Lunedì 18 Marzo 2019 | 14:28

NEWS DALLA SEZIONE

La sfida è aperta
TUTELATI - Bietola melanzane ripiene  sivone e lampascione

Puglia, crescono i prodotti «Pat»

 
Innovazione della filiera agroalimentare
Da sinistra: Antonello Magistà (SALA), Salvatore Turturo (CHEF) e Marianna Cardone (VINO)

La «primavera» arriva in cucina

 
Prima iniziativa il 14 aprile
Da sinistra: Donato Taurino presidente di Buonaterra, Maria Teresa Varvaglione presidente Mtv Puglia, Giuseppe Schino presidente La Puglia è servita

2019, anno ad alti livelli per enogastronomia e ristorazione di qualità

 
La qualità trionfa
VERONA - La premiazione  dell’allevatrice  Mariangela Netti di Turi

Quando il latte non è tutto uguale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Bari, l'attesa è finalmente finitaparte il rush finale del campionato

Bari, l'attesa è finalmente finita
parte il rush finale del campionato

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLotta alla droga
Manduria, nascondeva mezzo chilo di eroina in ufficio: arrestato

Manduria, nascondeva mezzo chilo di eroina in ufficio: arrestato

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
FoggiaHa 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 
MateraLa mobilitazione
Pisticci, la marcia della cultura: un'invasione variopinta

Pisticci, la marcia della cultura: un'invasione variopinta

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
BariL'inchiesta
Studenti non conoscono rischi malattie sessuali, è allarme

Studenti non conoscono rischi malattie sessuali, è allarme

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Piace anche ai turisti stranieri

Ecco una scorpacciata di friselle

L’antico boukellaton dei bizantini è il re delle nostre estati nel Mezzogiorno

CONDITA - Se vi piace classica o con tonno, olive e tanto altro

CONDITA - Se vi piace classica o con tonno, olive e tanto altro

Frisa, frisella o frisedhha, è sempre lei la regina delle estati pugliesi. Declinata con farina di orzo, con semola di grano duro, integrale o bianca, a casa o in spiaggia, nell’aperitivo rinforzato al bar: lei piace, sempre, agli italiani e pure ai turisti stranieri. Sorprende perché, chi non è nato da Napoli in giù, non sa che questo pane duro condito come la tradizione comanda (buon olio extravergine e se c’è pomodoro) o come la fantasia ci suggerisce, è uno dei piatti freschi dell’estate nel Mezzogiorno.
Sì, spostandosi a sud, il biscotto di grano campano assume la caratteristica forma tonda ad anello in Calabria, Basilicata e Puglia.

Gli appassionati estimatori collezionano sua maestà la frisa in ogni dove: ad una manciata di chilometri, infatti, può essere più o meno sottile, più o meno scura, più o meno dura. Poi c’è la famiglia delle friselline, da consumare anche non bagnate nell’acqua.

E voi, a che partito appartenete? Cercate la parte alta o quella bassa della frisella? A me piace la parte bassa, quella a contatto con la superficie di cottura in forno (per la prima cottura) perché è un po’ più secca: la preferisco più croccante.

Mica è vero che la frisella è figlia della cultura contadina. E’ probabile, infatti, che la saggezza contadina abbia contribuito a tramandare fino a giorni nostri questa sublime bontà che, oramai, si trova in tutti i supermercati d’Italia.

Gli studi compiuti negli USA sulla storia dei bizantini, in guerra e a tavola, ha documentato che nell’XI secolo c’era un anello di pane secco (chiamato boukellaton) che faceva parte della razione alimentare dei soldati bizantini. Saranno state le friselle?

Da un lato questi guerrieri dell’antichità conquistarono il Mediterraneo portando nelle stive delle imbarcazioni sabbia che le stabilizzava, in cui erano conficcate anfore da vino e olio, e pane secco: cibo leggero che si conservava a lungo. Fatto è che già nel 1300 ci sono che tracce della presenza delle friselle nel Sud Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400