani il centrocampo deve dare equilibrio alla squadra. «Dobbiamo garantire tanta corsa e molta sostanza per supportare le due punte ed il trequartista», sottolinea l’ex Parma, che poi aggiunge: «La piazza leccese mi affascina perché ha una storia importante e può contare su un pubblico caloroso. Il gruppo è sano e l’allenatore pretende molto, com’è giusto che sia. Non vedo l’ora che inizi il campionato, in quanto sarà il campo a dire di che pasta siamo fatti. La B è difficile, ma sono fiducioso perché siamo in grado di disputare un buon campionato».
Il Lecce ha cambiato tanto. «All’inizio, potrebbero esserci dei problemi di intesa - sottolinea Scavone - ma stiamo lavorando tanto per capire ed applicare ciò che ci chiede il mister».

La prima partita di campionato è in programma a Benevento, lunedì sera. «Il match è molto difficile, come lo sono tutti in B - afferma il centrocampista ex Parma - In questo caso, però, ce la vedremo con un complesso che ambisce a vincere il campionato, per di più in trasferta. Non dovremo sbagliare l’approccio e l’atteggiamento, per provare ad ottenere un risultato positivo».

La Mantia ha avuto Mauro Meluso come direttore sportivo a Cosenza. «Il fatto di conoscerlo ha inciso sulla mia scelta, ma determinanti sono state il blasone della piazza e la storia della società salentina - dice l’attaccante di Marino -. Ad un certo punto l’operazione sembrava saltata, ma la società mi ha sempre rassicurato che la trattativa sarebbe andata in porto, tant’è che non sono mai andato via da Lecce. Il mio obiettivo è quello di realizzare gol importanti, il maggior numero possibile. Sono convinto che con l’aiuto della squadra riuscirò a fare bene».

L’impatto con il gruppo è stato positivo. «Ha basi solide e sa mettere a proprio agio i nuovi arrivati - rimarca La Mantia - Liverani è molto esigente. Dà tanto e chiede tanto. Noi cercheremo di seguirlo costantemente, sino alla fine. In attacco disponiamo di giocatori di grande qualità, ma tutta la squadra è costruita molto bene».

L’ex Virtus Entella è il classico centravanti.«Per caratteristiche sono una prima punta da area di rigore, ma sono a disposizione del tecnico, pronto a giocare ovunque mi chieda di farlo, applicandomi sempre al massimo. Conta solo il bene della squadra. Sul piano della condizione sono un po’ in ritardo perché non mi sono potuto allenare in mancanza del nulla osta, durante la fase nella quale la trattativa è saltata, ma naturalmente sono pronto a dare il massimo»
Ceduto, infine, il centrocampista Giuseppe Maimone al Monopoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie