Sabato 20 Aprile 2019 | 02:13

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Neglia, Floriano e Pozzebon

Bari, 3 gol in amichevole al Bisceglie

Il campionato parte domenica alle 16 a Messina: grandi speranze

Bari calcio ultrà curva

(foto Luca Turi)

Il Bari trova la prima vittoria del suo originalissimo precampionato. La squadra biancorossa, costruita praticamente da fine agosto dopo la ricostituzione targata Aurelio De Laurentiis, ha battuto ieri 3-0 l’Unione Calcio Bisceglie (allo stadio «Di Liddo»), compagine che milita nel campionato di Eccellenza pugliese e che ha testato l’ex galletto Kamil Kopunek (18 presenze nel Bari da gennaio 2011 a gennaio 2012 per il 34enne slovacco, famoso per aver segnato all’Italia nel mondiale 2010).
Per i biancorossi si tratta solo del secondo test che precede l’attività agonistica: in precedenza, i ragazzi allenati da Giovanni Cornacchini avevano pareggiato per 1-1 contro il team Nuova Florida, formazione di Eccellenza romana. Da allora (una settimana fa), tuttavia, è cambiato radicalmente il volto dei galletti che hanno ingaggiato elementi extra lusso per la serie D.
Il 4-3-3 è il «mantra» sul quale ha lavorato il tecnico Cornacchini fin dal primo allenamento. Ed in effetti, con tale assetto ha schierato ieri i biancorossi, rinunciando al portiere Marfella (arrivato lunedì e candidato ad essere il titolare, dato un curriculum che annovera la militanza nella Primavera del Napoli, nonché la promozione dalla D alla C ottenuta lo scorso anno con la Vis Pesaro) ed al regista Bolzoni, giunto addirittura dallo Spezia (in B), ma ancora a corto di preparazione. Tra i pali, quindi, è stato schierato il lituano Siaulys, mentre Aloisi, Mattera, Cacioli e D’Ignazio hanno composto il quartetto difensivo. A centrocampo, Feola, Hamlili e Piovanello, mentre il tridente offensivo è stato formato da Bollino, Simeri e Neglia. Proprio Syaulis (’99), Aloisi (’99), D’Ignazio (’98) e Piovanello (2000) hanno rappresentato il poker di «under» che vanno obbligatoriamente utilizzati in ogni gara del torneo di serie D.
Nella prima frazione, i biancorossi hanno mostrato sicurezza nel palleggio ed una discreta continuità d’azione, chiudendo i 45’ sull’1-0 grazie ad una pregevole conclusione a giro di Neglia: l’ex Siena (rapido ed abile nell0uno contro uno), il centrocampista marocchino Hamlili e il centravanti Simeri (punta che non disdegna l’aiuto ai compagni) sono state le note più dolci del test. Nella ripresa, hanno avuto spazio moltissimi giovani tra cui i difensori Mutti, Giria, Rozzi e Nannini, i centrocampisti Mehmetaj e Quarta (entrambi in prova), gli esterni Liguori (molto vivace) e Langella. In attacco, tandem di lusso con l’ex Foggia Floriano e l’ex Catania Pozzebon, entrambi a segno: il primo su un rigore da lui stesso procurato, il secondo a chiusura di un rapido contropiede.
Non sono, quindi, mancate le note liete per Cornacchini, sebbene si debbano decisamente perfezionare i meccanismi, in vista dell’impegnativo esordio in campionato, fissato al 16 settembre con la trasferta di Messina. Domenica, nuova amichevole: sempre in trasferta, stavolta contro i «pari grado» del Team Altamura (inserito, però, nel girone H, a differenza del Bari collocato nel gruppo I). Il match dovrebbe essere disputato a porte chiuse, sebbene i club non abbiano ancora comunicato una decisione definitiva in merito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400