Lunedì 08 Agosto 2022 | 13:32

In Puglia e Basilicata

Il caso

Bufera sul regista Haggis, lascia la Puglia la presunta vittima di violenza. Incidente probatorio il 29 giugno

Violenza sessuale, la difesa di Haggis a Brindisi: è innocente, rapporti consensuali

Foto Ansa

La 28enne va via dalla struttura protetta, sarebbe ancora in Italia

24 Giugno 2022

Redazione online

OSTUNI -  Si è allontanata volontariamente dalla struttura protetta in Puglia in cui si trovava e sarebbe rimasta in Italia la 28enne inglese che nei giorni scorsi ha denunciato di aver subito violenze sessuali dal regista premio Oscar Paul Haggis, 69anni, che attualmente è agli arresti domiciliari in una masseria nelle campagne di Ostuni (Brindisi). Lo confermano fonti investigative.

Si celebrerà il 29 giugno alle 15 davanti alla gip del Tribunale di Brindisi Vilma Gilli l'incidente probatorio nell’ambito dell’indagine. Il regista è agli arresti domiciliari da domenica 19 giugno. Stando al racconto della presunta vittima, il 69enne avrebbe abusato di lei per tre giorni, dal 12 al 15 giugno, in un b&b di Ostuni dove l’uomo alloggiava da alcuni giorni perché nella 'Città Bianca' avrebbe dovuto partecipare all'Allora Fest. Haggis si è sempre dichiarato innocente.

«Ho sentito la ragazza molto scossa e provata. Aveva molto paura». È quanto riferisce l’avvocato Stefano Maranella che al momento, tuttavia, non ha ricevuto il conferimento ufficiale dell’incarico per difendere la 28enne. «Ieri - spiega - sono stato contattato da lei, mattina e sera, oltre cinque volte. Lo ripeto, era molto preoccupata». «Per parlare - spiega Maranella - utilizzava tanti accorgimenti e precauzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725