Domenica 08 Dicembre 2019 | 02:02

NEWS DALLA SEZIONE

Il match
Serie D, Foggia-Altamura 1-0: decide Gentile su rigore

Serie D, Foggia-Altamura 1-0: decide Gentile su rigore

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

Bari, Vivarini: «Con il Potenza sarà una grande gara»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'iniziativa
Musica al Petruzzelli: ecco la Notte di San Nicola per i ragazzi

Bari, musica al Petruzzelli: ecco la Notte di San Nicola per i ragazzi

 
TarantoAmbiente
Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

Taranto, 145 ex dipendenti «Isolaverde» impiegati per la bonifica della città

 
BrindisiLa protesta
Brindisi, oggi sit-in del movimento No Tap contro i gasdotti

Brindisi, domani sit-in del movimento No Tap contro i gasdotti

 
MateraTradizione popolare
Matera, presepe vivente nei Sassi: è alla «decima candelina»

Matera, presepe vivente nei Sassi: è alla «decima candelina»

 
BatIl caso
A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

A Barletta la ruota panoramica c'è ma... non gira

 
LecceIl caso
Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

Otranto, sigilli ai pontili: indagati sindaco e giunta

 
HomeIl viaggio nello stabilimento
Balvano, la fabbrica dei desideri: gli introvabili Nutella Biscuits nascono in Basilicata

Balvano, la fabbrica dei desideri: gli introvabili Nutella Biscuits nascono in Basilicata

 

i più letti

La posta più alta

Banca del Sole in corsa per il Foggia: bisogna versare 500mila euro

Il termine entro cui depositare in Comune le manifestazioni di interesse per far ripartire il calcio foggiano dalla D è stato prorogato a martedì alle 12

foggia calcio

FOGGIA - Servono 500mila euro per l’ammissione in soprannumero alla Serie D, la Federcalcio ha aumentato il contributo straordinario richiesto alla città di Foggia per ripartire dalla massima serie dilettantistica. Ieri il presidente della Figc, Gravina, ha scritto ai sindaci delle città le cui squadre sono state escluse - per inadempienze o rinunce - dai campionati professionistici, tra cui Palermo, Foggia, Lucca, indicando requisiti e modalità per richiedere la partecipazione al torneo di Serie D. La novità è che cambia il contributo da versare a fondo perduto alla Figc: nuove cifre, stabilite in via discrezionale dal presidente Gravina in accordo con le altre componenti della Federcalcio. Un milione di euro la richiesta avanzata alla città di Palermo, 500mila euro per Foggia. Somme calibrate secondo storia, bacino d’utenza e curriculum calcistico dei club.

L’anno scorso fu di 150mila euro il contributo chiesto e versato per la D da Avellino, Bari, Cesena. Contributo che nella primavera scorsa era stato portato, tramite la modifica dell’articolo 52 (comma 10) delle Norme organizzative interne della Figc, ad una cifra «non inferiore a 300mila euro». Ora questa nuova variazione in corso d’opera, che implica un impegno economico di gran lunga superiore rispetto a quello sostenuto negli anni scorsi, dalle società di altre città, per la partecipazione in soprannumero alla D.

Entro il 29 luglio alle 15, la società o associazione a cui l’amministrazione comunale affiderà il titolo sportivo dovrà presentare: richiesta di ammissione al campionato interregionale con l’indicazione dei soci; istanza di affiliazione alla Figc (se non è ancora affiliata); business plan con piano triennale delle attività; dichiarazione d’impegno ad osservare le prescrizioni per l’ammissione al campionato interregionale; assegno circolare non trasferibile, intestato alla Figc e dell’importo di 500mila euro. Documentazione che dovrà essere accompagnata da una lettera in cui l’amministrazione comunale manifesta il suo gradimento in merito al progetto e ne conferma la serietà.

Il termine entro cui depositare in Comune le manifestazioni di interesse per far ripartire il calcio foggiano dalla D è stato prorogato a martedì alle 12 e anche chi ha già depositato l’istanza deve allegare l’assegno circolare di 500mila euro richiesto dalla Figc. Poi il sindaco Landella valuterà i progetti e deciderà a chi affidare il titolo sportivo.
Sei le proposte protocollate martedì scorso, tra qui quella dell’ex dg rossonero Masi e dell’azienda bitontina Meleam, che ha subito un atto intimidatorio (ne riferiamo in altra parte del giornale). Ieri mattina è stata presentata un’altra istanza a Palazzo di città, la settima: mittente, l’ingegnere sanseverese Sergio Priore, presidente di Banca del Sole, associazione che si occupa di investimenti pubblici e privati, promozione e diffusione delle energie rinnovabili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie