Martedì 20 Novembre 2018 | 23:35

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Ricorso accolto, Foggia tira il fiato e spera di riottenere da 2 a 4 punti

Ricorso accolto, Foggia tira il fiato
e spera di riottenere da 2 a 4 punti

 
Serie B
Iemmello riabbraccia il Foggia: «Qui mi fanno sentire a casa»

Iemmello riabbraccia il Foggia: «Qui mi fanno sentire a casa»

 
Serie B
Foggia calcio, la lunga attesa e il gol ritrovato: «Lo aspettavo»

Foggia calcio, la lunga attesa e il gol ritrovato: «Lo aspettavo»

 
Serie B
Foggia pazzo: l'’equilibrio diventa una priorità

Foggia pazzo: l'’equilibrio diventa una priorità

 
Serie B
Calcio, il Foggia pareggia col Brescia: 2-2

Calcio, il Foggia pareggia col Brescia: 2-2

 
In campo alle 15
Foggia ci riprova, con il Bresciaserve tanta qualità

Foggia ci riprova, con il Brescia
serve tanta qualità

 
Serie B
Foggiacalcio, C’è baby Ranieri che si fa largo: «Felice di piacere»

Foggiacalcio, c’è baby Ranieri che si fa largo: «Felice di piacere»

 
Serie B
Chiaretti, gol d’autore per il Foggia

Chiaretti, gol d’autore per il Foggia

 
il turno infrasettimanale
Foggia danza sulle punteChiaretti la mina vagante

Foggia fa passi avanti ma il pari in Veneto sta stretto ai pugliesi

 
Serie B
Il Foggia guadagna un puntoprezioso col Cittadella (1-1)

Il Foggia guadagna un punto
prezioso col Cittadella (1-1)

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Serie B

La sterzata del Foggia
e la difesa ritrovata

Dalla trasferta di Pescara il cambio di marcia

La sterzata del Foggiae la difesa ritrovata

FOGGIA - Otto gol subiti nelle prime 3 giornate: 2 dal Carpi, 4 dal Crotone, 2 dal Palermo. Tre reti incassate nei 3 turni successivi: una dal Pescara, una dal Padova, una dal Benevento. La sterzata del Foggia è stata determinata anche dai progressi che la formazione di Grassadonia ha evidenziato nella tenuta difensiva. Dalla trasferta di Pescara in poi, meno gol presi e meno occasioni concesse agli avversari.

Dalla gara dell’Adriatico, persa 1-0, il tecnico rossonero ha dato fiducia al trio difensivo composto da Camporese al centro e da Loiacono e Martinelli ai suoi lati. Fiducia poi confermata nelle successive due partite, vinte contro il Padova (in casa) e a Benevento. Le alternative sono rappresentate dall’esperto Tonucci e dagli under Boldor e Ranieri.
Loiacono è al settimo anno di fila in rossonero. Come già accaduto nelle stagioni scorse, il difensore barese si sta ritagliando il suo spazio pur non essendo partito in prima fila nelle gerarchie: è stato schierato quasi sempre fra i titolari, da laterale destro di centrocampo e da centrale di difesa. In rialzo anche le quotazioni di Martinelli, che gode della piena fiducia di Grassadonia e sta crescendo nel rendimento. Camporese è il perno centrale della linea a 3 e in quest’inizio di campionato ha già realizzato 2 gol, fra cui la rete dell’ex a Benevento. «Un gol che avevo sognato per tutta la settimana - ha dichiarato il difensore cresciuto nel vivaio della Fiorentina -. È dedicato a chi, nella società del Benevento, in A non ha creduto in me e mi ha messo sul mercato nell’ultimo giorno di trattative. Per fortuna sono finito al Foggia: società seria, tifoseria eccezionale. A Benevento abbiamo dato un segnale forte sul piano del gioco e caratteriale, in primis a noi stessi. Ci accostiamo alla gara interna con l’Ascoli consapevoli di poter vincere e salire a quota 4 punti in classifica: spero che sabato vada a finire così; dipende da noi».
Difensori ma anche goleador: 4 delle 11 reti segnate dal Foggia portano la firma dei centrali, abili a inserirsi e concludere a rete sulle palle inattive e nel gioco aereo; cifra che sale a 7 gol su 11 se si includono i 3 centri di Kragl, che gioca da esterno di centrocampo nel 3-5-1-1 con il compito allinearsi ai centrali quando ad attaccare sono gli avversari. Difesa che può contare, infine, anche sull’entusiasmo e la voglia di emergere dei giovani. «Cerco di fare del mio meglio quando vengo chiamato in causa - ha detto Luca Ranieri, classe ‘99, 3 presenze finora in B, arrivato in prestito dalla Fiorentina -. Stiamo assimilando a pieno tutti i meccanismi di gioco, la difesa ne ha beneficiato trovando più compattezza. Tra il torneo Primavera e la B c’è un abisso, da tutti i punti di vista. Il mio obiettivo è crescere tecnicamente, tatticamente e mentalmente».

Proseguono, intanto, gli allenamenti: lavoro differenziato per Kragl, che proverà ad essere in campo anche sabato, stringendo i denti; ultimi giorni di riabilitazione a Cesena per Iemmello, che dalla prossima settimana dovrebbe aggregarsi ad Agnelli e compagni. Nel frattempo, la società rossonera è stata multata di 5mila euro per «un coro insultante di matrice territoriale» intonato dai suoi supporter a Benevento, ad inizio e fine partita, nei confronti della tifoseria sannita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400