Lunedì 20 Gennaio 2020 | 18:20

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
Buon compleanno
Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

Nonna Maria spegne 105 candeline: la festa a San Michele Salentino

 
Nel Brindisino
S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

S.Vito dei Normanni, 79enne abbandona in strada 4 cagnolini di pochi giorni, denunciato

 
Il caso
Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

Mesagne, villa con piscina e carrozzerie allacciate abusivamente a rete elettrica: 3 indagati

 
La storia
Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

Torre Guaceto, Cohiba tartaruga con gli occhi chiusi: il sogno di ridarle la vista

 
Abusivismo
Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

Ceglie Messapica, case popolari occupate: 26 denunce

 
Un 26enne
Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

Ceglie Messapica, guida l'auto dopo aver bevuto e si scontra con un furgone: denunciato

 
I funerali
Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

Fasano, a migliaia per l'addio al «guerriero» Custodero

 
Scarcerato
Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

Ostuni, torna libero l'imprenditore che ha ucciso per sbaglio la moglie

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

Dopo le orecchiette, anche Mola nella Grande Mela con un’opera dedicata agli emigranti

 
GdM.TVLotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
HomeLa decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie lucane, muore 33enne: 26 persone in carcere. Autista arrestato: «Ero circondato, avevo paura»

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: chiedevano 100mila euro a imprenditore, tre fermi

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

allarme al perrino

«Nessun rischio legato
all'acqua dell'ospedale»

Effettuate le analisi necessarie dopo varie segnalazioni. Dall’Asl un comunicato per annunciare che «non sussistono rischi sanitari per pazienti e operatori»

acqua sporca al perrino

BRINDISI - «Si rassicura l’utenza che gli ultimi interventi effettuati sugli impianti della rete idrica dell’Ospedale Perrino di Brindisi sono risolutivi del problema del colore giallastro dell’acqua erogata dai rubinetti di alcuni reparti e che non sussistono rischi sanitari per pazienti e operatori». È quanto fanno sapere dall’Asl dopo l’allarme degli ultimi giorni.

«Negli ultimi mesi sono stati effettuati numerosi controlli con il prelievo di campioni di acqua a cura del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) della ASL BR e dei NAS - prosegue la nota -. L’acqua, analizzata dai tecnici dell’Arpa Puglia, risultava microbiologicamente e chimicamente nella norma, tranne che per la colorazione paglierina della sola acqua calda sanitaria distribuita da alcuni rubinetti».

«Dopo le verifiche a cura dell’Area Tecnica, dal 16 febbraio scorso è stato attivato un impianto per il dosaggio di prodotti filmanti (polifosfati alimentari) all’interno della rete di distribuzione di acqua calda sanitaria a servizio dell’Ospedale Perrino, al fine di eliminare l’effetto di dilavamento di particelle di materiale ferroso all’interno delle tubazioni - fanno sapere dall’Asl -. Il problema è pertanto in via di definitiva risoluzione. Si vuole inoltre precisare che non esiste un problema di legionella all’interno dell’Ospedale, ma è piuttosto il sistema di disinfezione degli impianti contro il batterio che si ritiene aver causato il dilavamento di particelle di materiale ferroso all’interno delle tubazioni, fenomeno possibile - e comunque temporaneo - nel caso di utilizzo di sostanze disinfettanti a base di cloro».

«Per contenere il fenomeno della legionella a livelli accettabili, possibile in tutti gli ospedali come nelle nostre case, la Gestione Tecnica effettua continui e periodici monitoraggi microbiologici e predispone tutti i procedimenti necessari per contenere al massimo la contaminazione - prosegue la nota -: infusione di sostanze disinfettanti, iperclorazione, shock termici, bonifica e pulizia delle vasche di primo accumulo dell’acqua potabile e dei bollitori per la produzione dell’acqua calda sanitaria.

Si aggiunge che dopo alcuni episodi accaduti in passato, a maggiore tutela della salute dei cittadini e degli operatori, la Direzione Generale ha impegnato risorse per nuove e più avanzate procedure che garantiscono risultati più efficaci nel controllo della proliferazione del batterio, utilizzate dalla Gestione Tecnica con un sistema di disinfezione in continuo.

Rassicuriamo quindi i cittadini che il fenomeno della colorazione dell’acqua si è già molto ridotto ed è in via di risoluzione. Le disposizioni circa l’utilizzo dell’acqua sono state fornite dal Direttore Sanitario dell’Ospedale Perrino solo in via precauzionale, non sussistevano e non sussistono quindi rischi per la salute pubblica. A breve sarà comunicata la possibilità dell’utilizzo dell’acqua per tutti gli usi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie