Lunedì 10 Dicembre 2018 | 16:32

NEWS DALLA SEZIONE

Sconfitto 3-1
Foggia schiacciato dal Livorno, tifosi contestano squadra

Foggia schiacciato dal Livorno, tifosi contestano squadra

 
La crisi
Foggia, Iemmello: «A Livorno gara da ultima spiaggia»

Foggia, Iemmello: «A Livorno gara da ultima spiaggia»

 
Serie B
La carica di Kragl scalda il Foggia: «Niente scherzi contro il Venezia»

La carica di Kragl scalda il Foggia: «Niente scherzi contro il Venezia»

 
L'ex allenatore
Foggia, clan imposero calciatori Foggia. Ombre su De Zerbi

Foggia, clan imposero calciatori. Ombre su De Zerbi: non denunciò

 
Serie B
Iemmello carica il Foggia«È ora di ricominciare a vincere»

Iemmello carica il Foggia
«È ora di ricominciare a vincere»

 
Serie B
Foggia calcio, bel gioco e grinta ora manca solo la vittoria

Foggia calcio, bel gioco e grinta ora manca solo la vittoria

 
Spezia-Foggia 0-0
Foggia, a Spezia tante emozioni ma nessun gol: a casa con un punto

Foggia, a Spezia tante emozioni ma nessun gol: a casa con un punto

 
Serie B
La risalita secondo Carraro «Foggia fai il camaleonte»

La risalita secondo Carraro «Foggia fai il camaleonte»

 
Serie D
Foggia, la benzina Rizzo l'arma in più verso La Spezia?

Foggia, la benzina Rizzo l'arma in più verso La Spezia?

 
Serie B
Ricorso accolto, Foggia tira il fiato e spera di riottenere da 2 a 4 punti

Ricorso accolto, Foggia tira il fiato
e spera di riottenere da 2 a 4 punti

 

Serie B

Il Foggia si gode l’effetto «Zaccheria»
solo il Pescara con più punti in casa

La vera spinta per azzerare la penalizzazione e far partire un nuovo campionato

Foggia, Fabio Mazzeo ha chiuso la stagione a quota 21 gol

Foto Maizzi

FOGGIA - Tre vittorie ed una sconfitta in 4 partite disputate in casa dall’inizio del torneo di Serie B. Nove i punti conquistati, sul prato amico, sui 12 a disposizione. Il Foggia ha fatto leva sul fattore «Zaccheria», in questo avvio di campionato, per azzerare la penalizzazione e far partire la risalita in classifica. La formazione allenata da Grassadonia è al momento, insieme allo Spezia, la seconda squadra cadetta per il rendimento interno: al primo posto la capolista Pescara con 12 punti (4 successi su 4 all’Adriatico, incluso l’1-0 ai danni proprio dei rossoneri); poi, a quota 9, Foggia e Spezia; a seguire, Brescia, Cremonese e Salernitana tutte con 8 punti, Verona e Palermo a quota 7.

Davanti al pubblico amico il Foggia ha esordito, alla prima giornata di campionato, superando 4-2 il Carpi grazie alle reti di Camporese, Loiacono, Tonucci e Cicerelli. Poi, la sconfitta di misura con il Palermo (1-2, a segno Kragl) e i due successi ottenuti a spese del Padova (2-1 con reti di Kragl e Cicerelli) e dell’Ascoli (3-2, a bersaglio Deli, Galano e Gerbo).
Un dato da confermare e provare a migliorare nel prosieguo del torneo e che è in controtendenza rispetto alla passata stagione: nello scorso campionato di B, il Foggia ebbe infatti un inizio non così felice nelle partite casalinghe.
Allo «Zaccheria», nelle prime sette giornate di campionato, l’undici allenato da Stroppa giocò tre volte e non riuscì mai a fare il pieno: tre pareggi nelle prime tre uscite casalinghe, ossia l’1-1 con l’Entella e il Palermo e il 2-2 con il Novara. La prima vittoria interna arrivò alla nona giornata, quando i rossoneri piegarono 2-1 il Perugia.

Ieri, intanto, Agnelli e compagni si sono allenati allo stadio comunale di Melfi. Assenti Kragl - che sta svolgendo un lavoro personalizzato per ristabilirsi a pieno dai problemi muscolari accusati al quadricipite della coscia sinistra - e Iemmello, che è rientrato in Romagna per sottoporsi ad ulteriori controlli e nei prossimi giorni dovrebbe tornare nel capoluogo dauno per completare il programma di recupero dall’infortunio. Ok Rubin, che ha smaltito l’infortunio.

All’«Arturo Valerio», i «Satanelli» ieri hanno disputato anche un’amichevole in famiglia con la Primavera. Test terminato 13-0: quaterna di Mazzeo, tripletta di Chiaretti, doppietta per Deli e Gori, infine un gol a testa per Galano e Agnelli. Anche oggi seduta a Melfi, alle 14: allo «Zaccheria» e all’Amendola non ci si può allenare perché i campi sono stati interessati da interventi di rigenerazione e risemina del manto erboso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400