Mercoledì 05 Ottobre 2022 | 04:18

In Puglia e Basilicata

Il fatto

Brindisi, lite fuori da un locale: gambiano in ospedale col naso rotto

Brindisi: parto indolore, domani inizieranno i lavori

L'ospedale Perrino di Brindisi

Un 29enne è stato denunciato: secondo la polizia locale la baruffa sarebbe scoppiata per futili motivi

07 Agosto 2022

Redazione online

Un trentenne del Gambia è rimasto ferito in una lite che - secondo la Polizia Locale sarebbe avvenuta per «futili motivi» anche se le indagini proseguono - con un 29enne di Brindisi, che è rimasto anch’egli ferito. La zuffa ieri pomeriggio è cominciata all’interno di un bar ed è proseguita all’esterno del locale.
L’extracomunitario, che da circa un mese lavora nei campi, è stato medicato all’ospedale Perrino di Brindisi dove i medici gli hanno riscontrato la frattura del setto nasale: guarirà in 30 giorni. Anche il 29enne è stato medicato in ospedale per lesioni più lievi ed è stato denunciato a piede libero per lesioni personali dalla Polizia Locale di Brindisi.
Secondo la polizia locale, il gambiano ritiene di essere stato offeso verbalmente, l’altro di essere stato urtato casualmente dal migrante nel bar. La lite è avvenuta lungo via Provinciale San Vito, dove c'è anche il dormitorio per gli stranieri. E’ finita quando i due contendenti sono stati separati fisicamente da alcune persone presenti sul posto, alcune delle quali connazionali del gambiano, e dalla Polizia Locale.
Gli agenti stanno ora cercando di recuperare le immagini degli impianti di sorveglianza della zona, mentre le telecamere del locale non sono funzionanti.

La Polizia locale di Brindisi al momento «non ha elementi certi» per affermare che si tratti di "una lite a sfondo razziale» perché i due contendenti hanno dato "versioni diverse sulle cause dello scontro fisico». E’ quanto si apprende da fonti vicine alle indagini che finora riconducono la causa della colluttazione a «futili motivi».
Ad affrontarsi, ieri pomeriggio davanti ad un bar di Brindisi, un migrante gambiano, che ha riportato la frattura del setto nasale giudicata guaribile in 30 giorni, e un brindisino 29enne, che ha riportato lesioni che guariranno in meno di 20 giorni. A seguito del referto medico del gambiano, la polizia locale ha denunciato il 29enne per lesioni personali gravi.

«Confidando nelle indagini della magistratura e delle forze dell’ordine, condanniamo in ogni caso questa brutale aggressione, di chiaro stampo razzista. Non è la prima volta che accade qui a Brindisi, come in altre parti del territorio nazionale, e siamo pronti a mobilitarci ancora una volta contro ogni forma ed episodio di violenza». Lo afferma il presidente della comunità africana della provincia di Brindisi, Drissa Kone.
Secondo la ricostruzione di Kone, il gambiano aggredito risiede a Bisceglie ed è temporaneamente a Brindisi per motivi di lavoro: ieri pomeriggio stava acquistando delle bevande su richiesta del datore di lavoro, durante la pausa pranzo, quando, all’interno del bar è stato «improvvisamente e senza motivo spintonato con forza alle spalle da un uomo italiano».
«Alla richiesta di spiegazioni sul perché di quel comportamento - ricostruisce -, la reazione dell’aggressore è diventata ancora più violenta, sia verbalmente, con pesanti insulti, sia fisicamente, perché lo inseguiva all’esterno e lo picchiava brutalmente con pugni e calci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725