Martedì 11 Agosto 2020 | 17:51

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLe misure anticontagio
Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

 
BariEmergenza al Policlinico
Coronavirus Bari, partoriente positiva i neo genitori: «Non possiamo vedere il nostro piccolo»

Coronavirus Bari, partoriente positiva i neo genitori: «Non possiamo vedere il nostro piccolo»

 
MateraIl caso
Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

Matera, donna lancia una pietra contro un'auto: denunciata

 
Leccel'emergenza
Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

 
Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 

i più letti

Serie B

Foggia calcio, parla il capitano Agnelli: «Gara speciale, c'è voglia di riscatto»

Sul caos ripescaggi: «Sentire che a questo punto della stagione si parla ancora di sospendere il campionato o stravolgere tutto lascia disorientati»

foggia calcio

FOGGIA -  Il derby come opportunità per dimenticare Cosenza e ricominciare a vincere. Il Foggia attende il Lecce ed è pronto a dare battaglia. Domani, alle 15, l’atteso confronto, allo «Zaccheria». Il capitano dei rossoneri suona la carica: «Vogliamo dimostrare che non siamo quelli di Cosenza - dichiara Cristian Agnelli -. Avevamo trovato la quadratura prima di Cosenza, lo stop in Calabria fa pensare ad altro, ma abbiamo capito che facciamo fatica se non portiamo in campo la cattiveria agonistica di chi è in zona retrocessione. Ora dimostriamo che il Foggia c’è, sul piano tattico, atletico, mentale. È la partita giusta per dare una risposta forte: arriva dopo una mazzata come quella di sabato scorso, una gara in cui purtroppo sono mancate reazione e lucidità. In un percorso di crescita può capitare qualche passaggio a vuoto».

Ventuno anni fa l’ultimo derby, in B, tra rossoneri e giallorossi ma a Foggia la gara col Lecce riporta alla mente le quattro vittorie ottenute in Lega Pro tra il 2014 e il 2017. «Purtroppo è venuto meno il derby col Bari ma ritroviamo questa partita che ha altrettanto fascino e valore - dice il 33enne centrocampista foggiano -. Ricordo con molto piacere le sfide degli anni scorsi allo “Zaccheria”, su tutte il 3-0 della primavera 2017, che ci diede una grossa spinta verso la promozione in B. In casa, il derby col Lecce negli anni scorsi ci ha sempre dato vitalità, compattezza, forza e punti. Mi auguro che accada lo stesso anche questa volta. Siamo una squadra forte ma sappiamo che non sarà facile: il Lecce è un’ottima formazione, che gioca bene a calcio ed ha tanti calciatori di spessore ed esperti, come Lepore, che stimo».

Foggia che ha un grande potenziale offensivo e lavora per portare in condizione anche Iemmello, dopo i suoi cinque mesi di inattività: «Pietro sta bene, ha tanta voglia di rientrare e dare il suo contributo. Egoisticamente lo vorrei subito in campo ma è giusto non mettergli pressione, dargli la possibilità, gradualmente, di ritrovarsi. Quanto a me sto giocando poco ed ovviamente non mi fa piacere, ma ho sempre anteposto il bene della squadra a tutto. Da capitano e da foggiano mi piacerebbe giocare, sabato, ma se dovessi scegliere fra la mia presenza in campo e la vittoria, opterei senza dubbio per la seconda».
Ieri la Lega di B ha impugnato la sentenza con cui il Tar del Lazio ha rimesso in discussione il format del campionato a 19 squadre. Salvo altri colpi di scena, in questo fine settimana si giocherà regolarmente. La Figc ha convocato per martedì prossimo, alle 11, il consiglio federale. «Sentire che a questo punto della stagione si parla ancora di sospendere il campionato o stravolgere tutto lascia disorientati ma queste scelte non spettano a noi, ed è importante che alla fine venga presa la decisione giusta - conclude Agnelli -. Dispiace che si è ancora a questo punto, perché si perde entusiasmo, l’atmosfera e lo spirito del gioco».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie