Venerdì 14 Agosto 2020 | 16:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
CORONAVIRUS
Brindisi, esposto all'Ordine medici: «Contagiato dal primario»

Covid-19, Brindisi, esposto all'Ordine dei medici: «Contagiato dal primario»

 
la città
Sindaco di Brindisi: Centro storico e lungomare saranno il luogo della Movida

Brindisi, il sindaco: «Centro storico e lungomare saranno il luogo della movida»

 
TRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
Incidente mortale
Brindisi, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

Tragedia nel Brindisino, scontro tra due auto: perde la vita un bimbo di 16 mesi

 
Il caso
Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

 
VANDALISMO
Brindisi, discarica abusiva perenne, i residenti denunciano: «Ignorati dalle istituzioni»

Brindisi, discarica abusiva perenne, i residenti denunciano: «Ignorati dalle istituzioni»

 
TRAGEDIA SFIORATA
Mesagne, cede solaio nella stanza da letto: tragedia sfiorata per una coppia

Mesagne, cede solaio nella stanza da letto: tragedia sfiorata per una coppia

 
l'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batdipendente amiu
Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

Trani, colpito da macchina compattatrice mentre raccoglie rifiuti: in Rianimazione

 
FoggiaEventi naturali
Chiesto lo stato di calamità per il nubifragio su Foggia

Chiesto lo stato di calamità per il nubifragio su Foggia

 
BariIl fenomeno
Scomparse nel Barese 6.370 persone

Bari e provincia: in 50 anni scomparse 6370 persone, metà sono minori

 
Materaa 38 anni
Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

Matera, minaccia di morte la nonna con una catena per avere soldi: arrestato

 
PotenzaIl fenomeno
Nonni senza nipoti e sposano la politica

Nonni lucani lasciati senza nipoti, sposano la politica

 
LecceIl fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 
Tarantonel Tarantino
Manduria, rapina donna in chiesa e scappa: acchiappato da sottufficiale Marina Militare

Manduria, rapina donna in chiesa e scappa: acchiappato da sottufficiale Marina Militare

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 

i più letti

giustizia penale

Brindisi la capitale
degli arresti in Puglia

i dati istat relativi all'anno 2015 Provincia prima in Puglia (28^ in Italia su 107) per autori di reati assicurati alla giustizia

Brindisi la capitaledegli arresti in Puglia

di Pierluigi Potì

BRINDISI - Forse non tutti sanno - ed è un bene averne consapevolezza - che, in provincia di Brindisi, delinquere non ha un buon tornaconto e anche se qui l’attività criminale ha terreno fertile è altrettanto vero che i malviventi trovano spesso... pane per i loro denti e pagano per il crimine commesso.

Secondo, infatti, l’ultima indagine effettuata dall’Istat in tema di “Giustizia e Sicurezza” - e relativa, in modo specifico, ai delitti denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria nell’anno 2015 - emerge uno scenario positivo che dimostra - semmai ce ne fosse bisogno - la capacità e professionalità del sistema investigativo locale.

La provincia di Brindisi, in particolare, può fregiarsi - quanto meno nel quinquennio 2010-2015 - di avere la percentuale più alta in Puglia quanto ad autori di reati (in genere) individuati e assicurati alla giustizia: nel 2015, in particolare, è stata del 26,1%, che rappresenta certo un buon risultato, anche se leggermente inferiore agli anni precedenti (26,2% nel 2014, 26,5% nel 2013, 27,4% nel 2012, 27,3% nel 2011 e 28,6% nel 2010).

Più di un criminale su quattro, insomma, viene scoperto dalle forze dell’ordine e per avere un’idea di quanto sia rilevante questo dato basta pensare che, in Puglia (la cui percentuale si ferma ad appena il 20,6% ed è in calo rispetto al 21,2% dell’anno prima), la provincia che ci segue più da vicino è Foggia con il 22,4% (era al 23,1% nel 2014); poi c’è Taranto con il 22,2% (prima era al 22,9%), Bat con il 21,5% (nel 2014 era 23,2%) e Lecce con il 21,3% (nel 2014 era al 23,7%). Bari è ultima con appena il 17,3% (leggermente meglio rispetto al 16,6% di dodici mesi prima).

Primi in Puglia, dunque, ma anche al 28° posto in Italia (su 107), dove la media è molto più bassa rispetto a quella della provincia di Brindisi e a quella pugliese: appena il 19,0% (nel 2014 era al 18,8%).

Fatta questa opportuna precisazione, e passando ad analizzare i dati riferiti ai delitti denunciati dalle forze dell’ordine all’autorità giudiziaria, va detto innanzitutto che il numero complessivo è stato, nel 2014, pari a 15.276 (meno del 10% del dato regionale, atteso che in Puglia sono stati 164.902), quasi 500 in meno rispetto al 2014 (quando furono 15.764), con un decremento del 3,1%.

Tra i delitti più “gettonati” a Brindisi la “palma” spetta ai furti: in totale sono stati 7.635 (circa 21 al giorno!) ma, rispetto al 2014, sono diminuiti del 5,8% (dodici mesi addietro furono 8.105). Di essi ben 1.540 sono in abitazioni. I furti di auto sono stati 1.284, mentre quelli all’interno di auto in sosta 613. Notevole anche il dato relativo alle razzie negli esercizi commerciali (385), mentre i furti con strappo sono stati 50, quelli con destrezza 333. Meno rilevanti i dati inerenti i furti di ciclomotori (108) e motocicli (109), di automezzi pesanti (9) e di opere d’arte e materiale archeologico (5).

In lieve calo anche le rapine: dalle 224 del 2012 si è passati alle 214 dell’anno dopo, alle 188 del 2014 e alle 173 del 2015, sebbene il dato risulti negativo rispetto al 2011 (165) e, soprattutto, al 2010 (127).

Scende, invece, il numero di omicidi volontari consumati (uno solo, a fronte dei 3 del 2014 e ai 6 consumati sia nel 2011 che nel 2012), quello dei tentativi di omicidio (da 11 a 4), quello delle ingiurie (da 456 a 404) e quello delle minacce (da 614 a 585). In aumento le estorsioni (da 60 a 89), le violenze sessuali (da 12 a 24, con un inquietante +200%), le percosse (da 89 a 94), i casi denunciati relativamente alla normativa sugli stupefacenti (da 260 a 297). In flessione, infine, le truffe e frodi informatiche (da 827 a 778).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie