Giovedì 29 Settembre 2022 | 04:33

In Puglia e Basilicata

L'appello

Porto di Brindisi: «Il rischio è di perdere 55 milioni di euro»

Porto di Brindisi:  «Il rischio è di perdere 55 milioni di euro»

Gabriele Menotti Lippolis, presidente di Confindustria, lancia l'allarme sul recupero funzionale dei piazzali della Colmata di Capo Bianco

11 Settembre 2022

Angelo Sconosciuto

BRINDISI - «In questo periodo particolare, in questo momento difficile, forse un amministratore e la politica tutta dovrebbero occuparsi del 46% di disoccupazione giovanile che si trova a Brindisi. Dovrebbe essere questa la preoccupazione. La misura è colma! Confindustria Brindisi non può permettere che si perdano 55 milioni di euro da Pnnr per Capo Bianco perché l’opera è importante per lo sviluppo del nostro Porto e dell’intero territorio».

È un fiume in piena Gabriele Menotti Lippolis, presidente di Confindustria Brindisi. Continua a riflettere sulle righe del parere che il sindaco Rossi ha sottoscritto, legge e rilegge, anche perché da un punto di vista lessicale non è che brilli per chiarezza espositiva.

Presidente, che lettura sente di dare al parere del Comune di Brindisi al Ministero circa il banchinamento e recupero funzionale dei piazzali della Colmata di Capo Bianco?

«Innanzitutto una riflessione per così dire “a caldo”: rilevo una sovrapposizione tra la componente tecnica e quella politica, che sottoscrivono la medesima comunicazione. In questo modo non si capisce fino a che punto le osservazioni attengono alla sfera tecnica o a quella politica…. Questo sistema, per così dire ibrido, mi lascia alquanto perplesso, anche perché non risultano neppure attivate determinazioni collegiali, tipo Giunta o Consiglio comunale. Ma, soprattutto, è spiacevole la sensazione della ricerca a tutti i costi delle motivazioni del NO, deciso - come avrebbe detto Totò - “a prescindere”. Aggiungo che l’intervento infrastrutturale in questione è finanziato con risorse del Pnrr,cioè viene considerato opera di interesse nazionale, e ciononostante di fatto lo bocciamo? Incredibile ed inconcepibile».

Eppure il 1° dicembre dello scorso anno, nel corso dell’assemblea di Confindustria, il sindaco sembro indicare altri orizzonti…

«Il primo dicembre, nella nostra Assemblea pubblica, il sindaco Rossi ha fatto un intervento, ricco di aperture allo sviluppo ed al dialogo costruttivo con tutti gli stakeholder, molto apprezzato da tutti i presenti ed in particolare dai nostri associati. Qualcuno scherzando mi ha detto recentemente che quello non era il sindaco Rossi, ma un suo sosia. Purtroppo devo registrare con rammarico che quell’intervento è rimasto nel limbo delle buone intenzioni…. Eppure ho più volte tentato di avviare un confronto serio e propositivo, nell’interesse non solo delle imprese, ma del territorio, dei giovani e delle donne in particolare. Purtroppo non ci sono riuscito».

La politica locale insiste nel dire che dal sindaco viene solo la «politica del no»...

«Spiace doverlo sottolineare, ma questa Amministrazione si caratterizza per il “no” facile. Se questi atteggiamenti e questi comportamenti erano da parte nostra non condivisibili, ora sono inconcepibili, inaccettabili e disastrosi, in quanto contestualizzati con uno scenario molto difficile (se non addirittura catastrofico), soprattutto per l’inflazione sommata agli aumenti abnormi del costo dell’energia ed alla difficoltà di approvvigionamento delle materie prime. Vi sono numerose imprese che rischiano di chiudere o di fermare l’attività produttiva, con uno tsunami a livello occupazionale. E noi che facciamo? Continuiamo sempre a dire “no”??? È giunta l’ora di dire “basta” a chi ignora colpevolmente questa situazione, per cui va alla ricerca di minuziose e capziose motivazioni, per ostacolare e di fatto osteggiare investimenti, anche quelli di rilevanza nazionale e per i quali vi sono i finanziamenti, con una corsa contro il tempo per non perderli, andando fuori tempo massimo».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725